Il 60° Minuto: la striscia dei Canucks finisce all’ MSG

Solo 3 affermazioni esterne nella serata NHL: a vincere lontano dal ghiaccio amico sono i Senators, corsari al Nassau Coliseum di Long Island, gli Oilers che si impongono sugli Sharks, e i Blues che vanno a vincere allo Staples Center contro i Kings . Si impongono invece in casa Sabres, Rangers, Bruins, Panthers e Coyotes.

I Risultati:

Carolina Hurricanes – Buffalo Sabres 2-3 (0-1; 1-1; 1-1)
Ottawa Senators – New York Islanders 6-4 (2-1; 4-1; 0-2)
Vancouver Canucks – New York Rangers 0-1 (0-0; 0-1; 0-0)
Philadelphia Flyers – Boston Bruins 5-7 (1-1; 2-1; 2-5)
Nashville Predators – Florida Panthers 2-3 (1-1; 0-0; 1-2)
Toronto Maple Leafs – Phoenix Coyotes 1-5 (0-1; 0-0; 1-4)
Edmonton Oilers – San José Sharks 5-2 (1-0; 2-0; 2-2)
St. Louis Blues – Los angeles Kings 3-1 (1-0; 2-1; 0-0)

Finisce al Madison Square Garden la striscia positiva nei tempi regolamentari dei Canucks, striscia che durava dalla sconfitta contro i Blues del 5 Dicembre (al General Motor Place, in quell’ occasione era finita 3-2 per i Blues). A porre fine all’ imbattibilità della franchigia canadese è il neo-rangers Wojtek Wolski (Gaborik-Dubinsky), che mette a referto l’ unica realizzazione della serata nel periodo centrale; da ricordare anche la prova del goalie dei Rangers Lundqvist, autore di 31 salvataggi che gli valgono lo shutout numero 6 della stagione 2010-2011, il trentesimo in carriera e quella del suo collega Schneider dei Canucks, autore di 34 salvataggi.
Due giorni dopo aver fatto festeggiare a Ron Wilson la vittoria numero 600 dietro alla balaustra, i Leafs subiscono una pesante sconfitta contro Phoenix; i Coyotes si impongono con un perentorio 5-1 che lascia poco spazio alle repliche. Andati in vantaggio ad inizio primo periodo in situazione di Power Play con Vrbata (Whitney – Ekman-Larsson), i padroni di casa raddoppiano, sempre con l’ uomo in più, all’ inizio del terzo parziale con Doan (Yandle-Whitney). Il tris arriva dopo poco più di 3 minuti con Pyatt (Yandle-Korpikoski); i Coyotes non si fermano e anzi arriva il 4-0 con Korpikoski (Boedker-Turris) che di polso batte ancora Reimer. A questo punto arriva il gol della bandiera per i canadesi che vanno in rete con Armstrong (Brown-Boyce) ma è troppo tardi per pensare ad una rimonta ed anzi arriva il quinto sigillo dei padroni di casa con Yandle (Upshall) che a porta vuota mette a segno il gol che chiude boxscore e match.

Diamo ora il solito sguardo alle 3 stelle della serata: terza piazza per Taylor Hall (Edmonton) autore di 2 reti ed un’ assist nella vittoria degli Oilers sugli Sharks; seconda piazza per un’altro Oilers, Hales Hemsky, a referto con ben 4 aassist. Primo posto invece appannaggio di Henrik Lundqvist (Rangers), autore come detto di 31 salvataggi nella vittoria su Vancouver.