Le speranze della Valpe si spengono ai rigori

di Beppe Turina

Valpellice-Valpusteria  3-4 dtr (0-1, 2-2, 1-0, 0-0, 0-1)

E’ del Val Pusteria la maratona hockeistica del Cotta Morandini per l’occasione gremito di gente; ancora una volta il tutto esaurito ha fatto la felicità del cassiere. Gli ospiti devono ricorrere ai rigori e ad un grandissimo Stromberg per avere la meglio su un non irresistibile Valpellice. Pronti via ed è subito il Val Pusteria a passare in vantaggio con Armin Helfer assistito da Hofer e Dicasmirro al minuto 1’56”. La Valpe reagisce e al 3′ Luciano Aquino ruba un disco a metà pista e serve Nikiforuk che s’invola in un uno contro zero, ma spara su Stromberg. Stessa situazione  al 12′, quando Trevisani lancia con un perfetto diagonale Pat Iannone, il quale a tu per tu con Stromberg, nel tentativo di piazzarla, tira alto. Al 16′  del primo tempo è il turno di Alex Silva scontrarsi con la dea bendata: l’ex Varese colpisce il palo vanificando l’ennesimo tentativo di pareggiare. Ad un minuto dalla fine Dicasmirro fa rabbrividire il Cotta Morandini, ma è bravo Regan a respingere di gambale, qualche secondo dopo, il suo collega Stromberg replica su una bella conclusione di Stricker.

La frazione centrale si apre, con il goal del Val Pusteria al 22’13” realizzato da Kelly, assistito da Dicasmirro. Al 23′ il tiro di Max Oberrauch è neutralizzato da un ottimo Regan, la fiodata è propiziata da una bella azione di Desmet dietro porta. Al 25′ è il turno di un vivacissimo Jensen che con un bel tiro lambisce il palo della porta di Regan. Poi scatta il momento Valpe che fa tremare lo stadio, prima riducendo le distanze con Trevor Johnson, assistito da Ganzak e Aquino L. al 30’55”, e un minuto più tardi con Alex Nikiforuk, assistito dagli “Aquinos” che manda in delirio i circa 3.000 spettatori presenti. Il doppio colpo dovrebbe demoralizzare il Val Pusteria, ma gli ospiti reagiscono con diverse buone azioni dei soliti Desmet-Jensen-Cullen e Dicasmirro, trovando anche il gol con Willeit assistito da Dicasmirro e Loyns al 34’45”. Il finale di tempo è di marca Valpe con le conclusioni degli “Aquinos”, Nikiforuk, Johnson e Martinelli, tutti neutralizzati dall’ottimo Stromberg.

Il terzo tempo che si apre con un palo di Iannone al 42′, mentre al 43′ è Desmet a scoccare un bel tiro verso la porta di Regan. Al 48′ disastroso power play della Valpe che consente a Jensen di involarsi verso la porta di Regan che ancora una volta si immola a difesa della sua porta.  Stessa azione sempre in penalty killing per il Val Pusteria ancora con Jensen al 51′. Nel momento buono del Val Pusteria è la Valpe a trovare la via del gol al 56’38” con Alex Silva, il quale inventa una magia dietro porta, ben servito da Johnson e Iannone. Ultimi minuti di sofferenza prima dell’overtime, ma è la Valpe a spingere di più con dei tiri dalla blu di Johnson e Trevisani ed un palo ad un minuto dalla fine di Stricker.

Nel tempo supplementare le due squadre sono molto più guardinghe e aspettano gli avversari nel proprio terzo, i dieci minuti di overtime riservano forti emozioni da una parte e dall’altra, ma sono bravi Regan e Stromberg a parare tutto.

Si va ai rigori, i quali assegnano al Val Pusteria la vittoria, grazie ai goal segnati da Cullen e Desmet, mentre per la Valpe sbagliano Aquino e Nikiforuk.
Vince meritatamente il Val Pusteria ma la Valpe dimostra di non essere per caso in semifinale e di meritare quel posto a pieno titolo.

Cosi l’allenatore della Valpe, Mike Ellis, a fine gara:

“Abbiamo giocato malissimo in powerplay, sfruttandone forse solo uno su cinque; domani lavoreremo molto su questo, loro sono stati molto bravi a bloccare i nostri terzini e a non lasciarli mai tirare. Il loro gioco è stato buono: un gioco che fanno tante squadre quello di far inserire sempre un terzino, infatti i tre gol li ha fatti tutti un difensore; diciamo che dobbiamo lavorare anche su questo. L’uomo che è dalla parte del terzino deve essere più reattivo”

httpvh://www.youtube.com/watch?v=ktT72He0vuE

Tags: