Il Real Torino cede ai rigori contro il Milano

di Beppe Turina

Real Torino-Milano Rossoblu 2-3 dtr (0-0, 2-1, 0-1, 0-0, 0-1)

Bella partita ieri sera al Tazzoli di Torino che vedeva di fronte il Real Torino di Zurek ed il Milano Rossoblu di Da Rin e dei tanti ex da Lo Presti a Peruzzo, da Borghi a Caletti e cosi via.

Partita fortemente sentita sia in pista che sugli spalti con la rivalità tra il pubblico torinese e milanese che in alcuni casi si è surriscaldato al punto di dover far intervenire le forze dell’ordine.

Ma veniamo alla cronaca della partita, primo tempo chiusosi sullo zero a zero ma non certo privo di emozioni, diverse le conclusioni in porta sia da una parte che dall’altra, per il Torino i migliori tiri sono stati dei soliti Petrov e Stricker sempre ben controllati dal solito Paolo Dalla Bella, computo dei tiri che però va a favore del Milano che riesce a rendersi più pericoloso anche grazie alla profondità della squadra, tre linee complete per la squadra di Da Rin mentre Zurek nelle fasi salienti della partita si vede costretto a poterne usare solo due. La sfortuna del Milano è quella di trovare un Marcello Platè in serata di grazia autore di 48 parate totali su 50 tiri per lui ieri sera , cosi Zurek: “ Marcello è tornato sui livelli del play off dell’anno scorso gia da qualche partita, siamo molto contenti” cosi Da Rin: “Platè è un portiere con una grande tecnica, se è in serata questo Torino può giocarsela con tutte, nonostante il roster effettivamente un po’ corto”

Primo tempo che si chiude con una penalità al giocatore del Real Julius Sinkovic che permetterà al Milano di iniziare il secondo tempo in Power Play, cosa che il Milano sfrutterà nel modo migliore passando in vantaggio al minuto 21’32” con Tommaso Migliore assistito da Caletti ed un ordinatissimo Odrej.

Al minuto 26’08” autentica magia di Sinkovic, che si riscatta per aver lasciato la squadra in inferiorità numerica, con un gol dall’angolo all’incrocio dei pali su assist dei soliti Petrov e Stricker.

A metà del secondo tempo dura entrata di un giocatore del Milano su Stefano Coco che rime a terra, verrà soccorso dai medici del 118 e portato via in ambulanza, cosi Da Rin : “ non ho visto il fallo in quel momento stavo dando indicazioni ad un giocatore, ma se c’era penalità partita per noi era giusto darla”

Arbitro che evidentemente non vede nulla di irregolare , ma cerca di compensare fischiando una doppia penalità al Milano di cui una almeno molto dubbia, al 38’41” due minuti a Caletti per carica con bastone e al minuto 39’19” altri due minuti per sgambetto a Migliore, che danno al Torino la possibilità di giocare in doppio Power Play e di trovare il gol con Jussi Laine al minuto 39’31” assistito ancora una volta da Stricker e Petrov : “sono contento per il gol, non tanto per la mia prestazione secondo me potevo fare qualcosa in più” dirà Laine nel dopo partita .

Terzo tempo che vede le squadre un po’ stanche, specialmente il Real Torino che si affida all’esperienza dei vari Petrov, Stricker, De Frenza ecc… per sopperire alla maggiore freschezza atletica del Milano, ma al minuto 42’27” è il Milano a pareggiare con il capitano, Gianluca Tomasello assistito da Raymo e Stimplf.

Milano che si rende pericolosa tirando diverse volte in porta con il neo arrivato Kostourek oltre che Caletti Lopresti Migliore ecc…. ma è un ottimo Platè a fermare ogni loro iniziativa.

Si va all’over time con il Torino che gioca per due minuti su cinque in inferiorità numerica per un fallo combinato a Stricker per ostruzionismo dopo appena 24” dall’inizio.

Reti inviolate si va agli shoot out che vedono il Milano prevalere con il rigore finale di Kostourek la maratona infinita tra Torino e Milano, incontro durato più di tre ore.

Le foto della partita: https://www.hockeytime.net/foto/serie-a2?album=33&gallery=456

La sintesi della partita
httpvh://www.youtube.com/watch?v=EoOwHXHKsg4

I rigori
httpvh://www.youtube.com/watch?v=gBLERbKHnhE