I Foxes pareggiano i conti

di Fabrizio Bombarda

Hc Interspar Bolzano  – Hc Migross Asiago  4–2 (2-1) (1-1) (1-0)

Stasera al Palaonda è di scena gara 2 delle semifinali del massimo campionato. L’Asiago sale al Palaonda forte della vittoria in gara 1 e ben deciso ad ipotecare la finale, mentre i biancorossi devono assolutamente impattare la serie per non compromettere il loro cammino nei play off. Insam rinuncia a Gordon per turn over mentre i vicentini son al completo. Il primo tempo finisce 2 a 1 per i padroni di casa, ma purtroppo chi scrive non è in grado di commentarlo visto che entrare allo stadio in tempo è stato praticamente impossibile viste le centinaia di persone che affollavano le poco organizzate casse del Palaonda.

Il secondo periodo inizia con i biancorossi in avanti, con gli ospiti che subiscono le iniziative dei foxes. Nel giro tre minuti due volte Souza e una volta Scandella spaventano il sempre ottimo Bellissimo, ma la difesa asiaghese è in difficoltà. Quando tutti si attendono il tris del Bolzano, arriva il pareggio dei campioni d’Italia: a causa di un cambio difensivo (copertura di Lehtinen), Fretter si trova a dover fronteggiare M.Henrich in balaustra. Il contrasto del nr.7 biancorosso è troppo morbido e Henrich può così involarsi da solo verso Zaba e freddarlo con un preciso polso all’incrocio dei pali. Un paio di minuti dopo Lehtinen e Borrelli si scambiano alcune “cortesie”, meritandosi quindi due minuti di penalità. Il 4 contro 4 non produce grandi emozioni , ma a 4 secondi dal rientro dei puniti, Souza si esibisce in un coast to coast concludendo poi in rete dopo aver aggirato un non del tutto incolpevole Bellissimo. Bolzano di nuovo in vantaggio. Il gioco prosegue con buon ritmo e intensità degna dì una semifinale, mentre dal punto di vista tecnico le due squadre potrebbero sicuramente fare di più. Al 14°minuto De Marchi e Walcher vengono alle mani guadagnandosi un 2+2. Dopo una buona occasione di Irmen al 18° minuto si va al secondo riposo.

Il terzo tempo inizia con un ritmo leggermente inferiore al secondo, con l’Asiago che pare attendere l’occasione propizia per riagguantare il pareggio senza però scoprirsi troppo. Un botta e risposta Fretter – Benetti  anticipa la rissa tra A.Henrich e Busto che non degenera per il pronto intervento dei linesmen. Un paio di minuti dopo, con De Marchi nel penalty box, Scandella e Mazzolini sfiorano il gol del ko, ma su un veloce ribaltamento di fronte Zaba è quasi miracoloso sulla deviazione ravvicinata di M.Henrich. Da segnalare poco dopo un grande assist del giovane Stevan che consente ad un compagno di impegnare severamente Zaba. Un applauso al nr. 13 ospite. Fra il 13° e il 14° minuto prima Fretter e Scandella per poco non chiudono la partita e poi Benetti, ottimamente servito da De Marchi, sfiora il palo con uno slap da sei metri. 
La pressione degli ospiti è ora molto pesante e costringe il Bolzano a qualche alleggerimento senza pretese non consentendo una vera e propria uscita di zona. Al 18.13 coach Tucker chiama time out e dopo un minuto Bellissimo si accomoda in panchina per lasciare spazio al sesto giocatore di movimento. A venti secondi dalla fine in ben due occasioni il pareggio sembra cosa fatta ma incredibilmente il disco non entra. A quattro secondi dalla fine Fretter riesce a rompere l’assedio e a segnare il gol che sancisce la sofferta, ma tutto sommato meritata, vittoria dei padroni di casa. Si ricomincia da 1 a 1 e giovedì ad Asiago sarà un’altra battaglia.

Il Tabellino:
1° Tempo:
00:41 Irmen (Souza)
01:24 Vigilante (A.Henrich,De Marchi)
03.52 Souza (Insam, Irmen)
2° Tempo:
26:51 M.Henrich (Benetti)
30:38 Souza (Insam, Busto)
3° Tempo:
59:56 Fretter (Souza) (empty net goal)

Migliori in campo:
Bolzano: Souza  –  Asiago: M. Henrich

httpvh://www.youtube.com/watch?v=KPy27PKYoEI

Tags: