ECHL: calano gli spettatori

La ECHL ha superato il tetto del milione di spettatori della lega, con una media di 3.947 a partita, dato in calo del 5,25% rispetto alla scorsa stagione quando la media era di 4.166. La squadra più seguita è quella degli Ontario Reign, con 6.232 spettatori a gara, 192 in più della scorsa stagione. I Reign sono una delle poche franchigie ad avere sin’ora un incremento del pubblico, insieme a Stockton Thunder (6.049, +174), Gwinnett Gladiators (5.620, +185) e Idaho Steelheads, che hanno avuto l’incremento più sostanzioso, passando da 3.546 a 3.750, sebbene siano solo la decima squadra più seguita dal pubblico, mentre le tre già citate occupano le prime tre piazze. Gli Elmira jackals sono invece la squadra che riempie di più il proprio palazzetto, la First Arena, in proporzione ai posti totali, occupando ben il 93,6% dei posti disponibili, con sei tutto esaurito nelle 17 partite interne giocate.

Tra le squadre in calo, i South Carolina Stingrays sono la squadra che ha perso più pubblico, scendendo da 4.308 a 2.916 spettatori a partita; meno peggio di loro hanno fatto i Whwwling Nailers, scesi da 2.552 a 2.089 e gli Alaska Aces, da 4.921 a 4.255.

Passiamo all’hockey giocato; la ECHL ha ripreso a giocare il giorno di santo Stefano dopo la sosta natalizia con ben sei partite, tra le quali spiccano la vittoria per 5-4 di Wheeling ai danni dei Cincinnaty Cyclones grazie all’hat trick del rookie Ben Street, sempre più miglior marcatore di squadra con 29 punti (12+17) in 26 partite e a 4 punti (1+3) del ventunenne Nick Petersen, e la quinta vittoria consecutiva di South Carolina, 6-2 ai danni dei Gwinnett Gladiators, con quattro gol nel secondo periodo che spezzano la partita in due. Un altro risultato importante è l’1-0 con cui i Bakersfield Condors hanno superato gli Stockton Thunder, riducendo il distacco in classifica per il secondo posto della Pacific Divison, rete decisiva del difensore Evan Stoflet, al suo secondo centro stagionale, e shutout di Josh Tordjman con 35 parate. Gli altri risultati sono la vittoria dei Reading Royals in casa dei Trenton Devils per 5-3, la vittoria interna dei Toledo Walleye ai danni dei Kalamazoo Wings per 4-1 (39 parate di Thomas McCollum al suo esordio stagionale con Toledo) e vittoria ai supplementari di Ontario 6-5 contro i Texas Wranglers, ai quali non sono bastati i due gol e l’assist dell’ex Asiago Vince Bellissimo.

Tre invece le partite disputate ieri notte, notte in cui South Carolina ha visto interrompersi la sua striscia di vittorie ad opera dei Greenville Road Warriors che hanno vinto per 5-1 con quattro reti segnate negli ultimi venti minuti; protagonisti della serata Dov Grumet-Morris con 28 parate e Chris Chappell con due reti e un assist; vincono ancora i Bakersfield Condors contro gli Tockton Thunder per 4-3, ora Stockton ha solo un punto di vantaggio su Barkersfield, e vengono ancora sconfitti i Wranglers, questa volta dagli Utah Grizzlies per 5-3, anche in questa circostanza Bellissimo è andato a referto, con un gol e un assist.

Tags: