Vipiteno-Merano sospesa. Broncos a muso duro

Non c’è pace per il Vipiteno e per la serie A2. Rimasti amaramente nel torneo cadetto dopo i tentativi di promozione e le polemiche estive, il Vipiteno ha deciso di esporsi pesantemente riguardo Gara 3 dei quarti di finale play-off di ieri contro il Merano, partita sospesa al secondo intervallo sull’8-0 per il rifiuto della squadra bianconera di tornare a giocare.
In una lettera ufficiale inviata alle autorità sportive e alle squadre di serie A2 il Vipiteno definisce “antisportivo” il comportamento del Merano che crea un danno “irreparabile” al nostro sport. Si parla di un episodio spiacevole di cattivo esempio per i giovani con un “impatto devastante per la reputazione del nostro sport“. La missiva si conclude chiedendo una punizione esemplare ai responsabili che possa evitare che si possa ripetere una situazione simile in futuro.

La lettera è stata recapitata come detto a tutte le squadre di Serie A2, al presidente della Felderazione Sport su Ghiaccio Giancarlo Bolognini, al responsabile hockey Karl Linter, al presidente del comitato regionale Christian Trettl e al presidente del CONI Giovanni Petrucci.

Da parte meranese per il momento ci si stringe in un “no comment” rendendo noto “di non pubblicare nessuna presa di posizione e nessun commento ufficiale in merito alla partita di ieri sera. Questo averrà in un secondo momento“.

Non è la prima volta che una squadra si rifiuta di continuare a giocare. Che si ricordi nell’Alpenliga 1992 il Bolzano decise di non continuare una gara spigolosa a Klagenfurt, perdendo 0-5 a tavolino e rischiando di non qualificarsi per la Final Four, poi raggiunta solo all’ultima giornata. Due stagioni dopo in campionato il CourmAosta ritirò la squadra sul 2-2 al Palaonda dopo scontri tra i giocatori valdostani con il pubblico. I Leoni gialloneri subirono pesanti squalifiche oltre alla sconfitta a tavolino.
Più recentemente, l’anno scorso alla Sill nel campionato Under 26 il Chiavenna protestò dopo un infortunio per il ritardo dell’ambulanza tornando in Lombardia senza terminare la partita. La giustizia sportiva decise la ripetizione della partita, la squalifica della pista del Bozen 84 e il rimborso delle spese della trasferta a carico dei bolzanini.
Partita sospesa anche settimana scorsa per il campionato under 13 con in causa il Como e il Varese.

Vipiteno-Merano 8-0 (2-0, 6-0)
02:16 (1-0=PP) Olegs Sorokins (Gander M., Schutte M.), 19:50 (2-0) Christian Sottsas (Sorokins O., Stofner H.), 22:59 (3-0) Tobias Kofler, 27:37 (4-0) Mike Hamilton, 28:15 (5-0) Randall Gelech (Sorokins O., Hamilton M.), 32:05 (6-0) Mike Hamilton (Schutte M., Hackhofer F.), 36:41 (7-0) Olegs Sorokins (Galach R., Schutte M.), 38:15 (8-0) Fabian Hackhofer
Pernalità: Merano 14+10 (6, 8 +10 a Max Ansoldi per comportamento antisportivo)
Vipiteno 12 (10, 2)