Spengler 2^ giornata: successi per Ginevra e Team Canada

Sparta Praga – Ginevra Servette 3-4 (0-0; 2-2; 1-2)

Dopo aver perso nella giornata di ieri il primo incontro la formazione svizzera del Ginevra scende nuovamente in pista oggi per affrontare lo Sparta Praga.
Avvio di periodo con superiorita territoriale da parte della formazione praghese, ma poco sono le emozioni e le occasioni da rete per cui nessuna sorpresa se le squadre vanno al primo riposo sul risultato di 0-0
Anche in avvio di secondo perioto è lo Sparta che sembra essere più propositivo ma entrambe le gabbie rimangono inviolate anche dopo le superiorità numeriche che ambedue le formazioni avrebbero la possibilità di sfruttare
Bisogna arrivare al 30° minuto per vedere sbloccare il risultato con Kurka ben coaudiuvato dall’ex Nhl Vyborny a portare in vantaggio lo Sparta, passano solamente quattro minuti e un bell’assist del rinforzo luganese Hennessy a consentire a Randegger di pareggiare i conti per la formazione ginevrina.

Forte del pareggio conseguito è il Ginevra a mettere pressione sulla porta avversaria, i cechi incappano in una penalità che viene immediatamente sfruttata dal ginevrino Fritsche, nei minuti finali della seconda frazione Savary potrebbe dapprima allungare per la formazione svizzera, ma dopo l’occasione fallita il Ginevra deve incassare la rete del pareggio per il Praga realizzata da Treille il cui tiro deviato si insacca alle spalle di Stephan portiere dei ginevrini.
Subito in avvio di terza Poithier difensore dei ginevrini incappa in una penalità e il Praga non si lascia sfuggire la ghiotta occasione e con il rinforzo svizzero DuBois segna la rete del vantaggio. I ginevrini non si arrendono nel giro di cinque minuti capovolgono le sorti dell’incontro, dapprima con il pareggio siglato da Hennessy e successivamente con Savary realizzano la rete del 4-3 sfruttando proprio un errore di DuBois.
La partita si accende le squadre si aprono e molte sono le opportunità da rete, ma i due portieri (Stephan e Popperle) esaltano al meglio le loro qualità.
Lo Sparta tenta il tutto per tutto alla ricerca del pareggio ma non succede nulla e il Ginevra si aggiudica l’incontro per 4-3

Reti: 1-0 Kurka (Vyborny); 1-1 Randegger (Hennessy); 1-2 Fritsche (Bezina-Park); 2-2 Y. Treille; 3-2 DuBois (Ton-Kratena); 3-3 Hennessy (Savary); 3-4 Savary (Salmelainen)
MVP della partita Josh Hennessy (Ginevra)

Team Canada – Spartak Mosca 6-1 (0-0; 3-0; 3-1)

Un primo tempo molto brillante e ben giocato da ambedue le squadre che ha avuto l’unico difetto di non avere reti, ma non è stato sicuramente demerito dei giocatori scesi in pista, ma bensi della stupenda prestazione mostrata da ambedue i goalie Deslauriers per il Canada ( che fino a poco tempo fa era nel roster degli Edmonton Oilers) e “Dominator” Hasek per la formazione russa.
Molti dei primi venti minuti sono stati giocati in situazione di superiorità numerica e questo ha permesso un gioco veloce e un elevato numero di occasioni e ciò ha reso molto gradevole il primo periodo nonostante le squadre siano andate al primo riposo sullo 0-0
Il secondo periodo si apre con un’altra superiorità numerica che diventa doppia nel giro di pochi secondi, la difesa dello Spartak sembra reggere bene l’urto dei canadesi ma pochi istanti dopo il termine della prima penalità una deviazione di Martin Kariya davanti allo slot difeso da Hasek consente ai canadesi di passare in vantaggio quando siamo al 22mo minuto.
La partita prosegue su buoni ritmi e attorno al settimo minuto sono i russi a beneficiare di oltre minuto di doppia superiorità numerica, ma i russi non riescono a pareggiare nonostante la ghiotta opportunità.
La differenza tra le due squadre è tutta negli special team infatti i canadesi sfruttano nel migliore dei modi un’altra occasione con il doppio vantaggio numerico, anche se in occasione della seconda rete, Lehoux autore della rete sembra essere dentro l’area di porta, non contenti ed potendo ancora beneficiare dell’uomo in più vanno a siglare al 35° minuto la terza rete con Dupont, abile a ribadire in rete un rimbalzo lasciato fa Hasek proprio davanti allo slot.
Sul finire del periodo centrale ancora un’occasione in superiorità numerica per lo Spartak, ma la circolazione del disco dei russi è molto più elaborata rispetto ai canadesi e anche questa occasione svanisce e le squadre chiudono il secondo periodo con il Team Canada in vantaggio per 3-0.
Nel terzo periodo dopo un timido accenno di reazione dello Spartak sono ancora i canadesi a macinare gioco e soprattutto a segnare con Landry al 47° minuto. La partita sembra scorrere via veloce senza sussulti ma d’improvviso si infiamma con tre reti in pochi minuti, prima è Holden con un preciso diagonale a realizzare la quinta rete per il Team Canada al 56° minuto, dopo pochi istanti c’è un attimo di gloria anche per i russi che realizzano con Yankov la rete della bandiera che rovino lo shutout a Deslauriers, un minuto più tardi è Metropolit da posizione defilata ad ristabilire le distanze per i canadesi allenati da un monumento dell’hockey quale è Mark Messier.

Reti: 1-0 Kariya (Cu. Murphy-Kwiatkowski); 2-0 Lehoux (Metropolit); 3-0 Dupont (Roche); 4-0 Landry (Kwiatkowski-Brooks); 5-0 Holden (Aubin); 5-1 Yunkov (Lyuduchin-Suglobov); 6-1 Metropolit (Dupont)

Classifiche:
Gruppo Torriani
SKA St. Petersburg 3
Ginevra-Servette 3
Sparta Praga 0

Gruppo Cattini
Team Canada 3
Davos 3
Spartak Mosca 0