Un’amichevole, in vista dei Playout tra Bienne e Ambrì

(Com. Stampa HC Ambrì Piotta) – Una partita scivolata via come un’amichevole, in attesa di giocare la serie di playout tra Bienne e HCAP. Da segnalare un ferimento accidentale di Alain Demuth, che si è procurato un taglio sul cranio: 12 punti per lui.

Non si poteva certo pretendere che Ambrì e Bienne offrissero uno spettacolo degno di nota nell’ultima partita della regular season, in cui l’unica posta in palio per i biancoblù era rappresentata dalla possibilità o meno di lottare per avere un derby di playout piuttosto che la terza sfida della salvezza contro i bernesi.

Alla fine è prevalsa la seconda opzione, con i leventinesi che hanno a dire il vero giocato la loro partita, sfiorato il gol in più di un’occasione ma in definitiva senza scomporsi più di quel tanto. Sostanzialmente, visti i numerosi giocatori dati per assenti, è stato giusto così, onde anche evitare degli inutili infortuni. La prudenza non ha però risparmiato a Demuth il dispiacere di rientrare frastornato negli spogliatoi a metà del terzo periodo.

La partita si era aperta con la chiara intenzione da parte dei ragazzi di Constantine di contenere le timidissime folate offensive locali, con i ticinesi che hanno evidenziato la consueta organizzazione difensiva e si sono resi protagonisti anche di alcune pregevoli ripartenze in contropiede.

Nel terzo centrale sono invece stati Raffainer e Hofmann in breve successione a impensierire seriamente Reto Berra, che ha però ben resistito e permesso ai compagni di andare alla pausa con il punteggio ancora immacolato, sebbene nessuna delle due compagini abbia mai dato l’impressione di voler veramente cercare il vantaggio.

Negli ultimi 20 minuti è poi successo ciò che era più logico e prevedibile. L’Ambrì, dopo aver sprecato un 3 contro 1 nei primi minuti, ha tirato lentamente i remi in barca, incassando la prima rete ad una decina di minuti dal termine per mano di Beaudoin, che ha risolto una situazione confusa davanti a Bäumle. “L’accademia” andata in scena da quel momento alla fine ha poi poca importanza, con i locali che hanno allungato con Lötscher, Zigerli a porta vuota, e a sei secondi dal termine ancora con Tschantré.

Un 4-0 che di significati ne ha davvero pochi, dato che la rivincita andrà in scena già sabato, quando i leventinesi saranno chiamati a scendere di nuovo sul ghiaccio dell’Eisstadion di Bienne. Sul serio, questa volta.

www.hcap.ch

EHC Biel – HC Ambrì Piotta 4-0 (0-0; 0-0; 4-0)

Stadio: Eisstadion
Spettatori: 3863
Arbitri: Koch/Kurmann, Fluri/Müller

Reti:
49.45 Eric Beaudoin (Mieville, Bordeleau) 1-0; 54.36 Kevin Lötscher (Gloor, Gossweiler) 2-0; 59.19 Manuel Zigerli (Schlagenhauf; a porta vuota) 3-0; 59.54 Mathieu Tschantré (Gossweiler, Peter) 4-0.

Penalità:
EHCB = 2 x 2 Min
HCAP = 2 x 2 Min

Formazioni:
HCAP = Bäumle; Guerra, Bundi; Hofmann, Kariya, Pestoni; Schulthess, Stirnimann; Veilleux, Zanetti, Duca; Marghitola, Randegger; Demuth, Walker, Raffainer; Casserini, Meier; Murovic, Brunner, Botta.

Note: Ambrì senza Kobach, Gautschi, Kutlak, Denisov, Westrum, Incir, Landry, Bianchi, Isabella (infortunati).

Tags: ,