Il 60° Minuto: Pesante tonfo casalingo per Detroit

Senators sconfitti in casa dai Thrashers all’OT nell’unica partita della Eastern Conference, nella Western invece pesante tonfo casalingo di Detroit che perde malamente contro Los Angeles.
Predators che asfaltano gli Islanders, mentre tra Colorado e Chicago gran battaglia con gli Avs che vincono tra le mura amiche.
Flames sconfitti in casa da Columbus e San Jose che perde ai rigori contro gli Stars.

I Risultati:

Los Angeles Kings-Detroit Red Wings 5-0 (1-0;1-0;3-0)
Atlanta Thrashers-Ottawa Senators 4-3OT (2-0;1-1;0-1;1-0)
New York Islanders-Nashville Predators 0-5 (0-1;0-2;0-2)
Chicago Blackhawks-Colorado Avalanche 5-7 (3-3;1-1;1-3)
Columbus Bluejackets-Calgary Flames 2-3OT (0-2;1-0;1-0)
Dallas Stars-San Jose Sharks 3-2SO (1-0;1-2;0-0;0-0)

All’inizio si parlava di pesante stop per Detroit, ma il giocatore che ha permesso l’impresa ai Kings è Jonathan Quick che ha parato qualsiasi cosa nel corso della partita chiudendo con 51 salvataggi,
solo nel secondo tempo sono 26 le parate di Quick.
Subito dai primi instanti di partita sono gli Wings a controllare le operazioni, ma il goalie dei Kings già fa capire agli avversari che per superarlo dovranno impegnarsi a fondo.
Alla prima occasione sono gli ospiti a passare in vantaggio, Simmonds (Greene-Ponikarovsky) è lesto ad approfittare della respinta di Howard ed indirizzare il puck in rete per il vantaggio Los Angeles.
Anche nel secondo tempo prosegue la battaglia che i giocatori di Detroit stanno impegnando contro Quick, ma nemmeno le superiorità numeriche sembrano bastare ai Red Wings il goalie ospite è insuperabile.
Protetti dietro la gabbia, i Kings curano la fase offensiva e grazie alla scaltrezza di Moller (Clifford-Doughty) che prende il disco che stava scorrendo accanto al palo alla destra di  Howard e lo deposita in gol, allungano sugli avversari.
Dopo averle tentate tutte senza successo Detroit cala il ritmo, ma è subito punita da Los Angeles che con altre tre marcature chiude l’incontro.
Si scatena nei primi minuti Kopitar (Brown-Williams) che va a segno al 0:23 e al 02:59 Kopitar (Doughty) ; poi al 06:03 è la volta di Johnson (Doughty-Brown) per il definitivo 5-0.

La prima stella di serata non poteva essere che Jonathan Quick (Los Angeles) 51-51 che con il suo “mostruoso” shutout ha messo in condizione la sua squadra di battere Detroit.
Seconda posizione per Matt Duchene 2 gol ed 1 assist per il centro degli Avalanche; per finire Bryan Little (Atlanta) che con la doppietta ha favorito il successo sui Senators.
Da ricordare anche le doppiette di Patric Hornqvist (Nashville), Troy Brouwer (Chicago) e Jarome Iginla (Calgary).