EWCC – L’overtime punisce il Lugano e ora serve un miracolo

LUGANO – Nella prima partita della giornata sono le russe dello Skif Nizhni Novgorod ad aggiudicarsi l’incontro per 2-0 con una rete nel primo periodo realizzata da Karoliina Rantamäki al minuto e 11.05 e alla rete di Yekaterina Smolentseva al minuto 41.03, una partita che le russe hanno ben gestito per due periodi, salvo poi dover sventare i tentativi di rimonta da oarte delle kazake dell’Aisulu Almaty.
Nella seconda partita, le ragazze allenate da Pat Lefebvre dopo aver vinto ai rigori la partita di ieri, provano a partire forte anche oggi e al terzo minuto il primo disco “buono” è sulla stecca della Misikowetz, ma il suo tiro è parato, l’azione seguente è Mari Saarinen ad impegnare il goalie ticinese Jessica uller. Le finlandesi pattinano molto e a cavallo dell’ottavo minuto sfiorano il vantaggio con una mischia davanti alla gabbia del Lugano.

Il Lugano all’ottavo minuto gode di un power play ma non è cosi efficace e anzi è Fiona McLeod a dover ricorrere al fallo per fermare un contropiede ben costruito dall’Ilves.
Passato lo spavento le Ladies prendono le misure alle avversarie e vanno anche vicino al vantaggio, con un tiro della Buser che i infrange sul palo.
Nel finale di tempo, altra superiorità numeriva del Lugano, ma il risultato non si sblocca dallo 0-0 iniziale.
Il Lugano riparte all’attacco e nonostante la pressione non riesce a capitalizzare la superiorità numerica, ma al minuto 23.08 una percussione da destra di Iveta Koka porta al vantaggio delle Ladies. Sulle ali del vantaggio il Lugano potrebbe raddoppiare ma Nadine Muzerall sbaglia una facile deviazione sotto porta.
Le finniche raggiungono la parità dopo una penalità comminata alla Raselli, è Sari Karna a mettere il disco alle spalle della Muller, dopo un’azione costruita dalla Tuominrne dalla Kotkaslahti.Al 31.31 raddoppio delle finlandesi con la Kotskalahti che realizza dopo che Anna Kilponen ha recuperato un disco vagante a centro pista.
Il Lugano accusa il colpo e l’Ilves realizza al 32.41 la terza rete ancora in power play con Sari Kaarna.
Pat Lefebvre vuole fermare la furia finlandese e chiama il timeout per il Lugano.
Le ladies sembrano reagire ma con poca convinzione, ma quando sta per concludersi il secondo periodo è Bettina Meyer a riaccendere le speranze per le ticinesi sfruttando al 39.36 un preciso assist di Nicole Bullo.
Le squadre vanno quindi al secondo riposo con l’Ilves avanti 3-2
Le Ladies ci credono e aggrediscono le avversarie fin da subito e i risulyani premiano la tenacia della squadra svizzera, il pareggio arriva al 42.30 per mano di Nadine Muzerall che sfrtta un perfetto assist di Nicole bullo.
Il Lugano ora ci crede e complici alcune penalaità ricevute dalle finlandesi pressano e concludono molto contro la porta di Linda Seelke, ma come una doccia Fredda arriva al 54.48 la rete della Tuominen dopo l’ennesimo disco recuperato a centro pista dalle finalndesi.
Disperato l’assalto orchestrato dalle ragazze allenate di Lefebvre, negli istanti finali viene tolto il goalie Muller e la mossa porta al meritato pareggio siglato da Kiira Misikovetz dopo un’azione costruita dalla solita Nicole Bullo.
Si va cosi ai tempi supplementari, il gioco è comunque spumeggiante, le ragazze di Lugano sembrano averne più delle avversarie, ma le finniche sono ben organizzate e sull’ennesimo disco recuperato a centro pista è ancora Sari Karna a seglare la rete della vittoria al minuto 63.53.
Un vero peccato per la squadra di Lugano che se l’è giocata fino in fondo contro una squadra di alto livello internazionale.

Ilves Tampere – Lugano Ladies d.s. 5-4 (0-0, 3-2, 1-2, 1-0)
Reti
:
23.18 (0-1) Koka (Muzerall-Buser)
29.57 (1-1=PP) Kärmä (Tuominen-Kotkaslahti)
31.31 (2-1) Kotkaslahti (Kilponen)
32.41 (3-1=PP) Mattila (Kotkaslahti-Tuominen)
39.26 (3-2) Meyer (Bullo)
42.30 (3-3) Muzerall (Misikowetz)
54.48 (4-3) Tuominen (Saarinen-Mattila)
59.22 (4-4) Misikovetz (Koka-Muzerall) (in 6 vs 5)
63.51 (5-4) Kärmä (Kilponen)
Lugano: J. Müller; Buser, McLeod; Murray, Bullo; Kalbermatter; Raselli, Meyer, Eggimann; Koka, Muzerall, Misikowetz; Tartaglione, I. Müller, Gyseler
Penalità: 6 x 2′ contro l’Ilves Tampere, 4 x 2′ contro le Lugano Ladies
Arbitri: Hertrich (GER); Adler (GER), Skovbakke (DEN)
Spettatori: 502 
Note: al 13.05 palo di Nathalie Buser. Al 31.41 timeout Lugano Ladies. Lugano Ladies dal 58.52 al 59.22 senza portiere

__________________________

A fine partita abbiamo intervistato Pat Lefebvre allenatore delle Ladies di Lugano,
Nel secondo tempo qualche errore di troppo, ma nel terzo tempo avete trovato energie nascoste che vi hanno portato al meritato pareggio cosa ci puoi dire?

Questo è lo spirito di squadra e di sacrificio che ho chiesto alle ragazze, sapevo che avevo a disposizione un gruppo stupendo, peccato per aver sfiorato l’impresa ma sono comunque soddisfatto

Forse se si può rimproverare qualcosa è stata la ricerca dell’azione individuale.

In effetti quando si gioca 4 contro 4 spesso il risultato viene deciso da azioni individuali, è andata bene a loro ma poteva andare a bene a noi

Sul fallo subito da Iveta Koka cosa ci puoi dire?

Doveva a mio avviso essere sanzionata con 5 minuti più penalità di partita, purtroppo oggi l’arbitraggio non è stato ottimo come quello di ieri, ci voleva più uniformità, peccato ma va bene così

E sulla partita di domani cosa ci puoi dire?

Abbiamo l’opportunità di guadagnare altri 3 punti, è difficile per la vittoria finale, ma non impossibile, anche l’Ilves deve vincere se vuole aggiudicarsi il trofeo, noi faremo del nostro meglio, poi vediamo cosa succede.

Avete però dimostrato di poter competere con i club più titolati d’Europa?

Sì a livello di tenuta fisico atletica, ma anche a livello tecnico, sono molto soddisfatto delle mie ragazze, e faccio loro i complimenti per quello fini qui dimostrato.

Classifica 
.    P.ti G V + + P  gol +/-
Tampere 5 2 1 1 0 0 10:7 +3
Lugano  3 2 0 1 1 0  6:6  0
SKIF    3 2 1 0 0 1  5:5  0
Aisulu  1 2 0 0 1 1  1:4 -3

-> gli altri risultati e l’ultimo turno