Renon, vittoria sulla Valpe e secondo posto

(com. stampa HC Valpellice) – Niente da fare ancora una volta alla Ritten Arena di Collabo; il solito “super Tudin” esalta il Renon che batte la Valpe per 4 a 2 e la sorpassa nuovamente in classifica in attesa del completamento della ventunesima giornata con le sfide di giovedì.
Gli atesini sono privi di Higgins e Ansoldi e coach Kostner inventa il difensore Bregenzer ala della prima linea; l’esperimento funziona e nel giro di soli 3 minuti i valligiani sono sotto di due reti, entrambe proprio di Bregenzer su assistenza di Tudin, e capiscono che sarà la solita dura serata.
Con pazienza però i ragazzi di Martinelli provano a rimontare e ci riescono già al 6° con l’ennesima rete del “golden boy” Luca Frigo assistito da Anthony Aquino; il resto del periodo è una piacevole alternanza di opportunità su entrambi i fronti con i due goalie a fare buona guardia.

Secondo tempo che si apre con il meritato pareggio della Valpe, dopo neanche due minuti, sull’asse Luciano Aquino – Iannone con il capitano a battere Cloutier; sembra un cambio di inerzia ed invece il “giustiziere” Tudin già un minuto dopo riporta avanti i suoi per poi illuminare al 27° il compagno Watson per il 4 a 2 che “uccide” il match.
Metelka punisce due volte Frigo e una Martinelli ma la difesa Valpe tiene bene in inferiorità numerica grazie anche al solito grande Regan ma è il powerplay biancorosso a non essere incisivo poco dopo nelle due superiorità consecutive concesse; gli assalti biancorossi si concretizzano in un maggior numero di tiri che servono solo ad esaltare Cloutier senza però mutare il parziale alla sirena.

Il terzo tempo è la solita “marmellata” dove gli altoatesini sono maestri nel non rischiare nulla, controllare il match e far trascorrere i minuti.
Di significativo solo la reazione violenta contro gli arbitri di Roland Ramoser che gli vale 10 minuti per cattiva condotta, le solite superiorità numeriche sprecate da entrambi gli special teams e la sirena finale che lascia il solito rammarico per non essere riusciti a sfatare il tabù.

In sintesi un match dove entrambe le squadre non hanno capitalizzato le superiorità numeriche (Renon 0 su 7 e Valpe 0 su 8!) e dove la Martinelli Band, sinora maestra nei 5 contro 5, non ha esercitato tale maggior qualità; la differenza in casa Renon viene poi sempre dalla coppia Tudin (1 goal e 3 assist) e Cloutier (48 saves) che, purtroppo, contro i Bulldogs non incappano mai in quelle serate “no” che a volte penalizzano i bolzanini.
In attesa dell’esito del match del Bolzano a Pontebba la classifica dice quindi Val Pusteria 46, Renon 37, Bolzano e Valpe 36 punti; sabato obiettivo risorpasso con l’arrivo al Cotta Morandini del fanalino di coda Cortina ed il contestuale riposo del Renon.

H.C. RITTEN SPORT RENAULT TRUCKS – H.C. VALPELLICE ARCE 4 – 2 (2-1) (2-1) (0-0)
Reti:
00.26 Bregenzer
03.03 Bregenzer
06.16 Frigo (A. Aquino)
21.47 Iannone (L. Aquino – Ganzak)
23.12 Tudin
27.49 Watson

httpvh://www.youtube.com/watch?v=ko-YkwgTy4I

Tags: