CU26 – L’Ora si arrende solo ai rigori. Pergine agguanta la finale

Più felice di così un giocatore o un tifoso non potrebbe essere. E viceversa per gli sconfitti, con un pullman di supporters al seguito. La rabbia per uno svantaggio subìto nella frazione centrale a 10 secondi dal riposo rende l’epilogo ancora più esaltante.
I sudtirolesi sull’1-0 maturato allo scadere di un periodo, quando cioè la situazione ti carica il morale a 1000, non sfruttano un paio di powerplay e così nel finale di gara chi di 10″ ferisce, come si potrebbe dire, di 10″ perisce. L’Ora infatti s’è sentito in finale fino a una manciata di secondi dalla sirena conclusiva, fino a quando, giocando la carta della disperazione nel togliere Facchinetti per giocare in 6 contro 4 con la gabbia sguarnita, Matthias Lobis, caldarese in prestito al Pergine, ha impattato il risultato. In una serie che s’era già dimostarta equlibrata di per sé, l’esito di questa spettacolare semifinale è dovuto passare prima dall’overtime e poi dai rigori. Il quarto giro di giostra è stato favorevole alle linci della Valsugana.

Pergine torna protagonista dopo il più recente successo in Serie C del 2001. Sulla sua strada c’è ancora il Dobbiaco, partito come favorito dopo la promozione in A2 del Bozen 84 e imbottito di forti giocatori scuola Val Pusteria. Per quanto gli scontri diretti siano favorevoli agli orsi polari dell’Alto Adige, in regular season il Dobbiaco ha faticato nel finale e il distacco di vantaggio con i trentini è stato alla fine di un solo punto. Stessi gol segnati, 93, e 53 le reti subite dal Dobbiaco, una in più del Pergine.

Il terzo posto dell’Ora è comunque uno dei migliori risultati ottenuti dalla squadra di Bassa Atesina che in campo “senior” è sempre stata soffocata dai successi di Appiano, Caldaro e Egna. La rete per l’Aurora di Andreas Decarli, da poco sul ghiaccio dopo un infortunio di due mesi, non aiuta a rendere meno amara l’eliminazione ma incoraggia per la prossima stagione. 
Venerdì o sabato ad Ora la società organizzera la festa di arrivederci all’anno prossimo.

(2) Pergine – (3) Ora SC 2-1 d.r. (0-0, 0-1, 1-0, 0-0, 1-0)
Marcatori: 39:50 (0-1) Decarli, 59:50 (1-1) Lobis
Rigori: 1° Pergine: gol – Ora: parato.
2° Pergine: parato – Ora: parato
3° Pergine: parato  – Ora: gol
4° Ora:: parato – Pergine: gol
Pergine: Facchinetti D. (Soraperra S.); Ambrosi A., Berloffa S., Lobis M., Pellizzari L., Zanotti R.; Ambach C., Avancini M., Bertoldi A., Bertoldi M., Costantino A., De Polo A., Felderer M., Fellin A., Pignatti A., Pintarelli A.
Ora: Casaril L. (Gallmetzer S.); Cembran M., Hanspeter M., Kastl D., Negri F., Olivotto C., Stuppner S., (Trentini F.); Calovi P., Decarli A., Morandell P., (Proietti Checchi A.), Rasom L., Renner C., (Saltuari R.), Tschöll M., Vill S., (Waldthaler L.), Zelger A., Zelger W.
Arbitri: Soraperra Leandro (Coceano Giuseppe e Plancher Alberto)
Penalità: 12-16 (2-2, 6-8, 4-6)
Spettatori: 480
Serie PER-ORA 2-1 (4-3ot, 1-2, 2-1 dr)
(PER-ORA regular season: 7-3, 5-5)

FINALE
(1) Dobbiaco – (2) Pergine
Arbitri: Marri Luca (Pramstaller Paul e Lazzeri Alex)
(DOB-PER regular season: 5-4, 7-3)
Gara 1: domenica 20 marzo 2011 ore 19 a Dobbiaco
Gara 2: giovedì 24 marzo 2011 ore 20.30 a Pergine
Ev. gara 1: sabato 26 marzo 2011 ore 19 a Dobbiaco

freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco La regular season
Quarti: freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco Gara 1 – freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco Gara 2 – freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco Gara 2
Semifinali: freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco Gara 1 (freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco giudice sportivo) – freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco Gara 2 (freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco giudice sportivo)
freccia dx CU26   Pergine Ora gara 3: obiettivo Dobbiaco Le formazioni

Il gol dell’1-1

httpv://www.youtube.com/watch?v=an4QU866Luo

Immagini

httpvh://www.youtube.com/watch?v=Geu5hqV_jBA

Tags: