Serie A1: Rush finale

di Marco Depaoli

Due giornate soltanto al termine della regular season e in attesa dei play-off non c’è tempo di rilassarsi perché molti verdetti non sono ancora stati svelati, soprattutto quello più importante, vale a dire chi per primo andrà in vacanza.
Certo non aiuta la pausa della nazionale che spezza concentrazione, forma fisica e aumenta lo stress dei convocati che dovranno sobbarcarsi un viaggio in Norvegia.

  1. HC Val Pusteria 81
  2. Ritten Sport Renault Trucks 74
  3. HC Interspar Bolzano 72
  4. Supermercati Migross Asiago 71
  5. HC Valpellice Arce 56
  6. Aquile Pontebba 48 *
  7. SHC Fassa 41*
  8. SG Cortina 37
  9. Tegola Canadese Alleghe 36
  • * una partita in più

Il Val Pusteria è matematicante primo e questa volta con la Coppa Italia in bacheca vuole almeno raggiungere la finale. L’avversario non è ancora noto e uscirà dalla lotta tra Fassa, Cortina e Alleghe. Il Fassa giocherà sabato contro un Bolzano agguerrito e poi riposerà l’ultima giornata. Difficile che i fassani non centrino i quarti di finale ma già il Cortina, 4 punti dietro, ha i numeri per sorpassare i ladini e darli in pasto ai Lupi. Gli scoiattoli devono affrontare l’altrettanto agguerrito Asiago all’Olimpico per concentrarsi dopo la pausa sull‘Allaghe. A meno di una vittoria ampezzana sui campioni d’Italia e una sconfitta agordina a Renon, sarà uno dei derby più importanti della storia delle due formazioni bellunesi. Chi vince andrebbe ai play-off, chi perde potrà ritenere fallimentare la propria stagione. Il Cortina paga un inizio sconcertante dato da gravi infortuni e rimpiazzi tardivi come ha sottolineato lo stesso presidente Moser durante la diretta televisiva di ieri: «Il mio rammarico è quello di non essermi mosso prima sul mercato». L’Alleghe ha perso molti punti ultimamente e solo ieri ha interrotto un digiuno di vittorie che durava dal 4 gennaio. Tanta sfortuna anche per le Civette che hanno perso Sarno, l’uomo chiamato in extremis per salvare l’Alleghe, per la frattura del pollice proprio il giorno del rientro in riva al lago del presidente Rossi.

.           | 44ª                | 45ª
Fassa    41 | Bolzano (casa)     | – riposo –
Cortina  37 | Asiago (casa)      | Alleghe (trasf.)
Alleghe  26 | Ritten S. (trasf.) | Cortina (casa)

Nelle parti alte della classifica la Valpellice è da tempo sicura del suo quinto posto e dopo la vittoria sul Cortina il Pontebba è sesto. Sono le due squadre più scomode in termini di trasferte ma più in alto non si dovrebbero riuscire a fare calcoli. Non ce n’è più il tempo perché Ritten Sport, Bolzano e Asiago sono racchiuse in tre punti e per evitare i chilometri occorre comunque arrivare secondi.

.            | 44ª               | 45ª
Ritten S. 74 | Alleghe (casa)    | Val Pusteria (trasf.)
Bolzano   72 | Fassa (trasf.)    | Valpellice (casa)
Asiago    71 | Cortina (trasf.)  | Pontebba (casa)

Il Renon parte con due e tre punti sulle sue inseguitrici. Affronterà domani l’Alleghe alla disperata ricerca di punti e per concludere un Val Pusteria che non ha nulla da chiedere e vorrà evitare infortuni. Il Bolzano senza Borgatello salirà ad Alba di Canazei contro una squadra ostica ma abbastanza tranquilla in termini di classifica. Concluderà al Palaonda contro la Valpellice, bestia nera dei bolzanini ma senza l’affanno di dover fare punti. Se i biancorossi si faranno scavalcare dai vicentini sarà un assaggio di quarti di finale (che prenderanno il via due giorni dopo). Per i piemontesi converrebbe fermarsi in albergo. L’Asiago andrà a Cortina, che ha le stesse esigenze dell’Alleghe e per concludere gli Stellati giocheranno in casa contro un Pontebba pago ma imprevedibile. Nel caso precedentemente ipotizzato, ostello prenotato anche per i friulani.