CU26 – Il Pieve batte a Dobbiaco la capolista

(com. stampa Pieve di Cadore, Ivano Salvetti) – Gli orsetti Cadorini targati Cadoreasfalti si presentano nell’Arena del Ghiaccio di Dobbiaco per la prima del 2011 con la formazione al completo.
Ad attenderli, al cospetto di oltre 500 spettatori, gli orsi polari Pusteresi, primi della classe, imbattuti nelle partite casalinghe, in festa per la celebrazione degli 80 anni della fondazione del Club Icebears Toblach – 1930 – 2010 – .
Spettacolari e divertenti sono i preamboli pre gara che vedono schierati a centro ghiaccio gli atleti di casa con la nuova fiammante divisa color amaranto, contraddistinta da enormi lettere sulla parte anteriore della casacca, le lettere combinate ad arte producono prima la dicitura “TOBLACH” e quindi, spostando gli elementi compare l’indicazione in italiano della squadra “DOBBIACO”.
Parata anche di giovani hockeisti per qualche minuto e poi via al vero spettacolo, Orsi Polari Pusteresi contro Orsetti Cadorini.
Tra il pubblico non manca uno sparuto ma chiassoso seguito di fans cadorini, che non fanno mancare sostegno morale ai giovani di coach Richard Podrabski.
L’armata Pusterese è al completo, ma fin dal primo disco giocato si capisce che in questa serata non c’è trippa per gatti.
I cadoreasfalti per nulla intimoriti da un pubblico calorosissimo che incita i propri beniamini con cori e ritornelli in doppia lingua, con un incessante e risonante rullio di tamburi, prende in mano da subito l’inerzia della contesa facendo ruotare tre linee d’attacco e cinque difensori in maniera vertiginosa e non consentendo per i primi cinque minuti di gioco nessun disco utile agli avversari.
I ragazzi del Presidente Andrea Panciera, sfiorano ripetutamente la realizzazione e quando devono subire i pungenti contropiedi Pusteresi c’è un attento e superlativo VALLE DA RIN Martino a fare da guardia ad una gabbia che alla fine risulterà inviolata.
I Cadoreasfalti per la prima volta nella stagione giocano al completo schierando 2 linee Under 20 con 5 ragazzi Under 18 e tutti questi elementi giocano inferiorità e superiorità, lo spettacolo è sempre più avvincente.
Il tempo si conclude con sei tiri per parte sullo 0 a 0, ma va precisato che per la mole e la qualità del gioco espresso il risultato della prima frazione va stretto alla squadra Cadorina.
Il secondo drittel consacra quanto era stato palesato nei primi 20’ i Cadoreasfalti assediano il Dobbiaco ed è proprio il giocatore più giovane in campo 17 anni compiuti da qualche giorno a sbloccare il risultato nel corso di una furiosa mischia è SALVETTI Carlo dopo una insistita serie di rebound a sospingere il puck nella rete.
Non passano che pochi minuti ed è un altro tinagers, LARESE Simone (17 anni) a lavorare ad arte un disco e servirlo magistralmente a Demis ZANOL (miglior giocatore in campo) che con un velenoso tiro sotto l’incrocio raddoppia, gli orsi polari sono alle corde barcollano e i Cadoreasfalti colpiscono un clamoroso palo poi si divorano una serie di occasione ed è solo il suono della sirena a salvare la squadra Pusterese che ormai è come un pugile suonato in balia dell’avversario.
Che dire del terzo ed ultimo tempo, solo la magnanimità della terna arbitrale ha evitato una clamorosa debacle dei Pusteresi che hanno giocato quasi tutto il tempo in superiorità numerica e per più di qualche minuto anche in doppia superiorità, ma gli orsetti cadorini questa sera erano troppo forti e determinati ed hanno siglato altre due marcature reggendo poi un muro a protezione del proprio golie che è uscito tra un tripudio d’applausi di un competente pubblico, con uno schoot out meritatissimo, il capovolgimento della porta da parte dei compagni di squadra nel segno del “qui oggi non passa nessuno”, infine il giusto premio assegnato dalla giuria che ad ogni fine partita casalinga del Dobbiaco assegna un riconoscimento al miglior giocatore della partita.
Alla festa del Dobbiaco il Pieve non ha concesso nemmeno una rete perché nello sport si lotta e combatte fino al suono dell’ultima sirena, non si concede nulla all’avversario e i piccoli orsetti osservano alla lettera quanto previsto dalla dura legge dello sport che alle volte è impietosa ma grande maestra di vita.
Per ultimo ai Cadoreasfalti resta ancora indigesta la mancanza di sportività della squadra del Laces che ha costretto il giudice sportivo ad infliggere una salatissima sanzione alla squadra Cadorina, la speranza di tutto l’ambiente gialloblù è di incrociare le stecche nella fase Play Off con questa formazione perché la voglia di giocare questa partita in questi ragazzi c’è e si vede e il Laces ha volutamente cercato e trovato nel più miserabile dei modi una vittoria che forse appaga le loro aspettative di classifica ma non nobilita e insegna nulla a chi vuole insegnare la retta via ai giovani sportivi del domani.

Dobbiaco – Pieve/Cadoreasfalti 0-4 (0-0, 0-2, 0-2)
Carlo SALVETTI, Demis ZANOL, Francesco ALBERTI, Demis ZANOL

Nella foto, il Team Leader Giancarlo Talamini osserva dalla panchina

freccia dx CU26   Pieve corsaro a Dobbiaco Tutta la 15ª giornata

Colpo d’occhio alla pista di Dobbiaco