Il Caldaro espugna l’Agorà e il Milano spreca l’occasione per agganciare il 4° posto

di Groden

Hockey Milano Rossoblu-S.V. Caldaro 2-3 d.t.s. (1-0; 0-2; 1-0; 0-1)

Archiviata la pratica EV Bozen il Milano affronta questa sera all’Agorà il Caldaro per tre punti importanti per il raggiungimento del quarto posto visto la concomitanza della trasferta difficile dell’Appiano sul ghiaccio dell’Egna.
Il Caldaro, dal canto suo, è chiamato ad un pronto riscatto dopo le 8 reti prese a Vipiteno nell’ultima giornata di campionato.
Coach Da Rin, per il tournover degli stranieri, lascia a riposo Kostourek.
Il coach del Caldaro, Jamalainen, schiera a sorpresa Pichler a difesa della propria gabbia, recupera capitan Rainer ma deve fare i conti con le assenze di Bosetti, Ambach e Felderer.
I Rossoblu partono subito in avanti e all’1.51 sono già in vantaggio con MANUEL LO PRESTI bravo a deviare un tiro dalla blu di Raymo.
Al 4.30 è Dias a rendersi pericoloso ma Pichler devia con il gambale.

Dopo il vantaggio del Milano la partita si fa nervosa, penalizzati nell’ordine Frei e Oberrauch per il Caldaro e Ondrej, Migliore due volte e Re per il Milano che spreca anche 38 secondi di doppia superiorità.
Il finale del tempo vede Della Bella sugli scudi che prima para su Frei, poi in tuffo su una penetrazione di Hilden e infine interviene su una deviazione ravvicinata di Andergassen.

Il secondo drittel inizia come è finito il precedente, la squadra di casa manifesta nervosismo e per questo viene subito fischiata una penalità a Wunderer ma il Caldaro non riesce a sfruttare la superiorità anche per la bravura di Della Bella che para prima su Meneghini e poi è bravo a fermare Andergassen.
Recuperata la parità numerica i Rossoblu si gettano in avanti e si rendono pericolosi con Re.
Al 27.42 doccia fredda per i tifosi di casa: gli ospiti segnano la rete del pareggio con PATRICK GIUS che con un tiro al volo trafigge, tra i gambali, Della Bella.
Il Milano si butta in avanti e si rende pericoloso con Re, Johnson, Peruzzo, Ondrej, Tomasello e Raymo ma Pichler abbassa la saracinesca.
Al 35.19 penalità molto dubbia fischiata a Re e al 37° seconda doccia fredda per i milanesi: tiro dalla blu di Virta e deviazione vincente di ANTII HILDEN per il vantaggio degli ospiti.

Il terzo tempo si apre con la squadra di casa in avanti alla caccia del pareggio con un tiro di Mazzacane, una deviazione di Tomasello e Dias.
Sull’altra sponda il Caldaro si rende pericoloso in contropiede con Hilden.
Passata indenne una penalità alla panchina per troppi uomini in campo, il Milano si butta in avanti sospinto dai propri tifosi e al 52.54 arriva la rete del meritato pareggio con PETER WUNDERER lanciato da Peruzzo.
I Lucci passano indenni una inferiorità e i Rossoblu si rendono ancora pericolosi con Caletti, Peruzzo, Lo Presti e Dias ma questa sera con Pichler non si passa e i tempi regolamentari finiscono in parità con una penalità per parte fischiata a Andergassen e dopo 35 secondi a Lo Presti.
Al 61.29 in superiorità arriva la rete che sancisce la fine dell’incontro: è ALEX FREI che regala la vittoria alla propria squadra superando in back Della Bella su assist di Kucharcik.
Il prossimo impegno dei Rossoblu è per venerdì 21 sul difficilissimo ghiaccio di Vipiteno.

Reti:
1.51 Lo Presti, 27.42 Gius, 37.00 Hilden in superiorità, 52.54 Wunderer, 61.29 Frei in superiorità.