L’Italia perde di misura contro la Norvegia

Contro i bronzi alle scorse paralimpiadi teniamo bene 25′ poi il gol del vantaggio norvegese e un altro a porta vuota pongono fine al piccolo sogno azzurro, così l’Italia chiude terza al torneo internazionale di sledge hockey “Città di Torino”.

Nonostante l’assenza di Rolf Einar Pedersen finora il ruolino di marcia dei norvegesi è stato quasi perfetto, 2 vittorie su 2 partite, 13 gol fatti e 1 subìto. L’Italia invece ha perso la prima partita contro la Svezia per poi vincere la seconda contro la Germania, in palio c’è ancora il primo posto ma l’Italia deve vincere entro i tempi regolamentari.

In attacco Florian Planker non riesce a recuperare per la partita e in porta è confermato Santino Stillitano.
Durante il primo periodo il risultato non si sblocca nonostante il gioco molto veloce, senza troppe interruzioni e corretto davanti a un nutrito pubblico di appassionati e curiosi.

Nel secondo abbiamo poche occasioni mentre aumentano sempre più gli attacchi norvegesi e al 26′ l’italico fortino crolla su contropiede di Eskil Hagen che mette il disco là dove Stillitano non può arrivare.
Il terzo periodo è quasi sempre all’insegna dei norvegesi, noi facciamo il possibile ma ci schiacciano nel nostro terzo di difesa per la maggior parte del tempo, negli ultimi 2 minuti ci giochiamo il tutto per tutto togliendo il portiere ma purtroppo arriva il gol a porta vuota di Helge Bjornstad.

Il bilancio di questo torneo è comunque estremamente positivo: a seguito di pesanti assenze abbiamo dovuto stravolgere le linee e comunque ne siamo usciti molto bene se non vincitori contro tre tra le migliori squadre europee. A questo punto le speranze per i prossimi Europei di Solleftea (Svezia) sono molto alte, da squadra “cenerentola” a Torino 2006 siamo passati a squadra “rivelazione” a Vancouver 2010… ora è lo stesso coach Da Rin che parla di medaglia.

La partita precedente tra Svezia e Germania è stata vinta a sorpresa dai tedeschi in gran rimonta. Sotto di un gol per 40′ arrivano al pareggio grazie a Gerd Bleidorn e poi a metà del tempo supplementare Jorg Wedde regala la prima vittoria di questo torneo ai tedeschi.

Le foto della partita

Il roster dell’Italia:

Gabriele Araudo,  Santino Stillitano (portieri); Bruno Balossetti, Gianluca Cavaliere, Giuseppe Condello, Gianluigi Rosa (difensori); Andrea Chiarotti, Valerio Corvino, Gregory Leperdi, Andrea Macrì, Florian Planker, Roberto Radice, Igor Stella e Werner Winkler (attaccanti).

Il roster della Norvegia:
Roger Johansen, Hamar Kjell Kristian (portieri); Remi Loyd Johansen, Eskil Hagen, Stig Tore Svee, Ole Austevoll (difensori); Emil Kirstituen, Morten Varnes, Helge Bjornstad, Magnus Bogle, Knut Andre Nordstoga, Audun Bakke, Thomas Jacobsen (attaccanti).

I risultati del torneo:
26/11 18,00 Svezia – Italia: 2-1
26/11 20,30 Germania – Norvegia: 0-9
27/11 16,00 Italia – Germania: 5-1
27/11 18,30 Norvegia – Svezia: 2-0
28/11 09,00 Svezia – Germania: 1-2 ot
28/11 11,30 Italia – Norvegia: 0-2

La classifica finale:
1′ Norvegia (9 pti)
2′ Svezia (4 pti)
3′ Italia (3 pti)
4′ Germania (2 pti)