Lupi: buona la prima

Val Pusteria – Asiago 4-1 (1-1; 2-0; 1-0:)

Ebbene sì l’Asiago, dopo una strepitosa rimonta sul Bolzano, si è guadagnato per la seconda stagione consecutiva l’accesso alla finale scudetto; Brunico “riposato” e quindi teoricamente più avvantaggiato, grazie all’immediata eliminaione della Valpe per 4 a 0 nella serie. Il coach stellato, John Parco, molto probabilmente non potrà contare sulla presenza di Borrelli, Presti e Tessari; tra le fila della Val Pusteria, come ormai risaputo, mancheranno Sirianni e Pichler: stagioni finite per loro.

Buona partenza per i padroni di casa, i quali già dai primi minuti si rendono pericolosi con Oberrauch e Willeit, che spara il disco dalla blu impensierendo Bellissimo. La pressione dei giallo neri si fa sempre più insistente, Hofer e DiCasmirro azzardano da sotto porta, nonostante gli sforzi lo score non varia. Al 10.47 gli stellati, dopo aver subito per più di dieci minuti gli attacchi degli avversari, si portano in vantaggio con De Marchi, il quale riesce a piazzare il puck sotto l’incrocio dei pali. Il match dopo la seconda metà del periodo sembra farsi più entusiasmante, con numerosi capovolgimenti di fronte: Hofer, Jensen da una parte e Ulmer, M. Henrich dall’altra; la conclusione decisiva per i Lupi, però, arriverà al 18.32 quando Persson, assistito da Cullen, riesce a battere Bellissimo.

Secondo drittel molto più equilibrato. A tre minuti dalla ripresa ghiottissima occasione per Benetti, il quale non riesce a gestire al meglio un’azione di contropiede; e… come si usa dire in gergo sportivo gol sbagliato gol subito ed infatti, al 25.02, Helfer con una gran botta dalla blu porta il punteggio sul 2 a 1. Gli stellati non si perdono d’animo, tentando più volte con De Marchi e Kelly di agguantare il pareggio, ma sarà bravo Stromberg a metterci una pezza. Al 34.44 ennesima rete per il Brunico realizzata da Oberrauch su tiro di Helfer (3-1); nei cinque minuti che precedono la seconda sirena due ottime parate di Stromberg su conclusione di Strazzabosco e di M. Heinrich.

Ultimi venti minuti di speranze per l’Asiago, che deve cercare di fare di tutto per riaprire la partita. A sessanta secondi esatti A. Henrich, su assist di Vigilante, colpisce in pieno la traversa; gli attacchi della formazione ospite non finiscono qua: Strazzabosco prima e Benetti poi mettono in leggera difficoltà Stromberg. Al 48.25 ottimo intervento di Bellissimo, il quale riesce a bloccare un’azione solitaria di Desmet; i vicentini ci credono ancora tentando il tutto per tutto giocando con sei uomini di movimento, il sogno, però, verrà infranto al 58.47 da Jensen con un empty gol.

Val Pusteria – Asiago 4-1 (1-1; 2-0; 1-0)
Reti
: (0-1) 10.50 De Marchi (Intranuovo – Ulmer); (1-1) 18.32 Persson (Cullen – Jensen); (2-1) 25.02 Helfer (Cullen); (3-1) 34.44 Oberrauch (Helfer – Persson) PP; (4-1) 58.47Jensen (DiCasmirro – Persson).

Serie 1-0 (4-1)
Precedenti stagionali: Val Pusteria-Asiago 3-2 (7-3, 3-2, 3-7, 7-3, 0-2)

httpvh://www.youtube.com/watch?v=saL137C1uVg

Tags: