Il 60° Minuto:ottava “stecca” per Ovechkin e compagni.

Netta vittoria dei Canucks nel coast-to-coast canadese contro Toronto; ritorno a casa da incubo per Kovalchuk che con i Devils subisce la seconda sconfitta in 2 volte da avversario alla Philips Arena. Nuova battuta d’arresto per i Capitals che vengono battuti da Boston mentre nell’unico match finito oltre i regolamentari i Coyotes si impongono ai rigori sugli Islanders al Nassau Veterans Coliseum di Long Island.

I Risultati:

New York Rangers – Philadelphia Flyers 1-4 (0-0; 0-1; 1-3)
Toronto Maple Leafs-Vancouver Canucks 1-4 (0-1; 0-1; 1-2)
New Jersey Devils – Atlanta Thrashers 1-7 (0-3; 1-1; 0-3)
Dallas Stars – Columbus Blue Jackets 2-1 (1-1; 0-0; 1-0)
Phoenix Coyotes -New York Islanders 4-3 SO (1-0; 0-2; 2-1; 0-0 OT; 1-0 SO)
Anaheim Ducks – Carolina Hurricanes 2-4 (1-2; 0-1; 1-1)

Washington Capitals – Boston Bruins 2-3 (0-3; 1-0; 1-0)
Buffalo Sabres – Tampa Bay Lightning 1-3 (0-0; 1-2; 0-1)
San José Sharks – St. Louis Blues 4-1 (2-0; 1-1; 1-0)
Los Angeles Kings – Nashville Predators 6-1 (4-1; 2-0; 0-0)
Minnesota Wild – Calgary Flames 3-1 (0-0; 2-0; 1-1)

Ottava affermazione consecutiva per i Canucks nel derby canadese contro i Leafs; alla Rogers Arena i padroni di casa vanno in vantaggio con Burrows (Bieksa-Sedin D.) sul finire dei primi 20 minuti. Nel secondo periodo giunge il raddoppio di Hansen (Kesler-Tambellini) con cui si arriva all’ ultimo riposo. Nei venti minuti finali i Leafs riescono finalmente a sbloccare il loro tabellino con Grabovski (MacArthur-Kulemin) ma prima Ehrhoff (Hansen-Edler) e poi Henrik Sedin (Burrows-Bieksa), quest’ ultimo a porta vuota, provvedono a spegnere le velleità di rimonta dei giocatori di Toronto.
Si allunga ad otto gare la striscia negativa dei Capitals che vengono sconfitti, seppur di misura, al TD Garden dai Bruins. Con Neuvirth in porta per dare un turno di riposo a Varlamov, i Capitals si ritrovano sotto 3-0 dopo poco più di 17 minuti del primo periodo per i gol di Bergeron (Wheeler-McQuaid), Ference (Marchand-Krejci) e Wheeler (Bergeron-Boychuk). Le reti del secondo e terzo periodo da parte dei Caps, rispettivamente con Bradley (Steckel-Hendricks) e Alzner (Carlson-Ovechkin) e soprattutto i ventisei tiri (a 2) del terzo periodo non bastano alla franchigia della capitale che sbatte contro l’ ennesima ottima prestazione di Tim Thomas.
Passiamo ora a dare un’ occhiata alle 3 stelle dalla serata: terza piazza per Kari Lehtonen (Dallas) che con un 35-36 permette ai suoi compagni di battere di misura Columbus alla Nationwide Arena; secondo gradino del podio per Eric Boulton (Atlanta) che mette a referto un’ Hat Trick nella larga affermazione casalinga dei Thrashers sui Devils. Primo gradino del podio per l’ autore di un’ altro Hat Trick, Eric Staal (Carolina). Da segnalare anche le doppiette di Zherdev (Philadelphia), Getzlaf (Anaheim), Brad Richards (Dallas),Couture (San José) e Ryan Smyth (Los Angeles).

Come ogni domenica diamo uno sguardo agli sviluppi delle classifiche nelle varie division:

Atlantic: Controsorpasso dei Flyers che tornano al comando della division mentre i Pens rimangono fermi a 44 punti; terza piazza saldamente in mano ai Rangers che hanno il doppio di punti dei Devils. Fanalino di coda rimangono gli Islanders.

Philadelphia      49
Pittsburgh 44
NY Rangers      41
New Jersey      20
NY Islanders      18

Northeast: Rispetto a 7 giorni fa rimangono invariate le prime 2 posizioni con gli Habs che guidano la classifica seguiti a 2 lunghezze dai Bruins; avvicendamento al terzo posto con Ottawa che scavalca Buffalo mentre a chiudere la division ci sono sempre i Leafs.

Montreal 40
Boston 38
Ottawa 32
Buffalo 30
Toronto 28

Southeast: Terremoto in vetta alla classifica della Southeast division con Atlanta che prende la vetta sorpassando Tampa; crollo verticale dei Capitals che scendono dal primo al terzo posto. Seguono Carolina e a chiudere Florida.

Atlanta 41
Tampa Bay     40
Washington 40
Carolina      34
Florida      28

Central: Detroit ancora in testa ma rispetto a 7 giorni fa i punti di vantaggio su Nashville, che nel frattempo ha scavalcato i campioni in carica di Chicago, il vantaggio si è dimezzato passando da 6 a 3 lunghezze. Scambio di posizioni anche iun fondo alla classifica con St. Louis che lascia l’ ultima piazza a Columbus.

Detroit 43
Nashville 40
Chicago 37
St Louis 35
Columbus 35

Northwest: Sempre Vancouver e Colorado a guidare la division,seguite da Minnesota il cui ritardo è però raddoppiato rispetto a 7 giorni fa;in fondo scambio di posizioni tra le 2 canadesi con Calgary che scavalca Edmonton, lasciando ai cugini l’ ultimo posto.

Vancouver 40
Colorado 40
Minnesota 32
Calgary 31
Edmonton 29

Pacific: Primo posto sempre appannaggio di Dallas; in seconda posizione, con 2 punti di ritardo, troviamo San José mentre sul gradino più basso del podio abbiamo Anaheim. Seguono Los Angeles e Phoenix che scende dal secondo all’ ultimo posto.

Dallas 41
San Jose 39
Anaheim 38
Los Angeles 37
Phoenix 37