Il 60° Minuto: Colorado rialza la testa

Programma ricco in NHL quello del martedì notte oltreoceano con ben 10 incontri in programma: vittorie esterne per Phoenix, che va ad espugnare il wachovia center, per i Rangers che nella partita da “Fratelli contro” (Eric e Marc Staal) si impongono ai rigori; gli Avs risorgono contro St. Louis ed interrompono una striscia negativa che durava da 10 match. Nelle altre gare in programma vittorie interne per Columbus su Nashville, per Toronto contro gli Isles, per Minnesota che si impone su Edmonton. Infine New Jersey che sconfigge Dallas, Boston che va a vincere a Calgary e gli Habs che portano a casa il derby contro Vancouver.

I Risultati:

Phoenix Coyotes – Philadelphia Flyers 3-2 OT (0-1; 0-0; 2-1; 1-0 OT)
New York Rangers – Carolina Hurricanes 4-3 SO (1-1; 1-0; 1-2; 0-0 OT; 1-0 SO)
Nashville Predators – Columbus Blue Jackets 0-4 (0-0; 0-0; 0-4)

New York Islanders – Toronto Maple Leafs 1-2 (0-1; 1-0; 0-1)
San José Sharks – Detroit Red Wings 4-3 (1-0; 2-2; 1-1)
Edmonton Oilers – Minnesota Wild 1-4 (0-0; 1-1; 0-3)
Colorado Avalanche – St. Louis Blues 4-3 (2-1; 0-1; 2-1)
New Jersey Devils – Dallas Stars 1-0 (0-0; 0-0; 1-0)
Boston Bruins – Calgary Flames 3-1 (1-0; 0-0; 2-1)
Montreal Canadiens – Vancouver Canucks 3-2 (2-0; 1-1; 0-1)

Paul Stastny pone fine all’ incubo degli Avalanche e dei loro tifosi, che non vedevano i propri beniamini portare a casa i 2 punti da ben 10 turni. Andati in doppio vantaggio nello spazio di mezzo primo tempo con le reti di David Jones (Stastny-Liles) e il raddoppio in Power Play di Hejduk (Liles-Stastny), gli ospiti subiscono il ritorno da parte dei Blues che prima accorciano le distanze nella seconda metà del periodo iniziale, poi pervengono al pareggio grazie a Chris Stewart (Shattenkirk-Boyes) che approfitta di un Power Play e negli ultimi minuti del periodo centrale firma il 2-2. Nel terzo periodo però gli Avs, decisi ad interrompere il digiuno, ritornano in doppio vantaggio grazie a Johnson e Stastny. A nulla vale la seconda marcatura personale di Stewart (McDonald-Nikitin) che riduce soltanto lo svantaggio e così in Colorado possono festeggiare la fine del digiuno.
Netta affermazione per Columbus che si impone con un secco 4-0 nel confronto interno con i Predators; nei primi 2 periodi sono i goalie a dettar legge: nei primi 20 minuti spicca la prestazione di Rinne che mette in carniere 13 salvataggi mentre nel periodo di mezzo è Mason a postare un’ ottimo 11-11 nella casella delle parate. Per vedere le realizzazioni bisogna arrivare agli ultimi 20 minuti: ad aprire le danze ci pensa capitan Nash (Tyutin-Vermette) che da il primo dispiacere della serata al goalie finnico degli ospiti. Il raddoppio è opera dello special team di casa con Calvert (Russell-Tyutin). Passano pochi minuti ed ecco il 3-0 con Vermette (Russell-Clitsome) mentre a chiudere il tabellino è ancora Nash (Vermette-Voracek) in situazione di Power Play. Buona prova di Mason che alla fine realizza 20 parate che gli valgono il terzo shutout stagionale.
Diamo ora il solito sguardo alle “3 Stelle” della serata: questa volta a farla da padroni sono i goalie con al terzo posto troviamo Ilya Bryzgalov (Phoenix) autore di 37 parate su 39 tiri nel match contro i Flyers. Al secondo posto ancora un goalie: Carey Price (Montreal) anche lui con 37 parate su 39 tiri contro i Canucks. Primo posto per il veterano Joe Thornton (S. Josè) a referto con una rete e 2 assist nella vittoria 4-3 contro i Red Wings.Da ricordare anche le doppiette di Jussi Jokinen (Carolina), Rick Nash (Columbus), Danny Cleary (Detroit), Chris Stewart (St. Louis) e Milan Lucic (Boston).