Il 60° Minuto: Jovanovski fa volare i Coyotes mentre i Penguins sono sconfitti a Dallas

Serata ricca di match, con ben 9 incontri disputati, spiccano tra questi le vittorie esterne di Bruins e Devils e la goleada degli Hurricanes  che sotterrano gli Islanders.

I Risultati:

Boston Bruins-Buffalo Sabres 5-2 (3-0;1-1;1-1)
Toronto Maple Leafs-Washington Capitals 4-5SO (1-0;0-3;3-1;0-0)
New York Islanders-Carolina Hurricanes 2-7 (3-0;0-2;2-2)
Atlanta Thrashers-Florida Panthers 4-3 (1-1;1-1;2-1)
New Jersey Devils-Chicago Blackhawks 5-3 (1-0;1-1;3-2)
Pittsburgh Penguins-Dallas Stars 2-5 (0-2;1-2;1-1)
Detroit Red Wings-Calgary Flames 2-1 (0-1;2-0;0-0)
Nashville Predators-Phoenix Coyotes 3-4 (2-1;1-1;0-2)
Tampa Bay Lightning-Anaheim Ducks 2-3OT (0-1;1-0;1-1;0-1)

I Blackhawks perdono il match casalingo contro i Devils, il primo periodo viene disputato dai padroni di casa, senza grinta, rendendosi poco o nulla pericolosi.

Gli ospiti invece giocano meglio e con Arnott (Elias) al 15:31 si portano in vantaggio; all’inizio del secondo tempo i Devils perdono per infortunio Brodeur sostituito da Hedberg, ma tutto questo non deconcentra la squadra che invece raddoppia al 04:14 con Zajac(Kovalchuk-Langenbrunner) che da distanza ravvicinata non da scampo a Turco.
Chicago adesso cerca con più insistenza la via del gol, ma trova un grande Hedberg che non fa regali, solo al 16:02 la deviazione di Campbell (Stalberg-Seabrook) fa finalmente risuonare la sirena nell’arena.
I Blackhawks ora credono nel pareggio e nel terzo tempo questo puntualmente arriva, sfruttando una situazione di superiorità numerica con Pisani (Stalberg-Seabrook) che al 03:42 insacca.
I Devils sono stati raggiunti sul pari, ma a quattro minuti dalla fine grazie ad un gol fortunoso di Mills (Langenbrunner-Kovalchuk) che mette il disco tra palo e portiere aggirando quest’ultimo dietro alla gabbia, si riportano in vantaggio.
Nei minuti finali succede poi un po’ di tutto dal primo EN gol di Langenbrunner (Elias-Zajac) alla nuova marcatura di Stalberg (Skille-Boynton) che al 19:26 riaccende la speranza, spenta poi dal definitivo 5-3 firmato da Greene.

I Coyotes soffrono, ma trovano con Jovanovski quella marcia in più che gli permette di superare i Predators; subito emozionante l’incontro con la prima rete ad opera di Jovanovski (Vrbata-Hanzal) che arriva dopo appena un minuto con tiro di grande potenza.
Nashville replica sin da subito e al 08:58 pareggia, la rete porta la firma di Bouillon(Tootoo-Goc),  dopo nemmeno un minuto Kostitsyn (Tootoo-Klein) ruba disco ad un difensore di Phoenix e deposita in rete il puck per il vantaggio dei Predators.
É ancora dalla stecca di Jovanovski (Hanzal) che si concretizza al 01:09 del primo periodo il pari per i Coyotes con un gol da posizione angolata che sorprende Rinne.
I Predators però non mollano la presa e in PP al 12:44 con Hornqvist (Wilson-O’Reilly) si riporta avanti; il nuovo pari per i padroni di casa arriva al 04:23 del terzo tempo in superiorità numerica ad opera di Stempniak (Wolski-Ekman_Larsson).
La serata è però magica per Jovanovski (Whitney-Yandle) ed una sua conclusione al volo in PP è vincente portando al 05:38 in vantaggio i Coyotes con il 4-3 che sarà anche il risultato finale.

Tra le stelle il primo posto non può che essere di Ed Jovanovski (Phoenix) con la sua tripletta, nella seconda posizione trova spazio Chris Mason52-55 (Atlanta) che grazie alle sua parate permette ai Thrashers di vincere il match. Per finire da menzionare i 2 gol ed 1 assist che porta in dote Loui Eriksson (Dallas).
Realizzano poi una doppietta a testa Jon Matsumoto (Carolina) e Freddy Modin (Atlanta).