A Bolzano punti pesanti in carniere

(com. stampa Real Torino) – Il Real Torino INA Assitalia ritrova nel capoluogo altoatesino punti e vittoria dopo la debacle di domanica contro il Merano.
A farne le spese un avversario solo all’apparenza morbido: l’Ev Bozen naviga solitario all’ultimo posto in classifica, fanalino di cosa ad 1 punto, ma molto del lavoro che la formazione bolzanina sta svolgendo sta mostrando risultati concreti: nelle ultime uscite, quasi ogni formazione ha faticato ad avere la meglio sui giovani sudtirolesi, e a farne le spese è stato il Milano di coach Da Rin, prima squadra a lasciare un punto alle donnole.
Con uno spirito guardingo e fame di punti i torinesi impostano un piano di battaglia preciso: “non si poteva lasciare speranze a loro, l’ordine è stato di aggredire subito, di annichilirli, di mettere subito goal fra noi e loro” commenta coach Zurek serafico. “La loro è una squadra in grande crescita, e questa era la tipica partita in cui avrebbero voluto fare punti. L’esperienza di Torino ci è servita, ed infatti abbiamo impostato la partita sull’attacco e sul definire subito chi avrebbe vinto. Se gli lasci spazio, diventano pericolosi…”

Il Real mette da subito alla frusta la gabbia di Kucera e la difesa bianc’azzurra: i goal dopo 6’ sono già 4 per i piemontesi (Petrov, doppietta di Stricker e Pace), e prima di chiudere il primo tempo, la 3° rete di Stricker, a cui fa eco la prima rete bolzanina di Philip Grandi manda, come voluto dai torinesi, le formazioni al riposo sul 1-5.
Il secondo drittel, con i torinesi impostati in controllo dell’avversario vedono, in un powerplay troppo “leggero”, i padroni di casa trovare la seconda rete della serata con Josef Plankl in short handed.
Pronta la risposta torinese che non lascia scampo all’EV Bozen: con doppietta di Petrov, Mantovani e Coco, intervallati solo dal sussulto di Pancheri, il Real va al secondo riposo sul 3-9 che non lascia adito a dubbi.
Frazione conclusiva che il Real amministra giocando a 3 linee fisse, con altre 2 reti nei minuti finali siglate da Durand Varese e Pace a cui il EV Bozen replica con la sola rete di Manuel Basso.
Il Finale di 4-11 è rotondo e pieno come coach Zurek voleva: “una buona prestazione, specie nella testa e nelle gambe come mi aspettavo. Il lavoro paga sempre, e dovevamo ritrovare fiducia in noi per far svanire i dubbi che potevano venirci dalla brutta partita di Domenica. Le 3 reti di Petrov, di Stricker, la doppietta di Pace e le ottime combinazioni che ho visto in pista, specie fra Mantovani e Petrov, sono il segnale che volevo; infine, con 3 goal in powerplay (Pace 1, Petrov 2 e Stricker 3) ed uno in short handed (Mantovani) anche gli special team stasera hanno lavorato bene. Non posso che essere soddisfatto della partita dei ragazzi”.

EV BOZEN – REAL TORINO INA Assitalia 4-11 (1-5; 2-4; 1-2)
Tiri: Bozen NP – Real NP
Penalità: Bozen 32 – Real 14
Spettatori: 50

Prossimo match: domenica 26/12 da Caldaro, ore 18,30 . radiocronaca diretta in lingua italiana su Radio Padania Libera dalle ore 19:00