U15 della Valpe nella storia

(com. stampa HC Valpellice) – Per la prima volta nella storia delle giovanili Valpe un’ U15 si qualifica alla finalissima di play off tra le migliori 4 squadre nazionali, ed è successo ieri sera a Torre Pellice con il tesissimo match Valpe-Egna Ora.
A seguito di un Campionato interregionale (Piemonte, Lombardia, Valle D’aosta) che aveva visto i nostri ragazzi sempre in testa alla classifica davanti agli avversari di sempre del RealComo, siamo arrivati ieri sera a questo scontro diretto valido per la qualificazione alle fasi finali nazionali.
Questa stagione era stata vista da molti di basso livello, considerati la quantità di incontri vinti con larghissimi margini e l’apparente facilità di vittoria sugli avversari più prossimi (RealComo, Varese e Milano), in realtà i fatti hanno dimostrato il contrario: le due squadre del nostro comitato che si erano qualificate per questa prima fase play off, si sono battute ad armi pari contro le corazzate altoatesine, mentre gli altri due incontri sono stati vinti senza problemi da Vipiteno e Valpusteria.

Dicevamo che alle 18 di ieri sera si è aperto questo match attesissimo tra i nostri Bocia e l’Egna-Ora squadra vincente dello spareggio tra 4° Alto Adige e 3° Trentino- Veneto (rappresentata dal Fassa): la tensione era tanta dato che ci si giocava l’accesso tra le Fab Fours della categoria con un unico incontro secco.
Il primo tempo ci vedeva svantaggiati per la formula poco consueta di linee fisse contrassegnate da fasce e cambi obbligati al suono della sirena ogni minuto, infatti al primo cambio veniamo freddati dal primo goal avversario, dopo qualche minuto ci pensa il solito Fefe Cordin a riportare il risultato in equilibrio con una stilettata dall’ingaggio in zona d’attacco; lentamente il gioco va avanti fino a che l’ Egna si riporta in vantaggio e tra gli spalti qualcuno inizia a pensare al peggio, ma a 3 secondi dal suono della sirena Giacomelli fulmina il portiere con un tiro dalla blu.
Dal secondo tempo si gioca “a modo nostro” con cambi e linee libere, lasciando così i coach più liberi di sceglier le strategie migliori, ma apparentemente i nostri non riescono ad approfittarne e si va a riordinare le idee in spogliatoio sul 2 a 3.
L’ultimo tempo è veramente un arrembaggio con continui cambiamenti di fronte e vari tentativi di portare il risultato verso la tranquillità: prima ci prova Brian a riportarsi sul pareggio,ma durante l’ennesimo periodo in inferiorità numerica l’Egna si riporta avanti,poi, quasi in extremis, Fefe Cordin ci regala un pareggio sul 4 a 4 ; in tribuna la tensione è altissima e quando suona la sirena ci aspetta ancora sofferenza : si va ai tiri di rigore!!! Ci si chiede come ci si possa giocare tutto un campionato in questo modo, ma tant’è! Intanto arrivano notizie dai cugini del Real che sono stati battuti dalla capolista dell’ Alto Adige il Renon, proprio ai rigori!
Quindi si parte: primo tiro per la Valpe, fuori, primo tiro per l’Egna, fuori,rete Valpe, paratona di Fabio , altra rete per la Valpe , e rete per l’Egna, siamo 2 a 1, tiro della Valpe parato, nooo, l’Egna sbaglia e si può cominciare a sperare, parte l’ultimo giocatore della Valpe ed è goallll.
Inizia la festa sulle tribune come in pista, questo è un risultato che in pochi osavano sperare, ma che abbiamo potuto condividere con i tifosi Valpe presenti al palazzetto.

Valpellice: Alberto Andrea, Armand Pilon Simone, Barale Gianluca, Bertin Alex, Cordin Federico”A”, Dal Vecchio Fabio,Dotti Gregorio, Gardiol Paolo, Gaydou Brian, Giacomelli Lorenzo, Martina Davide “C”, Murisengo Matteo, Pilone Kevin, Rostagnol Christian “A”, Rostan Fabio, Stringat Daniel, Tron Alessandra, Tumminello Manuel, Viarizzo Michael, Viglianco Mattia. 
Coach: Daniele Salati,Gaetano Penna,Roberto Martina
Responsabile: Marco Barale

H.C.Valpellice – SC Auer/Ora : 5-4 (rigori) : (2-2; 0-1; 2-1)
Reti Valpe
: Cordin 2, Gaydou, Giacomelli; Rigori: Martina D. ,Cordin, Tumminello
Penalità: Valpellice min.11, Auer- Ora min.11