Il Milano fa suo un derby delle città molto nervoso

di Groden

Hockey Milano Rossoblu-H.C. Real Torino 4-3 (1-0; 2-1; 1-2)

Stasera all’Agorà va di scena il derby cittadino tra due squadre che arrivano a questa partita in condizioni molto diverse: da una parte un Torino in crisi dopo 3 sconfitte consecutive dall’altra un Milano che tra le proprie mura non sbaglia un colpo e dove anche le prime della classe, vedi Vipiteno e Gherdeina, ne sono uscite con le ossa rotte.
Nel Milano ritorna Caletti dopo aver scontato la giornata di squalifica ma ancora assente per infortunio Borghi. Nel Torino presenti 3 rinforzi provenienti dalla Valpe: Runer, Canale e Frigo sono a disposizione di coach Zurek.
Atmosfera stupenda per questo derby con un nevischio che scende a colorare lievemente di bianco la città e ghiaccio bollente all’interno, reso tale anche dalla presenza di diversi ex nelle due formazioni.
Partita molto nervosa, forse Bagozza poteva e doveva fischiare di più.

Milano inizia subito in avanti con un paio di pericoli creati a Tura: prima un tiro dalla blu di Stimpfl che esce di poco poi l’ex Peruzzo, ben servito dall’altro ex Lo Presti, si presenta solo davanti all’estremo torinese che respinge con il gambale.
Dopo un tiro di Caletti e successivamente di Migliore ma entrambi senza fortuna il Real si rende pericoloso con Petrov ma Della Bella para.
Al 8.22 il Milano passa in superiorità numerica con una deviazione di Wunderer su un preciso assist di Peruzzo.
Dopo la rete arriva la reazione del Real con Laine ma para Della Bella; poi è ancora la squadra di casa che si rende pericolosa con Wunderer e con Migliore che raccoglie un disco lasciato da Moro dopo uno scontro con Dias, ma spara alto.
Il finale del tempo è caratterizzato da diverse penalità fischiate alle due squadre da Bagozza.

Il secondo drittel inizia subito con il Milano in avanti e arriva così dopo 49” il raddoppio di Peruzzo che devia in rete su assist di Lo Presti.
Il Milano non si ferma e al 3.55 arriva il terzo goal: Lo Presti serve Ondrej che tira dalla blu, sulla linea del disco c’è Peruzzo che devia in rete.
A questo punto il Real si sveglia dal torpore e si rende pericoloso prima con Laine con un paio di conclusioni dalla blu ben parate da Della Bella e poi realizza con Mantovani che con un fendente, dopo aver vinto un ingaggio, supera l’estremo milanese.
Il Real si rende ancora pericoloso prima con Runer, poi con Schina e infine è il palo, baciato da Della Bella alla prima interruzione, a fermare un tiro di Sinkovic.
Il finale è ancora del Torino con l’estremo milanese che para sulla deviazione ravvicinata di Petrov.

Il terzo drittel vede le due squadre trascinarsi per dieci minuti senza rendersi pericolosi fino alla fiammata dell’ex De Frenza che riapre così il match con un preciso fendente.
A questo punto la partita si rianima ed è il Milano a realizzare con Caletti che davanti a Tura non sbaglia.
Dopo il goal i padroni di casa si rendono ancora pericolosi con Migliore ma questa volta Tura non si lascia sorprendere.
Il finale è tutto da raccontare: al 57.03 time out Torino; al 58.15 vengono fischiati 2 minuti a Wunderer per gancio con bastone; al 58.41 errore nel cambio per il Real e vengono fischiati 2 minuti alla panchina; al 59.05 altra penalità al Milano, 2 minuti a Caletti sempre per gancio con bastone; al 59.20 goal di De Frenza che realizza con un tiro dalla blu; esce Tura per far posto ad un uomo di movimento in più ma l’ultimo assalto del Real è confusionario e non porta al risultato sperato.
La sirena finale pone fine alle ostilità e porta ai Rossoblu un’altra vittoria casalinga.
La prossima partita del Milano è ancora tra le mura amiche dell’Agorà venerdì 10 dicembre contro il Merano.

Reti: 08.22 Wunderer in superiorità, 20.49 Peruzzo, 23.55 Peruzzo, 25.46 Mantovani in superiorità, 51.08 De Frenza, 52.49 Caletti, 59.19 De Frenza in superiorità