Il Lugano riscopre il gusto del successo. Zurigo piegato dopo i tiri di rigore

di Gianpiero Palombo

Debutto vincente in panchina del duo McNamara-Fischer, traghettatori a tempo in attesa del nuovo coach. CARON a difesa della gabbia, HENNESSY e POPOVIC in sovranumero sono le novita’ della serata. Per i Lions infortunata la stella NOLAN. Si rivedono sul ghiaccio CONNE e MURRAY, mentre sembra imminente il ritorno sul ghiaccio di J.VAUCLAIR.

L’inizio del primo periodo è di marca zurighese. Grande pressione e subito in difficoltà i bianconeri che devono fronteggiare due situazioni di inferiorità numerica.
In buona vena la prima linea ospite che al 07:22 confeziona la prima rete. WICHSER trova in velocità il Top Scorer PITTIS che batte l’incolpevole CARON (0.1).
Fatica a ritrovarsi il Lugano e prima DOWN con un pericoloso tiro di rovescio e poi due volte PATERLINI mettono in apprensione la difesa bianconera nella quale sembra rivitalizzato NUMMELIN. Al minuto 17:15 BOURQUE innesca DOMENICHELLI che colpisce un palo clamoroso con FLUELER battuto. Un power-play infruttuoso (BASTL fuori per aggancio) chiude il periodo, ma due buone occasioni per GENOWAY sembrano essere di buon auspicio per il prosieguo del match.

Nel periodo centrale si rivede in pista un Lugano più determinato. DOMENICHELLI e BOURQUE più volte creano scompiglio nella retroguardia della squadra di GUSTAFSSON.
MURPHY deve agganciare il folletto nordamericano per evitare il goal. REUILLE si invola solitario ma non riesce a realizzare, T.VAUCLAIR viene sgambettato da SEGER, sono tutti segnali positivi per un Lugano che merita il pareggio. Rete che arriva puntuale al 34:13 quando NUMMELIN imbecca GENOWAY che si inginocchia per realizzare (1.1). Brivido però poco dopo quando un disco di PITTIS danza davanti alla porta di CARON dando l’impressione del goal.
La squadra bianconera sembra possedere nuove energie. Quelle che di solito si determinano con il cambio di allenatore come dirà DOMENICHELLI a fine partita.

Il terzo periodo però inizia con una doccia fredda. Un tiro dalla blu di WESTCOTT, con CARON coperto dalla sagoma di BASTL, si infila in rete dando il nuovo vantaggio agli ospiti al 47:03 (1.2). I bianconeri non ci stanno e dopo un tiro di KIENZLE ribattuto, DOMENICHELLI è bravo a realizzare la rete del pareggio (2.2). Siamo al minuto 48:34. Nei restanti dodici minuti le squadre cercano in tutti i modi di superarsi, la partita diventa nervosa e ne fanno le spese CONNE e GEERING che si accomodano per un 2+2 in panca puniti. Nulla succede più fino al suono della sirena, preludio dell’overtime nel quale DOMENICHELLI ha l’occasione di realizzare il gol vittoria ma l’ azione sfuma. Il match per la cronaca si chiude con una rissa BOURQUE-WESTCOTT.

I rigori sono a questo punto la solita ovvia conclusione. CARON si supera parando tutto e GENOWAY, da cui ci si attende il solito rigore con finta spettacolare, realizza nella maniera più normale il goal vittoria.

Due punti strameritati per un Lugano che ha mostrato ottima attitudine, in attesa del doppio confronto con il Langnau per proseguire nella striscia vincente! E trovare una classifica piu’consone alle aspettative di inizio stagione.

www.rsi.ch

www.rsi.ch

LUGANO -ZSC LIONS 2.2 (0.1 -1.0 -1.1)
07:22  0.1   9.PITTIS (39.BASTL – 97.WICHSER)           PP1
34:13  1.1  26.GENOWAY (33.NUMMELIN – 76.DOMENICHELLI)  PP1
47:03  1.2  16.WESTCOTT (9.PITTIS – 72.DOWN)
48:34  2.2  76.DOMENICHELLI (16.KIENZLE)

PENALITA’
LUGANO     5X2 MIN.
ZSC LIONS  8X2 MIN.

SEQUENZA RIGORI:
MURPHY   (PARATO)
NUMMELIN (PARATO)
PITTIS   (PARAT0)
KIENZLE  (PARATO)
BARTSCHI (PARATO)
GENOWAY  (GOAL)
DOWN     (PARATO)
ROMY     (PARATO)
AMBUHL   (PARATO)