Mondiali U20 – La Russia esce dalla tomba e mette ko la Finlandia

Finlandia-Russia 3-4 ot (1-1, 1-0, 1-2, 0-1)
Il secondo quarto di finale è la rivincita della finale per il 5° posto dell’anno scorso. Di fronte  la Finlandia e la Russia che ha molto faticato nel suo girone di qualificazione ma che è cresciuta molto di partita in partita. I russi sono una tra le squadre che più punta al titolo, con un buon numero di ottimi giovani che si stanno facendo largo in KHL. La Finlandia parte dal suo portiere delle meraviglie Joni Ortio (draftato dai Flames) ma anche da un collettivo che crea molto e concede poco.
L’1-0 russo è un regalo del capitano finlandese Sami Vatanen che al 10:10 con la pala del bastone devia alle spalle del proprio portiere uno slap dalla blu di Urychev. Repentino pareggio della Finlandia al 12.32: Pakarinen scappa via da un tentativo di carica russa, passa al centro a Pulkkinen che tira a lato di Shikin (preferito a Bobkov). Pakarinen è pronto a raccogliere dietro porta il disco e a ributtarlo nello slot dove questa volta Pulkkinen a porta praticamente vuota realizza il pareggio.

Nel secondo tempo al 27:39 tintinna una traversa piena finlandese di Pakarinen e al 12° Vatanen si fa perdonare in un 2 vs 1 russo intercettando con un tuffo il passaggio decisivo. Al 15° la Russia pareggia il conto dei “ferri” prendendo un palo con Sobchenko. Al 37:15 San Ortio potrebbe decidere questo quarto di finale: Kitsyn raccoglie un passaggio dallo slot e tira addosso al portiere finlandese che para ma si scompone. Sulla ribattuta a botta sicura di Kitsyn Ortio allunga la stecca fermando il tiro. Un’occasione clamorosa per i russi e come spesso succede dal vantaggio sprecato si va sotto. Al 37:26 Junttila si invola verso Shikin, i difensori russi Orlov e Urychev provano a prenderlo ma inutilmente. Il numero 19 finlandese fa partire la rasoiata di polso nell’angolino sinistro che porta in vantaggio gli scandinavi. Al 18:01 altro prodigioso intervento di Ortio su un tiro ravvicinato di Bocharov, trovatosi solo intercettando un passaggio criminale nello slot della difesa finlandese. La seconda frazione si chiude con 2 minuti fischiati contro una Russia innervosita. Passano indenni i primi due minuti di inferiorità, non i successivi per “ritardo di gioco”. Difesa russa ancora colpevole: al 42.24 Pulkkinen si fa tutta la pista da solo, tira e ha il tempo di raccogliere dietroporta il disco parato da Shikin. Pulkkinen passa al centro nello slot dove Joonas Donskoi scavalca i due difensori tirando e insacca raccogliendo la ribattuta. La Russia non riesce a reagire e i minuti passano. Al 56:19 la partita che dopo il 3-1 sembrava addormentarsi si riaccende al gol di Kuznetsov. Ortio in un primo momento blocca il disco di fronte a sé ma nella selva di stecche che entrano nello slot il disco riesce a passare sotto il portiere sdraiato. Non è finita perché a soli 1:38 dalla fine in un uno contro uno Kuznetsov scarta il terzino finlandese e arriva al tiro. Ortio para ma il disco rimane nello slot. Arriva Kitsyn che spinge in porta il disco del rocambolesco pareggio.
Al 5° minuto dell’overtime Finlandia pericolosa in due contro uno e disco a pochi centimetri dal palo. Questa volta è la Russia a punire l’errore: al 6:44 del prolungamento lo scatenato Kuznetsov (decisivo con due gol e un assist negli ultimi infuocati 10 minuti) si aggira attorno allo slot cercando lo spiraglio giusto per far partire un missile che va a infilarsi sotto la traversa di Ortio.
In semifinale col derby nord americano sfuma quello scandinavo. Le più classiche delle partite tra i mondiali juniores. La Finlandia meritava quest’anno qualcosa di più avendo impensierito anche gli USA ma contro la Svezia ci sarà la Russia (campione recentemente nel 2002 e 2003) nel mondiale che sta scrivendo a mo’ di thriller.

Relegation Round
Repubblica Ceca-Germania 3-2 (0-0, 1-1, 2-1)
Che beffa per la Germania! I tedeschi retrocedono dopo essere stati a un minuto da una possibile salvezza. I Cechi, campioni del mondo under 20 nel 2000 e 2001, battono dunque faticosamente la Germania ma rimangono in Top Division.
Il primo tempo si chiude a reti bianche. Gli attaccanti cechi ci provano di più ma battere il portiere tedesco Philipp Grubauer non è cosa da poco. Il 19enne di Rosenheim dopo i mondiali under 18 nel 2008 s’è trasferito in Canada dove tuttora gioca in OHL. L’anno scorso ha vinto il campionato, la Memorial Cup, l’oro ai mondiali di Div 1 under 20 dove è stato miglior portiere del torneo e, per chiudere in bellezza, è stato draftato al quarto giro dai Washington Capitals. Il risultato si sblocca al 22.54: segnano i tedeschi con Norman Hauner. Questo risultato sarebbe deleterio per la salvezza ceca e al 28.04 rimedia Michal Hlinka in powerplay. Nell’ultimo drittel ancora tedeschi in avanti con Marius Mochel al 46.21 e cechi che a fatica trovano il pareggio al 50.44 con Ondrej Palat. Quando ai tedeschi sembra di poter mettere in classifica almeno un punto e giocarsene un altro all’overtime, a un minuto esatto dalla fine ancora Palat segna il 3-2 che chiude i verdetti del relegation round con un turno d’anticipo. Si giocherà ora per l’orgoglio di battere i “cugini” slovacchi e da parte tedesca per evitare almeno l’ultimo posto.

Classifica:
.       P.ti G V V+ P+ P +/- gol
R. Ceca    6 2 2  0  0 0  +3 5:2
Slovacchia 5 2 1  1  0 0  +6 7:1
Germania   1 2 0  0  1 1  -2 3:5
Norvegia   0 2 0  0  0 2  -7 0:7

Semifinali
Usa-Canada
Svezia-Russia

freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera I risultati e il calendario completo
freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera presentazione e roster svizzero
freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera Mondiali Under 20 2010

freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera Mondiali Div 1 – Gr. A Bielorussia
freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera Mondiali Div 1 – Gr. B Slovenia
freccia dx Mondiali U20   Il ruggito di Svezia e Finlandia. Gli USA rischiano con la Svizzera Mondiali Div 2