Il 60° Minuto: La cinquina dei Lightning nel primo tempo “ammazza” i Coyotes”

Sei le partite giocate nella notte con un equilibrio tra vittoria in casa ed in trasferta, i Sabres ed i Senators fanno valere l’apporto del pubblico amico battendo Thrashers e Panthers.
Per i Penguins invece non basta l’arena casalinga ne la doppietta di Kennedy a vincere sono gli Sharks all’OT; i Lightning invece a suon di gol si sbarazzano dei Coyotes.
Nella Western Conference invece cadono gli Avalanche battuti dagli Oilers sconfitta anche per i Ducks patita per mano dei Kings.

I Risultati:

Atlanta Thrashers-Buffalo Sabres 1-4 (0-1;1-2;0-1)
Florida Panthers-Ottawa Senators 1-5 (0-1;1-2;0-2)
San Jose Sharks-Pittsburgh Penguins 3-2OT (0-1;1-0;1-1;1-0)
Phoenix Coyotes-Tampa Bay Lightning 3-8 (0-5;1-2;2-1)
Edmonton Oilers-Colorado Avalanche 5-1 (1-0;2-1;2-0)

Los Angeles Kings-Anaheim Ducks 3-2 (2-1;0-1;1-0)

É difficile recuperare il risultato dopo una partenza ad Handicap, se poi lo svantaggio è di cinque reti, beh allora l’impresa diventa disperata.
Sicuramente importanti sono state le prime due marcature per il Bolts che sbloccano il risultato con Purcell al 01:59 ed un minuto più tardi la deviazione sotto porta di St Louis (Harju-Thompson) inganna LaBarbera che viene superato da una parabola beffarda.
Ai Lightning gira tutto per il verso giusto, i Coyotes concedono tre superiorità agli avversari ed i padroni di casa non si lasciano sfuggire l’occasione: prima al 07:54 è St Louis (Lecavalier-Bergeron) a segnare il terzo gol (doppietta personale) poi Stamkos (Clark-Lecavalier) al 14:55 e per concludere anche Lecavalier (St Louis-Stamkos), sempre in PP con un pregevole tiro al volo da posizione decentrata mette la sua firma sull’incontro.
Chiuso il primo tempo sul 5-0 i Lightning infieriscono nel secondo, Purcell va in rete due volte di fila, una al 02:43 assistito da Lecavalier-Jones e una al 08:17 coadiuvato da  Lecavalier-Gagne completando così la personale tripletta e portando i suoi sul 7-0.
A questo punto un po’ di appagamento può anche starci e allora i Coyotes ne approfittano segnando  il primo gol della serata con  Hanzal (Boedker-Vrbata) al 12:28 del secondo periodo.
Il match sembra aver detto tutto, ed invece nel terzo tempo i padroni di casa non ancora appagati realizzano al 04:52 con Hall (Bergenheim-Moore) l’ottava marcatura della serata.  Chiudono le danze altri due centri ospiti con Turris (Doan-Schlemko) e Schlemko (Korpikoski).

Match giocato alla pari quello tra Kings e Ducks, con quest’ultimi che escono sconfitti dall’arena casalinga; all’inizio sono gli ospiti che passano per primi in vantaggio al 12:13 con Smyth (Johnson-Stoll) che in agguato nello slot con un tap-in sfrutta il rebound concesso da Mcelhinney.
Passa poco più di un minuto e Selanne (Lydman-Sexton) con una deviazione porta sul pari l’incontro.
Un rapido capovolgimento di fronte porta però gli ospiti sull 2-1:  Williams scende lungo la balaustra e mette un disco verso la gabbia di  Mcelhinney, il goalie respinge ma come un falco si avventa Kopitar (Williams-Quick) che infila il puck in rete.
Nel secondo tempo Perry (Sbisa-Ryan) riesce a pareggiare per i padroni di casa, ma al 06:45 del terzo tempo Mitchell (Williams-Lewis) indovina la bomba appena dentro la blu che s’infila in fondo al sacco.
Il tempo per un pareggio da parte dei padroni di casa ci sarebbe, ma Quick fa buona guardia salvaguardando il risultato.

Veniamo per finire alle stelle di giornata, con la prima posizione che va a Vincent Lecavalier (Tampa Bay) con 1 gol e 4 assist prestazione maiuscola per lui così come per tutta la squadra; Ryan Miller 40-41 (Buffalo) in seconda posizione con un solo gol subito ma molti quelli evitati.
Patrick Marleau chiude in terza posizione con una doppietta che contribuisce al successo esterno degli Sharks sui Penguins, in particolare pesantissimo il suo gol all’OT; ricordiamo inoltre Teddy Purcell autore della tripletta che ha contribuito alla vittoria sui Coyotes e Martin St Louis e  doppietta Tyler Kennedy (Penguins) entrambi autori di una doppietta.