Ladies – Gara 1 è piemontese

di Marco Depaoli

Sarà anche hockey femminile ma nessun pregiudizio, gara 1 è stata una vera partita di play-off: tesa, fisica e senza sconti, dove una squadra festeggia e l’altra si lecca le ferite per affrontare la rivincita con ancora più grinta. 2-1 il risultato maturato ai rigori in favore del Real Torino che si mette indiscutibilmente in una posizione favorevole per alzare la coppa del vincitore. Nulla è perduto sul nido delle Eagles: anche l’anno scorso avevamo dato tutti per morto il Bolzano dopo la vittoria in gara 1 dell’Agordo e sappiamo poi come è andata a finire. 
I due soli gol della partita non ingannino, la gara è stata generosa di emozioni col tabellone che sembrava far scorrere veloci i 65 minuti di gioco.

Real Torino senza Orifici, a bordo pista con le stampelle per un ginocchio ko. Tra le bolzanine non c’è Negrisolo, Bazzanella (in dolce attesa) e Bonafini: clavicola rotta al Memorial Kager contro il Caldaro. 

Nemmeno un minuto e il Torino va in gol : lasciata sola Silvia Carignano spara dalla destra di Mazzocchi che ferma il primo tiro, non la ribattuta. Il Bolzano sembra subire il colpo, prova a impostare l’artiglieria ma è la velocità delle schegge del Torino che crea le occasioni più pericolose: al 5:26 De la Forest ci prova da lontano ma il portiere del Bozen è attenta. 5:50 e si fa vivo il Bolzano con Stubner: tiro preciso ma debole. 6:09, la piemontese Saletta fa tintinnare il primo palo della serata mentre sull’altro fronte nuova occasione bolzanina: il rebound viene però smorzato dall’attenta Chiara Traversa. La manovra del Bolzano, a volte lenta e macchinosa viene illuminata dalla velocità di Diana Da Rugna: al 7:12 taglia la squadra sabauda come il burro, evita un “sandwich” dei difensori e sola davanti al portiere scarta Traversa depositando in rete. Al 9:04 il Real distratto si fa cogliere con 6 giocatrici sul ghiaccio: in powerplay Larger si fa tutta la pista ma non fa i conti con Traversa. Anche il powerplay piemontese è sterile: l’occasione migliore è di Casassa il cui tiro è pinzato con sicurezza da Mazzocchi. Il primo tempo finisce col Real in fase di spinta: al 14:07 De la Forest devia un tiro di poco fuori dalla gabbia e poco dopo in powerplay il portiere sudtirolese deve fermare Saletta.

Il ritmo intenso del primo tempo fa calare il fiato e aumentare la fisicità. Nella frazione centrale il Real si fa cogliere ancora platealmente con 6 giocatrici in pista. Al 2:59 potrebbe approfittarne il Bolzano: Fiorese, schierata in attacco per le sue condizioni atletiche post infortunio, si disimpegna sulla fascia e imbecca al bacio Da Rugna lasciata sola nello slot. Il tiro al volo si infrange sul gambale di Traversa, intervenuta in spaccata. Altra penalità del Real, l’imponente difensore Zaccherini al 4:13 fa partire uno slap potente ma centrale. Si rifà avanti il Real al 5:18 con Galliana che in un 1 contro 1 riesce lo stesso a tirare a sorpresa ma addosso al portiere bolzanino. Il Torino, oltre all’azzurra De la Forest (prima linea), fa affidamento nella seconda anche sulla velocità di Chloè Rossi. Nata il 27 gennaio 1997, la sua maglia numero 99 sembra di due taglie più grossa ma anche in virtù del fisico minuto una volta partita è davvero difficile tenerla a bada. Buon senso della posizione tanto che riesce a trovarsi libera al 7:10, ma nel frangente in un 2 vs 1 la compagna Gili preferisce cercare la porta con Mazzocchi che ferma il disco inginocchiandosi. Nell’azione la stessa Gili rimane sul ghiaccio assieme a Bea Larger che dolorante al ginocchio fatica a tornare in panchina. Ghiaccio per lei e stop fino all’intervallo.
Anna de La ForestSorvegliata a vista, De la Forest (nella foto) torna a seminare il panico al 7:26 con Mazzocchi che deve intervenire su una serie di tiri piemontesi. Al 7:59 la veneta Da Rugna colpisce una traversa piena trovando lo spiraglio in un’azione di 3 contro 2. All’8:53 la gabbia tintinna anche per il palo esterno di Angeloni. Il Real si libera dall’empasse all’8:15 con un tiro di Rossi, parato, che non viene colto in rebound grazie a Sacchi che spazza via. Al 10:24 l’imprendibile Da Rugna tira alto e sul capovolgimento di fronte Farinella è decisiva a disturbare il potenziale tiro a botta sicura di Galliana, pronta a raccogliere il passaggio dietroporta. La fine del secondo drittel parla più piemontese: al 16:42 De la Forest tira sulla maschera del goalie e al 19:02 Farinella sventa un’altra occasione pericolosa del Real intevenendo decisa su uno scambio del disco piemontese.

Il terzo periodo si apre ancora con De la Forest che si libera dalle avversarie ma all’1:59 si fa parare il tiro. Al 3:12 Rossi ruba il disco dalla propria difesa, parte verso la porta opposta e non le sta dietro nessuna. Il suo tiro preciso verso l’angolino viene pinzato da Mazzocchi. Al 4:22 in 6 vs 4 (powerplay più penalità differita) lo slap di Angeloni non buca Traversa e al 6:43 Wally Kaser prova a girare dietroporta ma il suo pallonetto finisce fuori. Il gioco si fa sempre più intenso, il Real continua a giocare a due linee inserendo a volte Masperi per dare respiro mentre il Bolzano continua nell’aggiungere alle sue due linee l’apporto di Fiorese e l’austriaca Stubner. Al 9:35 il tiro di Galliana finisce sul gambale di Mazzocchi e al 13:35 in inferiorità è ancora De la Forest che torna ad esaltare le doti di Mazzocchi cercando il “quinto buco”, e quasi trovandolo.
Al 15:05 c’è l’occasione più eclatante per chiudere la partita. Galliana raccoglie sul filo del fuorigioco un passaggio a filtrare e a tu per tu col portiere altoatesino non riesce a concretizzare un vero e proprio rigore. Le ragazze non ce la fanno più e spingono in apnea. Al 17:07 Mazzocchi para con la maschera su Ricca e successivamente al 18:28 sulla sua sinistra vede De la Forest che difende bene il disco, passa al centro per Rossi che però non centra il passaggio infastidita dalla difesa bolzanina.

Si va all’overtime in 4 contro 4. Si parte con De la Forest, Carignano, Elisa Ballardini e Ricca da una parte, Da Rugna, Larger, Angeloni e Sacchi dall’altra. Allo 0:59 Galliana si sistema il disco ma Mazzocchi para mentre 20 secondi dopo c’è spazio per le vivaci proteste del Real. Un disco colpisce la parte superiore del ginocchio sinistro di Farinella che rimane a terra. L’arbitro fa proseguire l’azione per qualche secondo di troppo fermando il gioco quando ormai il Real sta andando al tiro.
Il Real insiste con Saletta al 2:28 di slap e successivamente con Carignano che non centra la porta.

Ai rigori Chiara Traversa non perdona pinzando i tiri di Stubner e Larger con sicurezza. De la Forest invece insacca sotto la traversa un disco imprendibile anche per un portiere professionista. Galliana (nella foto) chiude il giro dei penalty sommersa dalle compagne per festeggiare la prima battaglia vinta.

Appuntamento alla Sill di Bolzano sabato prossimo alle ore 17. Se le Eagles impatteranno la serie si dovrà tornare a Torino senza nemmeno il tempo di rendersene conto.

HC Real Torino – Eagles EV Bozen 84 2-1 d.r. (1-1, 0-0, 0-0, 0-0, 1-0)
Real Torino: Traversa Chiara (Conte Stefania). 1ª: Ricca Valentina, Ballardini Elena; De La Forest Anna “A”, Carignano Silvia, Galliana Valentina “C”. 2ª: Casassa Eugenia, Ballardini Elisa; Saletta Carola, Gili Martina, Rossi Chloè. 3ª: Di Giovanni Melissa, Avanzi Virginia; Battaglia Enrica, Di Mase Alessandra, Masperi Michelle. Allenatori: Zurek Drahoslav e Chiaronna Andrea
Bozen 84: Mazzocchi Giulia (Klotz Daniela). 1ª: Angeloni Michela, Sacchi Alice; Da Rugna Diana “A”, Gius Samantha, Larger Beatrix. 2ª: Farinella Miriam, Zaccherini Nadine; Palaoro Anne, Elliscasis Hanna, Kaser Waltraud “C”; 3ª: Fiorese Rebecca “A”, Stubner Sabrina. Pramstaller Deborah, Alberghina Maria Grazia. Allenatore: Fedrizzi Massimo
Marcatrici: 0:51 (1-0) Carignano (Elena Ballardini, Galliana), 7:12 (1-1) Da Rugna (Gius)
Rigori: Carignano – parato; Stubner: parato. De la Forest – gol; Larger – parato. Galliana: gol.
Penalità: 12-6 (2-4, 4-2, 6-0)
Arbitri: Mauro Costa con Francesco Coccioli
Spettatori: 70

Serie: 1-0 (2-1 d.r.)
Precedenti stagionali: 3-1 (3-1, 4-0, 1-0, 2-3)