Il Vipiteno, terzo, corre ai ripari: Michael Schutte

Dopo la sconfitta del Pranives il Vipiteno ha capito che per conquistare la vittoria del campionato e tornare in serie A in barba a tutti i detrattori di quest’estate deve tornare sul mercato ingaggiando il quarto straniero dopo il difensore Sorokins e gli attacanti Hamilton e Gelech.
E’ canadese, ha 31 anni e viene dall’America con un bagaglio di esperienza europea. Michael Schutte arriva dagli Odessa Jackalopes, squadra di CHL dove milita l’ex portiere dei Ritten Sport, Michel Robinson, e il tre volte campione d’Italia con Cortina e Bolzano, Kenny Corupe, rifugiatosi oltreoceano dopo il repulisti biancorosso. Il Mago di Hamilton ha fin ora realizzato 27 punti (13+14) in 34 partite mentre il nuovo giocatore dei Broncos, che è un difensore, in 18 partite ha totalizzato un gol e 4 assist. Robinson sta parando invece col 90,3% in una lega che ha nel “nostro” Adam Russo il leader dei portieri col 93,2% di salvataggi difendendo la maglia dei Quad City Mallards.

Tornando a Schutte, era stato ingaggiato in estate dallo Jesenice ma il rapporto con gli sloveni si interruppe durante la preseason poco prima della partita contro il Val Pusteria. Con l’ingaggio del Vipiteno quella di quest’anno torna ad essere la quinta stagione europea di Schutte. Il canadese di Burlington ha infatti vestito in Bundesliga tedesca la maglia dei Grizzly Adams Wolfsburg (con promozione in DEL), degli Heilbronner EC Falken e degli Schwenninger Wild Wings. L’anno scorso in Nationalliga austriaca (sempre in seconda divisione nazionale) ha militato nel farmteam dei Red Bull Salisburgo: 44 punti (10+34) in 26 partite di regularseason e 7 assist nelle 5 gare di play-off uscendo in semifinale per mano del Dornbirn campione. S’è aggregato anche in prima squadra per la conquista della Continental Cup.
Oltreoceano in precedenza aveva vinto il campionato NCAA, la Kelly Cup in ECHL con Trenton (in compagnia di Nick Deschenes) e ha disputato 191 partite in AHL.
185 cm per 90 kg, Schutte non è mai stato parsimonioso in minuti di penalità scontati in giro per il mondo.

«E’ un uomo con molta esperienza – ha commentato l’allenatore Oly Hicks sul sito ufficiale dei Broncos -, è ottimo in fase offensivista. Michael ha dimostrato di essere un valore aggiunto in ogni Lega nella quale ha giocato».

Stats da Eurohockey – Eliteprospects