L’Ilves Tampere è CAMPIONE D’EUROPA – Lugano terzo

AISULU ALMATY – ILVES TAMPERE 0 – 1 (0-0, 0-1, 0-0)

Dopo anni di dominio di club russi e svedesi l’Ilves Tampere riscrive la storia dell’hockey femminile europeo, vincendo anche l’ultima partita del girone di finale organizzato a Lugano.
Ma le kazake dei Aisulu Almaty hanno venduto cara la pelle, e pur essendo il fanalino di coda del girone hanno onorato con il massimo impegno la partita di domenica.
Nel primo periodo la pressione delle finlandesi, non ha mai avuto sbocchi concreti davanti alla porta kazaka difesa da Daria Obydennova, la prima frazione finiva cosi a reti bianche.
Nella frazione centrale le finlandesi aumentavano il ritmo alla ricerca della rete, questo metteva un po in crisi le kazake che incappavano in un paio di penalità. Il power play finlandese che già era stato letale contro le Ladies di Lugano nella giornata di sabato, risultava essere letale anche per l’Aisulu., infatti dopo pochi istanti che Heidi Pelttari colpiva la traversa era Saara Tuominen a realizzare la rete per le ragazze di Tampere, rete che risulterà decisiva fino in fondo in quanto nonostante gli attacchi dell’Aisulu, il goalie finlandese Linda Selkee, manteneva inviolata la propria porta fino alla sirena finale, che sanciva così la vittoria dell’Ilves Tampere della Coppa dei Campioni edizione 2010/11.

Nel dopo partita in mezzo ai canti di gioia era la protagonista della rete decisiva Saara Tuominen a commentare la partita:” E’ stato molto difficile giocare contro l’Aisulu è una squadra che difende molto bene e ti lascia pochi spazi di manovra, inoltre eravamo reduci dalla “battaglia” di Sabato contro il Lugano.
Sono molto felice della vittoria dell’Ilves è il primo anno che io gioco con loro e qui mi trovo molto bene, abbiamo molte giocatrice d’esperienza ma anche un buon numero di giovani ragazze reduci dalla conquista della medaglia di bronzo nel mondiale under 18, un gruppo veramente valido e anche VINCENTE.

Marcatori: 32.41 (1-0=PP) Tuominen (Mattila)
Penalità: Aisulu 5 x 2′ – Ilves 2 x2′

HC LUGANO LADIES – SKIF NIZHNI NOVGOROD 4-5 dts (1-1, 0-2, 3-1, 0-1)

Nell’ultima partita del torneo le padrone di casa del Lugano si sono dovute inchinare alle russe del Novgorod per 5-4 dopo i tempi supplementari, Dopo un primo tempo equilibrato chiusosi sul 1-1, in cui alla rete di Evelina Raselli le russe rispondevano pareggiando su tiro di rigore per un fallo commesso da Nicole Bullo, nel secondo periodo nonostante le ticinesi hanno giocato un periodo estremamente offensivo scagliando ben 15 tiri verso la porta di Nadezhda Alexandrova, erano le ragazze di Novgorod a segnare cinicamente due reti sui solo 6 tiri fatti contro la porta della Muller.
L’inizio del terzo periodo vedeva le luganesi accorciare le distanze grazie alla rete di Nadine Muzerall, ma le russe dopo aver fallito un rigore con la Smolentseva, per un fallo commesso dall’italiana Agnese Tartaglione, ristabilivano le distanze con la stessa Smolentseva che segnava la rete del 4-2.
Il Lugano le provava tutte per ritornare in partita, ma uil tempo scorreva inesorabile, coach Lefebvre tentava la più disperata delle mosse togliendo il portiere a due minuti dalla fine e trovando subito la rete con la lettone Iveta Koka, vista la buona riuscita della mossa, pochi secondi dopo l’ingaggio a centro pista, veniva nuovamente richiamata fuori la Muller e con il sesto giocatore di movimento il Lugano riusciva a pareggiare con la Misikovetz per il tripudio del pubblico di fede luganese.
A questo punto si giocava il tempo supplementare che in virtù della classifica doveva decidere la squadra seconda classificata. Una penalità comminata alla Misikovetz consentiva alle russe di giocare per due minuti in 4 contro 3, troppo ghiotta l’occasione per farsela scappare, Alexandra Kasputina, sfruttava l’assist di Oxana Tretyakova per segnare la rete del 5-4 che vuol dire medaglia d’argentao per le ragazze russe.
Marcatori:
14.56 (1-0) Raselli (Buser) PP1
15.19 (1-1) Rantamaki Penalty shot
20.48 (1-2) Smolentseva
36.07 (1-3) Smolentseva
42.24 (2-3) Muzerall(Misikovetz)
46.32 (2-4) Tretyakova (Shukina)
58.31 (3-4) Koka (Muzerall-Misikovetz)
59.05 (4-4) Misikovetz (Koka-Bullo)
62.35 (4-5) Kapustina (Tretyakova) PP1
Penalita: Lugano: 3 x 2’ – Novgorod: 5 x 2’
Lugano Ladies: J. Müller; Murray, Bullo; Buser, McLeod; Kalbermatter; Tartaglione, I. Müller, Gyseler; Koka, Muzerall, Misikowetz; Raselli, Meyer, Eggimann
Arbitri: Hove (NOR); Boniface (FRA), Skovbakke (NOR)
Note: Al 35.19 rigore sbagliato dalla Smolentseva. Al 49.12 palo colpito da Kira Misikowetz. Al 57.26 timeout Lugano Ladies, al 61.29 timeout dello SKIF Novgorod.

Classifica 
.    P.ti G V + + P  gol  +/-
Tampere 8 3 1 1 0 0 11:7  +4
SKIF    5 3 1 1 0 1 10:9  +1
Lugano  4 3 0 1 2 0 10:11 -1
Aisulu  1 3 0 0 1 2  1:5  -4

Risultati
Ilves Tampere – SKIF Nizhini Novgorod 5-3  (4-0, 0-2, 1-1)
HC Lugano – Aisulu Almaty 2-1 d.r. (0-0, 0-1, 1-0, 0-0, 1-0)
SKIF Nizhini Novgorod – Aisulu Almaty 2-0 (1-0, 0-0, 1-0) 
Ilves Tampere – HC Lugano 5-4 ot (0-0, 3-2, 1-2, 1-0)
Aisulu Almaty – Ilves Tampere 0 – 1 (0-0, 0-1, 0-0)
HC Lugano – SKIF Nizhini Novgorod 4-5ot (1-1, 0-2, 3-1, 0-1)

freccia dx Ladies   Lugano a un passo dal tetto dEuropa Tutto sulla Coppa Campioni 

Albo d’oro
2011 Ilves Tampere (FIN) (2° SKIF Nizhny Novgorod, RUS)
2010 Torpedo Mosca (RUS) (2° Blues Espoo, FIN) 
2009 SKIF Nizhny Novgorod (RUS) (2° Lohja, FIN) 
2008 AIK Solna (SVE) (2° Blues Espoo, FIN)
2007 AIK Solna (SVE) (2° Tornado Mosca, RUS) 
2006 AIK Solna (SVE) (2°)
2005 AIK Solna (SVE) (2° SKIF Mosca, RUS)