Nel giorno della festa il Berna non fa sconti

di Gianpiero Palombo

Lugano sconfitto di misura nel finale di partita dopo una prestazione generosa.

Circa 7000 spettatori alla Resega per celebrare il 70°del club bianconero. Si comincia con la presentazione dei capitani che si sono avvicendati nel corso dei decenni e dei giocatori dei quali è stata ritirata la maglia. Nomi gloriosi tra passato e presente come FAORO, MORETTI, FRIEDRICH, COTE’, CORTI, GAGGINI, GIUDICI, PONS, ZENHAUSERN, KAUFMANN, LORTSCHER, BERTAGGIA, NASER, MOLINA e SCHAFFAUSER. Chiude il discorso del presidente LAURENTI che ringrazia emozionato gli artefici della storia del sodalizio ticinese. Per l’occasione viene indossata dai giocatori un maglia “vintage”, il classico “pullover” coi lacci rigorosamente bianconero, caratteristico dei match di un tempo.

Le motivazioni non mancano e i padroni di casa partono col piglio giusto. Ancora senza NUMMELIN, con AEBISCHER tra i pali, debutta in prima squadra il giovane SIMION classe ’94 dai novizi.

All’inizio prevale l’equilibrio tra le due formazioni, con azioni su entrambi i fronti. Portieri protagonisti, risulteranno i migliori della serata, bravi a neutralizzare tutte le opportunità, che non sono molte, create dai rispettivi attacchi nei primi due periodi. C’è concentrazione per evitare il minimo errore.

Il match si decide così negli ultimi venti minuti di gioco. Dopo una doppia conclusione di JORG su cui è bravo BUHRER, tocca ad AEBISCHER compiere il miracolo prima a tu per tu con FROIDEVAUX lanciato in contropiede, poi salvando su azione di NEUENSCHWANDER. Nulla può però il goalie bianconero sulla deviazione sotto misura di RUTHEMANN su un tiro non irresistibile di ROCHE al 44:45 (0.1). Nemmeno il tempo di riorganizzare una reazione che arriva la rete del raddoppio degli “orsi” di Larry HURAS. PLUSS trova la porta spalancata dopo una respinta di AEBISCHER per il più facile dei gol (0.2). E’ passato solo poco più di un minuto. Il Lugano non ci sta a perdere e coach McNAMARA chiama immediatamente time-out. Solo trenta secondi e SANNITZ finalizza un’azione di DOMENICHELLI realizzando la rete che riapre la partita (1.2). Cresce il nervosismo sul ghiaccio. Prima un match di pugilato frutta la panca punti alla coppia DOMENICHELLI-FURRER quindi poco più tardi, è la volta di SANNITZ e DUBE’. Ciò dimostra quanto ci tenga il Lugano a vincere la partita. Gli sforzi tuttavia risultano vani, anzi è ancora AEBISCHER a salvare prodigiosamente su VIGIER dopo un’azione di MC LEAN. L’ultimo ed estremo sforzo è dell’attuale capitano J.VAUCLAIR che non vuole essere da meno di chi l’ha preceduto ma BUHRER salva condannando i bianconeri ad una immeritata sconfitta.

Il pubblico applaude comunque la prestazione tutto cuore della squadra di casa che questa sera non ha lasciato proprio nulla di intentato.

Venerdì e’ in programma ad AMBRI il sesto derby stagionale! E’ giaàclima playout! Purtroppo..

www.rsi.ch

LUGANO – BERNA 1.2 (0.0 – 0.0 – 1.2)

RETI:
44:45  0.1  32.RUTHEMANN  (77.ROCHE)
46:20  0.2  28.PLUSS      (77.ROCHE – 32.RUTHEMANN)
46:51  1.2  38.SANNITZ    (76.DOMENICHELLI)

PENALITA’:
LUGANO  4X2 MIN.
BERNA   5X2 MIN.

SPETTATORI: 6578
ARIBTRO: ROCHETTE

Tags: ,