Le Api finalmente pungono i Leoncini e portano a casa il derby

di Andrea Berardo

Nella mia prima partita da spettatore in serie B ho potuto assistere ad un match entusiasmante tra due compagini rivali quali sono La Chaux de Fonds e Losanna, in una pista ricca di storia gremita per l’occasione (3525 spettatori). Come nella famosa favola di Esopo in cui l’ape riesce ad aver ragione del leone, cosi’ una nobile decaduta dell’hockey (La Chaux de Fonds, che tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70 era riuscita a vincere ben 6 titoli consecutivi) riesce a battere non senza sofferenze il Losanna.

Partono malissimo le Api, che in power play concedono un contropiede ai Leoncini che ne approfittano e segnano in short hand al secondo minuto con Alexandre Tremblay. Il piccolo drappello di losannesi si fa sentire e riesce a sovrastare i cori della tifoseria chauxdefonnier. Gioca male La Chaux de Fonds, soprattuto in powerplay dove non riesce mai a rendersi pericolosa. Solo il lavoro di un attento Todeschini (il portiere) impedisce al Losanna di allungare. Quando sembra che nulla possa impedire di finire in svantaggio alla sirena, una zampata di Vacheron rimette tutto in equilibrio. Il primo tempo si conclude 1 a 1.

Nel secondo tempo cambia subito la musica, e le Api cominciano a costruire gioco, chiudendo molto spesso nel terzo difensivo il Losanna. E’ il momento di allungare, e in 10 minuti La Chaux de Fonds, si porta prima in vantaggio con Michael Neininger al 24esino, poi allunga ulteriormente il 26esimo con Michael Bochatay e al 34esimo con il postino Mondou, che ralizza un goal spettacolare riuscendo a far passare il disco in mezzo ad una selva di bastoni. Esattamente un minuto dopo al 35esimo il Losanna accorcia le distanze con Marvin Frunz. Alla seconda sirena il risultato é di 4 a 2.

Nell’ultimo terzo La Chaux de Fonds controlla agevolmente un Losanna che non riesce mai a rendersi vermante pericoloso, neanche con il sesto giocatore di movimento sul ghiaccio. Chiude definitivamente la partita Michael Bochatay a 12 secondi dalla fine mettendo in rete il disco a porta vuota. Un 5 a 2 che permette alle Api di agganciare al secondo posto della LNB proprio il Losanna.

www.24heures.ch

Chx-de-Fds – Lausanne HC 5:2 (1:1|3:1|1:0)

Spettatori: 3525

Arbitro: Frédéric Favre
Assistenti: François Micheli, Michael Tscherrig

Reti:
02:31  Alexandre Tremblay (Oliver Setzinger, Jérémie Kamerzin)  0-1
17:27  Alexis Vacheron    (Marco Charpentier, Benoit Mondou)    1-1
23:52  Michael Neininger  (Fabian Stephan, Timothy Kast)        2-1
26:06  Michael Bochatay   (Benoit Mondou, Steve Pochon)         3-1
33:52  Benoit Mondou      (Michael Bochatay, Steve Pochon)      4-1
34:52  Marvin Frunz       (Benjamin Antonietti)                 4-2
59:48  Michael Bochatay   (Alexis Vacheron, Antoine Todeschini) 5-2

Classifica dopo 23 giornate
#                 PG   V   P  Vot Pot Vso Pso  Reti   PT
HC Ajoie          23  13   6   0   0   2   2   86:64  45
Lausanne HC       23  12   7   1   1   1   1   78:58  42
Chx-de-Fds        23  10   5   2   1   2   3   90:76  42
EHC Olten         23  12   8   1   1   1   0  108:79  41
SC Langenthal     23  10   8   2   0   2   1   90:81  39
EHC Visp          23   8   8   0   1   6   0   72:78  37
EHC Basel Sharks  23  10   8   1   1   0   3   68:73  36
GCK Lions         23   7  13   1   1   0   1   69:93  25
Sierre-Anniviers  23   6  14   1   2   0   0   64:86  22
HC Thurgau        23   4  15   0   1   0   3   70:107 16