U20 – Contro il Merano i Mastini terminano la regular season con un vittoria

Varese – Merano 4 – 2

(com. stampa HC Varese) – Ultima partita della regular season e Varese affronta in casa gli atesini del Merano per una partita che vale la qualificazione ai play off. Dovesse infatti perdere Varese potrebbe, grazie alla classifica avulsa e a due discutibili risultati a tavolino degli avversari, restare esclusa dal girone dei quarti di finale.
Squadre al completo ma con Varese priva dei suoi coach Dvorak e Kudrna, tornati sui banchi di scuola (università dello sport) in Cekia per acquisire i titoli al livello superiore. In panchina quindi scende Andrea De Zordo, responsabile del settore giovanile del Milano e buon conoscitore dei giovani virgulti giallo neri.

Primo periodo all’insegna del gioco, con poche penalità per parte e Varese che finalmente tira di più del proprio avversario. Al quinto minuto vantaggio giallonero con Mazzacane che sfrutta gli ultimi secondi di power play per spedire in porta il puck manovrato da Migliavacca e Lo Russo.

La reazione del Merano non si fa attendere e dopo due minuti le “aquile” pareggiano i conti.
Il periodo scorre veloce e piacevole arrivando alla sirena di fine tempo con i portieri impegnati in buoni interventi a difesa delle rispettive gabbie.

Secondo periodo e nel giro di 20 secondi Varese segna la svolta del match : al 25 e 31 Migliavacca realizza sorprendendo Quagliato su assit del compagno Fiori. Disco al centro e dopo 13 secondi Piccinelli realizza il goal del doppio vantaggio.
Merano subisce il colpo e cerca di reagire con tutte le forze. Varese però non si fa sorprendere e Tesini e la difesa respingono tutte le azioni di attacco dei rosso neri.
Anzi al 36 e 25 una splendida azione in velocità di Migliavacca e Milo viene conclusa in rete da capitan Andreoni che porta così Varese al riposo in vantaggio di 3 reti.

Nel terzo drittel si attende la reazione atesina che arriva puntuale e rabbiosa. Dopo due minuti Merano accorcia in azione di 4 contro 4. Salgono i minuti di penalità da entrambe le parti ma la partita resta sostanzialmente corretta ed i falli fischiati sono normali falli di gioco.

De Zordo gioca a due linee cercando il controllo del risultato mentre Chizzali chiede ai suoi la massima spinta.

Nonostante gli sforzi glia atesini non riescono a sovvertire le sorti dell’incontro e si arriva così al suono della sirena finale con Varese che vince meritatamente conquistandosi sul campo l’accesso ai play off.

Ora, per effetto della sconfitta casalinga dell’Appiano ad opera del Gardena, i ragazzi di Dvorak incontreranno proprio questi ultimi in una serie ad eliminazione diretta al meglio dei tre incontri a partire da giovedì 03 marzo. Primo incontro a Selva di Val Gardena, successivo a Varese sabato 05 ed eventuale “bella” martedì 08 nuovamente a Selva (per effetto del miglior piazzamento nella classifica finale della regular season).

La sfida si fa interessante anche in relazione al rapporto in essere con Milano, visto che i rosso blu di Massimo Da Rin saranno impegnati nelle semifinali di A2 proprio contro il Gardena, giocando sempre un giorno prima della U20 varesina. La dirigenza giallo nera confida che l’amico Massimo renda disponibili per le partite Migliavacca e Latin, al fine di presentare la squadra nella miglior formazione possibile.

Per entrambe le squadre sperare è lecito, crederci è d’obbligo! La sfida Lombarda all’Alto Adige è iniziata.

Tags: