Il 60° Minuto: i Sabres agganciano il treno per i Playoff.

I Capitals si impongono in Overtime sui campioni uscenti di Chicago, i Pens portano a casa i 2 punti con un secco 5-1 sugli ultimi in classifica di Edmonton; molto importante in chiave-postseason la vittoria dei Sabres contro i Senators grazie alla quale Miller e compagni scavalcano i Rangers e si installano al 7o posto ad est (stessi punti ma con una partita in più da giocare con Buffalo).

I risultati:

Chicago Blackhawks – Washington Capitals 3-4 OT (1-2; 1-0; 1-1; 0-1 OT)
Edmonton Oilers – Pittsburgh Penguins 1-5 (0-1; 0-2; 1-2)
Los Angeles Kings – Dallas Stars 3-2 (1-0; 1-1; 1-1)
Ottawa Senators – Buffalo Sabres 4-6 (2-2; 1-3; 1-1)
Phoenix Coyotes – Anaheim Ducks 5-2 (2-1; 2-1; 1-0)

Prosegue la striscia positiva per Washington che al Verizon Center si aggiudica i 2 punti contro i detentori della Stanley Cup; ad andare per primi avanti sono proprio gli ospiti che con Leddy (Hossa M. – Frolik) realizzano l’1-0 dopo pochi minuti dal primo ingaggio. La gioia degli ospiti però dura poco e cioè il tempo che impiegano i Caps a pareggiare con Gordon (Laich) che in shorthand rimette in equilibrio il match. A 54″ dalla fine del periodo poi, con l’ uomo in più sul ghiaccio, i padroni di casa realizzano la rete del sorpasso con Arnott (Semin-Wideman). Le emozioni proseguono nel periodo centrale con Kopecky che di polso batte Holtby e rimette di nuovo in pari il tabellino. Nel periodo finale il botta e risposta tra Laich (Hendricks-Fehr) e Toews (Keith-Sharp) prolunga la sfida all’ overtime; nel supplementare ci pensa poi Knuble (Johansson-Wideman) a chiudere il discorso con la rete che vale i 2 punti.

I Sabres battono i Senators e scavalcano i Rangers al settimo posto ad est; doppio botta e risposta nel primo periodo con le reti in successione di Ennis (Connolly-Sekera), Spezza (Karlsson-Gonchar) in Power Play, Vanek (Gaustad-Weber M.)e Greening (Winchester-Spezza). Nella frazione centrale i Sabres tentano l’ allungo con le realizzazioni di Ennis (Connolly-Weber M.) alla doppietta personale e Gaustad (Mancari-Vanek). L’effetto immediato delle 2 reti nell’ arco di 33″ da parte dei Sabres è l’ avvicendamento a difesa della gabbia canadese tra Anderson ed McElhinney. A riportare a -1 gli ospiti ci pensa il solito Spezza ma Gerbe (Weber M. – Pominville) provvede a ristabilire le distanze prima della seconda sirena. Negli ultimi 20 minuti Boyes (Pominville-Sekera) provvede a suggellare la vittoria dei padroni di casa nonostante gli sforzi dei canadesi che portani soltanto alla rete del 6-4 a firma di Karlsson (Spezza) a 45″ dalla sirena finale.

Diamo adesso il consueto sguardo alle “3 Stelle” della serata NHL: terzo posto per Shane Doan (Phoenix) autore di una rete e 2 assist nel 5-2 con cui Phoenix batte Anaheim all’ Honda Center. Secondo posto per Chris Kunitz (Pittsburgh) a referto con 2 reti nella vittoria contro gli Oilers. Primo posto per Tyler Ennis (Buffalo) autore anch’ egli di 2 reti nel 6-4 dell’ HSBC Arena.