Il 60° Minuto: l’ Hat Trick di Semin interrompe il digiuno dei Caps

Programma ricco nella serata NHL: vincono ancora i Leafs che si impongono in casa di Buffalo; interrompono la striscia di sconfitte i Capitals, che si impongono per 7-6 ad Anaheim mentre prosegue la caduta libera di Colorado che perde contro i Penguins ancora falcidiati dagli infortuni. Nelle altre gare vittoria agli shootout per i Kings su Columbus,dei Devils sugli Hurricanes, di Philadelphia su Florida, di Chicago su Minnesota e di Calgary su Dallas.

I Risultati:

Toronto Maple Leafs – Buffalo Sabres 2-1 (0-0; 1-0; 1-1)
Los Angeles Kings – Columbus Blue Jackets 4-3 SO (1-1; 1-1; 1-1; 0-0 OT; 1-0 SO)
Carolina Hurricanes – New Jersey Devils 2-3 (0-0; 0-1; 2-2)
Philadelphia Flyers – Florida Panthers 4-2 (2-0; 1-0; 1-2)
Minnesota Wild – Chicago Blackhawks 1-3 (0-1; 0-0; 1-2)

Pittsburgh Penguins – Colorado Avalanche 3-2 OT (1-0; 1-2; 0-0; 1-0 OT)
Dallas Stars – Calgary Flames 2-4 (0-1; 2-1; 0-2)
Washington Capitals – Anaheim Ducks 7-6 (2-3; 2-2; 2-1)

Si interrompe la striscia negativa di Washington ed a farne le spese sono i Ducks che davanti ai propri tifosi perdono 7-6 il confronto con la franchigia della capitale. A portarsi in vantaggio sono i padroni di casa con Getzlaf (Blake-Ryan) che dopo poco più di 4′, in Power Play, realizza l’ 1-0. A rimettere le cose in equilibrio ci pensa il solito Ovechkin (Backstrom-Alzner); passano poco meno di 6 minuti e gli ospiti si portano in vantaggio con Laich. Le emozioni del periodo non finiscono qui ed infatti i padroni di casa ribaltano ancora il risultato negli ultimi 2 minuti del tempo con le reti di Selanne (Koivu-Sbisa) e Lydman (Perry-Getzlaf).
Nel periodo centrale Boudreau lascia Varlamov, reo di aver preso 3 reti su 9 tiri, in panca per Neuvirth, ma sono i Ducks a segnare ancora con Perry (Sbisa-McMillan) che in short hand realizza il 4-2 dando il primo dispiacere della serata al neo-entrato. Gli ospiti tuttavia non ci stanno e riportano il match in parità prima con Steckel (Gordon-Hendricks) e poi con la prima realizzazione, dal 28 Novembre di Semin (Johansson-Ovechkin). A chiudere il boxscore della frazione centrale ci pensa Visnovsky (Perry-Getzlaf) che rimette avanti i Ducks. Il periodo finale si apre con il botta-e-risposta tra Knuble (Backstrom-Alzner), che riporta in pari il match e Bobby Ryan (Getzlaf-Perry) che ridà ai tifosi l’illusione del vantaggio; illusione spezzata dalle 2 reti (che unite a quella del periodo centrale gli vale l’ottavo Hat Trick in carriera) di Semin che ridanno fiato ai Capitals dopo un periodo preoccupante.
Seconda affermazione consecutiva per i Leafs che con il 2-1 in casa dei Sabres tentano di ravvivare le speranze di centrare la postseason; primo periodo con protagonisti i goalie che tengono inchiodato lo 0-0 fermando tutte le conclusioni, da una parte e dall’altra. Al rientro sul ghiaccio a difendere la gabbia canadese a Giguere subentra Reimer per infortunio e dopo meno di 5 minuti arriva la rete del vantaggio dei Leafs con Kessel (Kaberle-Lupul) alla terza rete in due gare. I Leafs raddoppiano poi nel terzo periodo con la rete in short hand di Joey Crabb (Brent) alla prima rete in maglia Leafs; la reazione dei Sabres si concretizza poco dopo con la rete di Gaustad (Stafford-Butler) che accorcia le distanze; il riaggancio tuttavia non si concretizza e i Leafs possono ancora cullare qualche (piccola) speranza per i playoff (attualmente occupano l’undicesimo posto ad est a 6 punti dall’ottava piazza).
Diamo adesso la consueta occhiata alle “3 stelle” della serata: terzza posizione per Daniel Briere (Philadelphia) autore di un gol e 2 assist nella vittoria su Florida. Seconda posizione per il goalie Corey Crawford (Chicago) autore di 33 salvataggi nel match vinto contro Minnesota. Prima posizione per Alexander Semin (Washington) tornato al goal dopo 18 gare che realizza l’ hat trick contro Anaheim.