Il 60° Minuto: Gaborik-Christensen-Frolov- e i Rangers vanno

Quattro i match della serata domenicale e da registrare 2 gare finite con le reti complessive a doppia cifra: New York (sponda Rangers) fa valere il fattore-ghiaccio e sommerge gli Oilers, in visita al Madison Square Garden, con 8 reti subendone 2; l’altro match in doppia cifra è stato quello tra Washington e Atlanta con i primi che alla fine si sono imposti per 6-4. Vittorie per Minnesota e Chicago (questi ultimi all’ overtime) nelle restanti partite.

I Risultati:

Edmonton Oilers – New York Rangers 2-8 (0-1; 2-4; 0-3)
Atlanta Thrashers – Washington Capitals 4-6 (1-3; 3-1; 0-2)
Minnesota Wild – Tampa Bay Lightning 4-1 (3-1; 0-0; 1-0)
Anaheim Ducks – Chicago Blackhawks 2-3 OT (1-1; 0-1; 1-0; 0-1 OT)

Marian Gaborik è tornato e i tifosi dei Rangers se ne sono accorti; l’ attaccante slovacco, alla seconda apparizione dopo lo stop per un’ infortunio alla spalla, mette in carniere il secondo Hat Trick come Blueshirts (11esimo in carriera) e assieme ai 2 gol di Frolov, permette ai giocatori di casa di far divertire i tifosi dell’ MSG. Venendo alla cronaca: Gaborik (Christensen-Frolov) ci mette meno di 2 minuti ad aprire il boxscore battendo Khabibulin di polso. I canadesi tuttavia non sembrano voler fare le comparse al Garden ed infatti dopo poco più di 3 minuti del periodo centrale effettuano il sorpasso: prima va a segno Ryan Jones (Eberle-Gagner) e poi Horcoff (Peckham-Whitney) realizza il 2-1. L’ uno-due dei canadesi però è un fuoco fatuo ed è Gaborik (Christensen), ancora lui, a battere il goalie degli ospiti e a riportare il match in equilibrio. Da qui in poi è Rangers-show con i giocatori in White,Red&Blue che vanno a segno in sequenza con Boyle (Fedotenko-Prust), Anisimov (Stepan-Avery) e Frolov (Christensen-Gaborik). Nonostante il 5-2 i Rangers non si fermano e nel terzo periodo vanno a segno ancora con Frolov, Fedotenko (Stepan-Gilroy). A completare la festa arriva anche la terza rete per Gaborik, con conseguente pioggia di cappelli sul ghiaccio, che chiude un’ incontro dominato dalla franchigia di Broadway.

Tanto scontata (da un certo momento in poi) la gara del Garden, tanto incerta quella dello United Center tra Blackhawks e Ducks: ad aprire le danze ci pensa Patrick Kane (Sharp-M. Hossa), all’ ottavo centro stagionale, che in Power Play batte Hiller per l’1-0. Il pareggio arriva poco dopo con Corey Perry che ristabilisce gli equilibri mandando il puck dell’ 1-1 alle spalle di Crawford, schierato al posto di Marty Turco dal coach dei detentori della Stanley Cup. Nel secondo periodo sono i padroni di casa a tornare avanti con Marian Hossa (Kane-Seabrook) dalla cui stecca arriva il 2-1 ancora in Power Play. Il definitivo pareggio, che manda all’ overtime la sfida, è ancora una volta di Corey Perry (Fowler) al 3’36” della frazione finale.con ormai solo 28″ sul cronometro e sullo sfondo gli shootout arriva la rete del 3-2 che consegna ai padroni di casa i 2 punti: a realizzarla è Viktor Stalberg (Keith-Campbell).

Venendo alle 3 stelle della serata: al terzo posto David Steckel (Washington) che realizza una rete e 1 assit nella vittoria su Atlanta. Piazza d’onore per Niklas Backstrom: 37 salvataggi (su 38 tiri) per il goalie di Minnesota nell’ affermazione su Tampa: a rovinargli lo shutout la rete del momentaneo 1-1 messa a segno da Martin St. Louis. Primo posto, e non poteva essere altrimenti, per Marian Gaborik: per l’ala destra dei Rangers, autore con la sua linea di 5 delle 8 reti delle Blueshirts, 3 reti e 1 assist.