Il 60° Minuto: Howard ed Hiller pedine fondamentali per le vittorie di Detroit ed Anaheim

La partita più importante della serata era sicuramente quella tra Canadiens e Red Wings, e la sfida tra le due compagini è vinta dagli Wings padroni di casa; prosegue il brutto periodo per i Devils che  in trasferta di misura cedono ai Senators.
In casa Atlanta viene piegata dagli Avalanche; passando invece nella Western Conference Stars vittoriosi ai rigori sugli Hurricanes.
Sempre concluse ai rigori altre due partite, quella tra Tampa Bay ed Edmonton con il successo di quest’ultimi e tra Calgary ed Anaheim con i paperi che la spuntano.

Montreal Canadiens-Detroit Red Wings 2-4 (1-1;0-2;1-1)
New Jersey Devils-Ottawa Senators 2-3 (0-1;2-2;0-0)
Colorado Avalanche-Atlanta Thrashers 4-2 (0-1;2-1;2-0)
Carolina Hurricanes-Dallas Stars 1-2SO (0-1;1-0;0-0;0-0)
Tampa Bay Lightning-Edmonton Oilers 3-4SO (2-1;0-1;1-0;0-0)

Calgary Flames-Anaheim Ducks 2-3SO (0-1;0-1;2-0;0-0)

La Joe Louis Arena stipata attende un grande spettacolo sul ghiaccio e le due squadre, non deludono, sopratutto i padroni di casa partono davvero forte assediando il Povero Price costretto agli straordinari.
Nonostante questo forcing i primi a passare in vantaggio sono gli ospiti con Moen (Cammalleri-Halpern) al 11:25 che alla fine di una concitata azione gioca di sponda da dietro la gabbia sul gambale di Howard riuscendo con un po di fortuna a portare in vantaggio i Canadiens.
La reazione dei padroni di casa è rabbiosa, ma quando il primo tempo sembra concludersi con i canadesi in vantaggio una deviazione nello slot di Lidstrom (Datsyuk-Holmstrom) in azione di PP pareggia i conti quando il cronometro segna il 19:58.
Se nel primo periodo i Red Wings erano stati a lunghi tratti padroni del ghiaccio nel secondo tempo il match è molto più equilibrato, con azioni pericolose da entrambe le parti.
Sono però i padroni di casa ad allungare; Kronwall (Cleary-Franzen) al 03:48 sfrutta un delizioso assist di Cleary che pur cadendo riesce a servire al compagno un assist d’oro.
Dovendo inseguire i Canadiens attaccano con più convinzione, ma subiscono il 3-1 al 15:31 con Datsyuk (Ericsson-Zetterberg) che di rovescio mette il disco nel sette alla sinistra di Price.
Terzo periodo di sofferenza per Detroit che subisce la pressione di Montreal che accorcia le distanze al 07:43 con Pouliot (Picard) ma grazie alle strepitose parate di  Howard conserva il vantaggio per poi nel finale mettere al sicuro il risultato con l’En di Eaves.

I paperi ricevono alll’ Honda Center i Flames in un match che ha visto fin da subito un assoluto protagonista, Jonas Hiller.
In vantaggio al 12.46 con una prodezza balistica di Visnovsky (Getzlaf-Lydman) Anaheim rischia moltissimo e solo le prodigiose parate del suo portiere slvano il risultato.
Anche nel secondo tempo le azioni offensive di Calhary sempre più pericolose sono sventate in quelche modo dalla difesa e soprautto da Hiller; il gol di Sexton (Mc Millan-Visnovsky) in contropiede al 16:29 sembra poter garantire più tranquillità ai padroni di casa.
Il terzo tempo però vede i Flames protagonisti, prima accorciano le distanze in PP con Jokinen (Giordano-Iginla) al 06:58 e poi la deviazione sotto misura di Moss (Iginla-Giordano) riporta il risultato in parità.
I tempi regolamentari terminano in parità e l’Ot che segue non sblocca la situazione e allora sotto con i rigori che premiano i padroni di casa

Non realizza lo shutout ma crea enormi grattacapi all’attacco di Calgary, ottima prestazione dunque per Jonas Hiller 37-93 (Anaheim) e prima posizione meritata.
Scendendo di un gradino nel podio giornaliero ecco un altro portiere, Jimmy Howard 36-38 (Detroit) che con le sue importanti parate ha consentito ai compagni di dedicarsi alla fase offensiva; sempre restando bel reparto arretrato concludiamo con Erik Karlsson (Ottawa) che segna 1 gol e serve 1 assist.