Un Ambrì che spreca ma vince ai rigori contro il Bienne

(Com. Stampa Ambrì Piotta) – Le numerose superiorità numeriche avute dall’HCAP sono state sfruttate solo parzialmente. Delle tre reti dei Leventinesi (Landry, Raffainer, Botta) nei tempi regolamentari due sono state ottenute in powerplay, ma il Bienne è riuscito sempre a recuperare. Ai rigori vanno in rete Yanick Lehoux e Paolo Duca, con Thomas Bäumle che para e regala la vittoria ai Leventinesi.

Durante il riscaldamento l’HCAP perde Reto Stirnimann, che prova ad andare sul ghiaccio dopo il colpo subito ieri sera a Davos; un grattacapo in più per lo staff tecnico, che vede già una panchina dei difensori decimati. L’Ambrì è quindi obbligato a giocare con 7 difensori.

Il primo tempo è iniziato con una forte pressione dei BiancoBlù sulla porta difesa da Streit, tanto che Éric Landry dopo 148 secondi va a rete sfruttando il primo powerplay (dei sette avuti), finalizzando un’azione di Kariya e Duca. Purtroppo passano solo 50” e il capitano dei Seeländer Tschantré pareggia i conti. Nonostante le numerose occasioni, i Leventinesi non riescono a passare nuovamente in vantaggio; molti i dischi sprecati nei powerplay, mai finalizzati nei primi 20 minuti.

Nel secondo tempo è la terza linea dei Leventinesi a realizzare, con Raffainer che segna una rete che dà ossigeno e speranza. Nonostante i numerosi arrembaggi, solo i Seeländer ad essere più concreti e infilano per la seconda volta Bäumle con Ehrensperger. Cinque minuti più tardi, in powerplay Botta devia in rete un tiro di Lehoux e riporta in vantaggio i BiancoBlù. L’Ambrì combattivo non riesce a consolidare il vantaggio e a soli 8” dal termine del tempo mediano si fa recuperare da Spylo.

Il pareggio dura anche nel terzo conclusivo, con i Leventinesi in calo di ossigeno – in particolare le prime due linee molto sollecitate – che però si fanno pericolosi sotto la porta nei primi minuti, in particolare con Hofmann molto attivo sul ghiaccio. L’Ambrì non sfrutta poi una superiorità numerica di 5 minuti, a seguito dell’espulsione di Zigerli che colpisce al volto Marghitola. Il tempo passa e sempre di più vi è la convinzione di rimandare tutto ai supplementari. L’overtime non regala emozioni, con Denisov e Bell espulsi entrambi per uno scontro.

Ai rigori si deve giungere alla quinta esecuzione; dopo la prima rete ad opera di Lehoux (primo battitore per i Leventinesi), gli altri vanno a buca. Arriva capitan Duca a regalare la seconda rete e Thomas Bäumle a fermare il quinto rigorista dei Seeländer.

Vittoria, due punti per l’Ambrì in una partita che si poteva concludere in maniera molto più positiva visto il gioco messo in atto dai Leventinesi, decimati in difesa e ancora bloccati nel finalizzare il gioco di powerplay. Nella pausa della Nazionale ci sarà occasione di ulteriormente rafforzare il gioco, la forza e gli schemi: parola di Kevin Constantine.

Paolo Duca (www.hcap.ch)

HC Ambrì Piotta – EHC Biel 4-3 dr (1-1; 2-2; 0-0; 1-0)

Stadio: Valascia
Spettatori: 3829
Arbitri: Stricker, Mauron/Schmid

Reti:
02.28 Eric Landry (Kariya, Duca; esp. Steinegger) 1-0; 03.18 Mathieu Tschantré (Lötscher, Spylo) 1-1; 24.28 Raeto Raffainer (Bianchi, Demuth) 2-1; 28.35 Gianni Ehrensperger (Arnason) 2-2; 33.35 Roman Botta (Lehoux; esp. Wetzel) 3-2; 39.52 Ahren Spylo (Steinegger; esp. Marghitola) 3-3.

Penalità:
HCAP = 2 x 2 Min
EHCB = 7 x 2 Min + 5 Min + partita (Zigerli)

Formazioni:
HCAP = Bäumle, Croce; Gautschi, Schulthess, Denisov, Casserini, Walker, Marghitola, Randegger; Landry, Isabella, Lehoux (TS); Kariya, Pestoni, Duca (C); Bianchi, Demuth, Raffainer; Hofmann, Meier, Botta.
EHCB = Streit, Pfeuti; Steinegger, Gossweiler, Bell, Wellinger, Seydoux, Trunz, Zigerli, Rouiller; Tschantré (C), Lötscher, Spylo (TS); Gloor, Fata, Nüssli; Arnason, Bärtschi, Ehrensperger; Mieville, Haas, Wetzel.

Note: Ambrì senza Kutlak, Stirnimann, Kobach, Westrum, Bundi, Murovic; reti BiancoBlù nei rigori di Lehoux e Duca.

Tags: