Un altro derby per l’Alleghe

(com. stampa SG Cortina) – Primo derby stagionale all’Olimpico di Cortina tra Cortina ed Alleghe: esordio tra i padroni di casa dei due nuovi arrivati Posmyk e Branda, ancora assente, invece negli alleghesi il terzino Scoville. McKay decide di schierare Branda tra De Bettin e De Toni, non cambiando quindi il lineup della prima linea che ultimamente sta facendo vedere buone cose.

Nonostante alcune buone opportunità da un lato e dall’altro le formazioni vanno al primo riposo sullo 0-0.
Passano solamente 17 secondi nel secondo tempo e l’Alleghe sfrutta al meglio la superiorità numerica causata da un colpo di bastone di Branda in conclusione di primo tempo: il tiro di De Biasio sorprende Munro e regala il vantaggio agli agordini. I ragazzi di McKenna raddoppiano grazie alla velocità di Chaulk, lesto a recuperare un puck che rimbalza sulla balaustra dietro al goalie ampezzano.

Il Cortina, però, non si da per vinto e a 4 minuti dalla sirena accorcia le distanze con capitan De Bettin, bravo a finalizzare il lavoro di Lino de Toni.
Gli animi si scaldano e pochi istanti dopo Faulkner entra duro su Lino de Toni: tra le proteste ampezzane Gagliardi decide per soli 2 minuti, nonostante una ferita con sangue sul naso dell’ex capitano delle Civette. Meno di un minuto da giocare ed ancora un episodio che fa discutere: Zandonella fa partire uno slap dalla blu che supera Dennis e colpisce il palo. Gagliardi in ottima posizione dice di non aver bisogno dell’aiuto delle telecamere e manda tutti al riposo.
L’ultimo drittel inizia esattamente come il secondo, ma a parte invertite: stavolta i secondi sono 15, la penalità a fine secondo tempo è per Marsch ed il gol è del Cortina con Schultz a capitalizzare una gran discesa di Johansson. Un ottimo Cortina sembra avere qualche chance in più di portare a casa il risultato. Percezione che cambia nettamente a 4 minuti e 37 secondi dalla fine quando Burns si fa saltare da Anger, regalando di fatto il gol del vantaggio a Faulkner.
Nonostante Munro venga richiamato in panchina per provare a sfruttare un uomo di movimento in più, il risultato non cambia e l’Alleghe conquista tre punti importanti a fini della classifica e del morale.

Buono l’esordio tra gli ampezzani di Posmyk: molti tiri, fisicità, autorevolezza e ottima visione di gioco. Se questi sono i presupposti l’acquisto del Cortina sembra proprio azzeccato. Ancora un po’ in ombra, invece, l’altro ceco Branda.