Il 60° Minuto: Washington si arrende ai Sabres all’OT

Riecco come al solito il sabato sera nell’America del Hockey; nella Eastern Conference Toronto  incappa nell’ennesima sconfitta, l’ultima vittoria (senza contare le sconfitte agli SO) risale al 28 ottobre.
Spicca invece il largo successo di Montreal contro Carolina ma importante anche la vittoria in OT di Buffalo contro i Capitals.
Nella Western Detroit si aggiudica la sfida con Colorado, mentre ottime prove da parte di Phoenix e  Los Angeles.

I Risultati:

Ottawa Senators-Boston Bruins 2-0 (1-0;0-0;1-0)
Washington  Capitals-Buffalo Sabres 2-3OT (1-0;0-2;1-0;0-1)
Vancouver Canucks-Toronto Maple Leafs 5-3 (2-2;1-1;2-0)
Carolina Hurricanes-Montreal Canadiens 2-7 (0-2;2-3;0-2)
Florida Panthers-Philadelphia Flyers 2-5 (0-2;1-3;1-0)
Pittsburgh Penguins-Atlanta Thrashers 4-2 (0-1;1-0;3-1)
Colorado Avalanche-Detroit Red Wings 1-3 (0-1;0-2;1-0)

Chicago Blackhawks-Nashville Predators 3-4SO (1-0;2-2;0-1;0-0)
St Louis Blues-Phoenix Coyotes 3-5 (1-1;1-3;1-1)
Calgary Flames-San Jose Sharks 3-4 (0-2;1-1;2-1)
New York Islanders-Los Angeles Kings 1-5 (1-2;0-1;0-2)

Si diceva in apertura della vittoria di Buffalo in OT, ma in avvio di match le cose non erano andare benissimo per i Sabres con il gol subito dopo otto minuti realizzato da Alzner (Semin).
I padroni di casa crescono con i passare dei minuti e in due occasioni sfiorano il pari, ma anche gli ospiti sono pericolosi e solo Miller evita il secondo gol, in un primo tempo fermando Ovechkin lanciato a rete al 15:15 e poi bloccando i tentativi Capitals nei minuti finali del periodo.
Nel secondo tempo proseguono i Sabres i loro tentativi di pareggio e la costanza viene premiata: prima Montador (Grier-Leopold) fa secco Holtby con una cannonata dalla blu al 10:10  e successivamente Vanek (Leopold-Connolly) in PP spinge in rete una corta respinta del goalie di Washington per il sorpasso dei padroni di casa.
Il terzo tempo e giocato a ritmi più blandi, ma i Capitals riescono a pervenire al pari grazie alla stecca di Backstrom (Chimera-Erskine) che realizza al 07:09.
Buffalo preme sull’acceleratore negli ultimi minuti dei tempi regolamentari e in OT fino a quando con uno slalom degno di Tomba,  Vanek (Roy-Leopold) dribbla i difensori avversari e scartato anche Holtby deposita in rete il gol partita per i Sabres.

Sette gol e molto spettacolo tra Sharks e Flames con i padroni di casa che avviati i motori trovano il ritmo giusto subito e realizzano il vantaggio dopo pochi minuti.
La prima occasione in superiorità e sfruttata magnificamente da Thornton (Demers-Boyle) che dopo un minuto realizza il vantaggio Sharks.
I Flames reagiscono ma Niemi si fa trovare presente, i tentativi ospiti offrono la possibilità del contropiede ai padroni di casa che la sfruttano ottimamente al 10:24 con Clowe (Pavelski-Couture).
Calgary dopo 51 secondi dall’inizio del secondo tempo accorcia le distanze in PP con Giordano (White-Iginla) approfittando della doppia superiorità; gli Sharks danno però l’impressione di poter gestire la partita e anzi ogni accelerazione porta gravi rischi alla gabbia difesa da Kiprusoff.
I sospetti sono purtroppo per Calgary fondati e al 16:22 dopo un insistita azione Pavelski (Couture-Clowe) realizza portando la sua squadra sul 3-1.
Non mollano gli ospiti nemmeno sul 3-1 gli accorciando al 09:14 del terzo tempo nuovamente grazie a Bouwmeester (Stajan-Tanguay); la pressione dalle parti di Niemi è forte ma un contropiede  ottimamente concluso da Couture (Clowe-Pavelski) chiude di fatto il match.
I Flames non vogliono cedere ma serve a poco infatti il terzo gol di Calgary realizzato da Iginla (Tanguay-Giordano) arriva al 19:23 troppo tardi Niemi non si fa più superare per il successo di San Jose.

Eccoci alle stelle della serata, con il primo posto che va di diritto a Ray Whitney (Phoenix) che segna 3 gol e serve 2 assist nel successo della sua squadra sui Blues.
Seconda posizione per Evgeni Malkin (Pittsburgh) che con 3 gol ed 1 assist ha abbattuto la resistenza dei Thrashers.
Terza posizione per Tomas Plekanec (Montreal) regista e marcatore nel successo dei Canadiens sugli Hurricanes per lui 1 gol e 3 assist.
Poi a segno vanno anche con due gol: Thomas Vanek (Buffalo), Ryan Kesler (Vancouver), Mike Richards (Philadelphia), Jack Skille (Chicago), Anze Kopitar (Los Angeles).

Vediamo anche la situazione di Classifica nelle varie division:

Atlantic: Philadelphia che guida con 5 punti di vantaggio su Pittsburgh, seguono a poca distanza i Rangers e più staccati New Jersey e Islanders.

Philadelphia 24
Pittsburgh              19
NY Rangers           17
New Jersey            12
NY Islanders         11

Northest: Al comando Montreal inseguita con 4 punti di ritardo da Ottawa seguono Boston e Buffalo con Toronto che fa da fanalino di coda complice l’involuzione di risultati nell’ultimo periodo.

Montreal 23
Ottawa          19
Boston          17
Buffalo          15
Toronto       13

Southeast: La lepre neanche a dirlo è Washington che allunga con 7 punti di distacco su Tampa Bay , a seguire in a poca distanza tra loro Atlanta Carolina e Florida

Washington 25
Tampa Bay       18
Atlanta              17
Carolina            16
Florida              14

Central: Equilibrio in questa division guidata da Detroit che però ha solo due punti di margine su St Louis che a sua volta ne ha tre sulla coppia Columbus Chicago con Nashville che chiude però staccata di un solo punto.

Detroit 23
St Louis      21
Columbus  18
Chicago      18
Nashville   17

Northwest: Vancouver precede tutti con 5 punti su Colorado, Minnesota e Calgary seguono a poca distanza mentre più staccata in ultima posizione Edmonton.

Vancouver 22
Colorado          17
Minnesota       16
Calgary             14
Edmonton       11

Pacific: Poca differenza anche in questa divison con Los Angeles che fa capo fila seguita  tre punti da Anaheim, a seguire staccata di tre punti Phoenix che ha un solo punto di margine su San Jose; fanalino di coda Dallas che è però solo a due punti dagli Sharks.

Los Angeles 24
Anaheim            21
Phoenix             19
San Jose             18
Dallas                   16