CU26 – Contro Bergamo torna alla vittoria il Feltre

(cmo. stampa HC Feltreghiaccio, N.C.) – Cassol Assicurazioni batte HC Bergamo 11 a 2. Finisce in doppia cifra la 5ª giornata di campionato nazionale C-26, una gran bella prestazione della seconda linea del Feltre che colleziona ben 7 marcature ed esce tra gli applausi del pubblico.
Molti si sono chiesti se finalmente il Feltreghiaccio ha trovato l’erede di Luca Savi in Daniel Borch autore di 5 reti ed assistito nelle sue realizzazioni dai fidi compagni del capocannoniere delle passate stagioni: Mattia Bertoncin e Fabio Dal Magro entrambi autori di una rete a testa.
Il rientro di Michele Giopp in difesa ha permesso a Finzgar di provare questo inedito attacco e la scelta è indiscutibilmente azzeccata, incontenibili sulle fascie e pronti a servire un centro sempre ben piazzato come se avessero sempre giocato assieme.

I parziali dell’incontro non mettono mai in discussione il risultato: 4-1, 4-1, 3-0. Il Bergamo non è mai stato a guardare, ci ha provato con le marcature di Orio e Zani ma va sottolineata anche la buona prestazione della retroguardia feltrina coordinata da capitan Biacoli (1ª rete) e dai portieri Viale nel 1° tempo e Mantovani nelle altre due frazioni.
Gli altri marcatori della serata sono stati Riccardo Boschet (2 reti) ed Andrea Rigoni (1 rete).
Il risultato non deve trarre in inganno, onore al Bergamo che si presenta sempre puntuale alle lunghe trasferte che la geografia impone senza scoraggiarsi per i risultati raccolti da quando si confronta nel campionato nazionale C-26, autore comunque di un hockey pulito e regolare che ha permesso la disputa di un incontro piacevole.
Per quanto riguarda il Cassol Assicurazioni rimane evidente la differenza di realizzazioni che i 3 blocchi riesco ad offrire con la prima e la terza linea incapaci di concludere le tante occasioni a disposizione. Finzgar lo sa e sta lavorando duro dall’inizio del campionato anche se i risultati fanno fatica ad arrivare, le nostre ingenuità le paghiamo a suon di goal non approfittando mai di quelle che anche gli avversari più quotati ci mettono a disposizone. La nostra posizione in classifica ne è purtroppo la dimostrazione!