U20 – A Varese vince il Bolzano

(com. stampa HC Varese) – Antivigilia di Natale e il Bolzano capolista fa visita al Varese al Palalbani, nella prima giornata dopo lo stop dovuto ai Mondiali di categoria.

Gialloneri in pista senza Piccinelli che deve recuperare l’operazione al ginocchio e Ceccato, vittima di incidente stradale (senza conseguenze fisiche), in panchina coach Kudrna.

Primo tempo bello e veloce, con un Tesini insormontabile a difesa della gabbia di casa. Il Varese preme ed i suoi avanti sembrano in serata, Bolzano fatica in difesa e commette diversi falli nella seconda metà del tempo. Al 17° il Varese passa con Migliavacca, lesto a sfruttare l’ultimo secondo di doppia superiorità e spedire in rete l’assist confezionato da Andreoni e Di Vincenzo.

Un solo minuto e raddoppio dei padroni di casa che, ancora in superiorità, manovrano bene il disco sino a quando Gaggini non realizza dalla blu l’assist di Misani, nel più classico dei goal in power play.

Si arriva al riposo con Varese in doppio vantaggio. Al rientro in pista la musica non cambia e i gialloneri sembrano padroni del gioco. Un minuto e cinquanta e Mazzacane realizza il suo primo goal in U20, complice un Knoll non in giornata, spedendo in rete l’assist dei compagni Lo Russo e Migliavacca. Bolzano sembra subire il colpo e Varese accelera riuscendo a realizzare nuovamente con capitan Andreoni che, in contropiede ed in inferiorità numerica, sfugge alla difesa atesina e beffa il goalie bianco rosso.

L’allenatore Parth decide per il cambio del portiere e tra i pali si schiera Facchinetti. La mossa si rivela azzeccata ed il Bolzano trova la voglia di reagire ed al 26°, in superiorità, realizza la prima rete che accorcia le distanze. Poi, al 32 e 13 ed ancora in superiorità, realizza nuovamente dimezzando lo svantaggio, complice una difesa varesina che non aiuta il proprio portiere dopo il terzo rebound.

Siamo alle battute finali e quando le squadre si preparano a lasciare il ghiaccio Bolzano trova a 10 secondo dalla sirena la rete che lo riporta in partita.

Kudrna nello spogliatoio esorta i suoi a non mollare e alla ripresa del gioco si vede un Varese nuovamente volitivo come quello del primo tempo.

Al 45 e 43 padroni di casa nuovamente a segno con Di Vincenzo che insacca in power play dopo una bella manovra concertata da Andreoni e Migliavacca.

Il Bolzano però non molla ed accorcia nuovamente al 53 e 04 a soli 3 secondi dal termine di una superiorità. Varese però sembra esserci, supportato dalla gran serata del suo portiere, così tre minuti dopo si riporta in doppio vantaggio con Migliavacca che chiude una manovra di Gaggini ed Andreoni.

Mancano 4 minuti e Varese potrebbe cercare di amministrare il vantaggio. La squadra resta però alta ed un errore sulla blu in zona difensiva consente al Bolzano si sorprendere Tesini ed accorciare nuovamente le distanze. Ingaggio e gialloneri all’assalto scomposto, ne approfitta il Bolzano che in 18 secondi confeziona il goal che impatta il match.

Il colpo è di quelli che si fanno sentire e Kudrna chiama il time out. Ripresa del gioco e Varese che cerca di gestire il disco, con Bolzano spinto in avanti dall’entusiasmo di aver recuperato una partita che sembrava persa.

Mancano 37 secondi al termine e un tiro di Quinz, sino ad ora poco visibile in pista, si infila tra i giocatori varesini e si insacca beffardo alle spalle di un incolpevole Tesini.

Sul Palalbani scende un freddo più pungente di quello abituale. A nulla serve il disperato tentativo di togliere il portiere per sfruttare l’uomo in più. A fil di sirena il Bolzano segna l’empty net goal e vince un incontro che Varese aveva dominato per lunghi tratti.

Questo è l’hockey, bello ed avvincente sino agli ultimi secondi. Ai gialloneri l’amaro in bocca mentre la capolista festeggia il suo Natale. Non c’è comunque tempo di recriminare perché lunedì 27 si va a Merano per l’ultima partita del girone di andata e bisogna cercare di fare risultato per muovere la classifica.

Tags: