Cortina lotta fino a 21″ dalla fine ma ai play-off va l’Alleghe

(com. stampa SG Cortina) – Grande attesa per un derby bellunese che vale l’intera stagione: Alleghe contro Cortina non si gioca solo per la storica rivalità che divide le due formazioni ma anche per l’accesso all’ottava ed ultima posizione che vale i playoff. L’Alleghe, in vantaggio di due punti sul Cortina, ha bisogno di un solo punto per strappare il biglietto dei playoff essendo in vantaggio negli scontri diretti stagionali contro gli ampezzani.

Il Cortina, dal canto suo, ha un solo risultato utile: la vittoria ai regolamentari porterebbe la squadra di McKay ai playoff dopo un anno di assenza. Le squadre sono annunciate al completo. Bonello assente per turnover per l’Alleghe. Stessa sorte per Burns in casa Cortina. Il De Toni per l’occasione è gremito in ogni ordine di posto. Inizio veemente dei padroni di casa che cingono d’assedio subito la porta di Munro che deve salvare su Faulkner ma nulla può contro Alberto Fontanive che realizza l’immediato vantaggio delle “Civette” agordine (1:37). Una gara che entra subito nel vivo con gli ospiti che tentano di riorganizzarsi. Alleghe che quando parte in velocità è micidiale, Cortina che cerca di manovrare il disco per portarsi dalle parti di Dennis. Lo stesso estremo agordino deve subire i tanti tiri del Cortina che cerca di tenere sempre impegnato il portiere biancorosso. La gara, nel contempo, è godibile e piacevole perché gli arbitri , almeno nel primo tempo, lasciano correre. Nel primo tempo, infatti, non si registra alcuna penalità. Con il passare dei minuti la gara sale di tono con continui capovolgimenti ma il risultato non cambia e si va al primo intervallo con l’Alleghe avanti di un gol. Nella seconda frazione arrivano le prime penalità. Zandonella si accomoda in panca puniti ma l’occasione migliore è di Johansson che in contropiede sfiora il pareggio. Il Cortina è più concreto in questa seconda frazione ed al primo powerplay passa a condurre: Schultz e Johansson costruiscono e Wennenberg realizza la rete del pareggio con l’uomo in più (24:06). Sulle ali dell’entusiasmo il Cortina sfiora ripetutamente il vantaggio che non arriva grazie a Dennis. Una penalità a Moser spezza l’assedio alla porta agordina e la partita torna sui binari dell’equilibrio. Con il passere dei minuti gli ospiti riprendono il controllo della gara, molto diversa rispetto al primo tempo e molto più ragionata, ma non riescono a trovare il gol del vantaggio. Il periodo si conclude in perfetta parità rimandando qualsiasi decisione al terzo tempo. Nel terzo tempo l’Alleghe trova una superiorità ma il risultato non cambia. La gara si fa contratta e tesa: la posta in palio è altissima e nessuno rischia più di tanto. L’Alleghe inizia a presentarsi dalle parti di Munro con più frequenza ma il tabellone del De Toni è sempre fermo sulla parità. Con questo risultato l’Alleghe è qualificato ma fino al 60’ tutto può succedere. Il Cortina non sembra più avere la forza del secondo tempo e Dennis fa buona guardia. Ormai il Cortina è legato al cronometro. Munro deve uscire perché solo una vittoria qualificherebbe il Cortina. A porta vuota Kovacevic pesca il gol della vittoria e della definitiva qualificazione agordina ai playoff (59:39). Finisce 2-1 per l’Alleghe che vola ai playoff in ottava posizione ed incontrerà il Val Pusteria. Il Cortina ci ha provato fino all’ultimo ma per il secondo anno di fila non si qualifica per i playoff e la sua stagione termina con questa sera. Onore, comunque, agli ampezzani che sono riusciti fino a 21 secondi dalla sirena finale a tenere vive le possibilità di una possibile qualificazione per un derby che è stato giocato ad altissima intensità ed ha divertito il pubblico del De Toni.

Coreografia
httpvh://www.youtube.com/watch?v=Wcsne9-zDHc

Le interviste
httpv://www.youtube.com/watch?v=Bes7JU1y2OA

Tags: