EWHL – Bolzano a testa alta ma passa il Lugano

ladies lugano1Era il girone europeo delle Pantere: a parte le Eagles le alre tre squadre utilizzano questo felino come icona identitaria. Ad andare a Praga saranno quelle del Lugano che hanno battuto le bolzanine per 5-0 (3-0, 2-0, 0-0). Pur difendendosi e attaccando con tutte le armi possibili il divario tra il movimento svizzero e quello italiano rimane impari e dopo tutto la Svizzera è nel mondiale principale mentre l’Italia fatica in Division II, cioè la terza lega.
Per il Lugano allenato da Pat Lefebvre a segno Buser, Muzerall, Bullo e una doppietta di Misikowetz.
Il capitano canadese Kira Misikowetz con 8 reti è stata premiata top scorer del torneo nonché MVP, ovverosia la miglior giocatrice del girone. Miglior difensore è stata premiata Nicole Bullo, unica giocatrice del Lugano in nazionale alle ultime Olimpiadi di Vancouver. Da applausi anche la 15enne Luana Jam che per una forma influenzale del portiere titolare s’è trovata a dover difendere la gabbia in una partita così delicata, portandosi a casa uno shutout.
5-0 anche l’altra partita odierna tra Slough e le spagnole del Valladolid che chiudono il girone a zero punti con zero reti segnate.

Ecco la composizione del secondo turno:

  • Gruppo E, Praga (Cec):
    SKIF Nizhny Novgorod (Rus) campione in carica
    Slavia Praga (Cec)
    HC Lugano (Svi)
    Vienna Sabres (Aut)
  • Gruppo F, Tampere (Fin):
    Ilves Tampere (Fin)
    OSC Berlin (Ger)
    Aisulu Almaty (Kaz)
    Vålerenga Oslo (Nor).

Gruppo A, Bolzano

ewcc EWCC   Bolzano di misura e il Lugano fa pauraClassifica:
        p.ti G V P  gol
Lugano     9 3 3 0 31-1
Eagles BZ  6 3 2 1  8-6
Slough     3 3 1 2  7-13
Valladolid 0 3 0 3  0-26

freccia dx EWCC   Bolzano di misura e il Lugano fa paura Programma completo e formazioni
freccia dx EWCC   Bolzano di misura e il Lugano fa paura Presentazione delle squadre e calendario della Coppa Europa

____________________________

Gruppo B, Ankara (Tur)

Con l’Aisulu Almaty già qualificato per il secondo turno l’ultima giornata ha visto le francesi del Grenoble chiudere agevolmente al secondo posto. Male la stagione del Maribor che non sta entusiasmando in EWHL e ha deluso anche in Coppa Campioni vincendo a fatica solo contro la matricola Ankara e perdendo nettamente con squadre sulla carta più alla propria portata. Le kazake hanno invece dominato il girone con 35 reti segnate e nessuna subita. Ora nella seconda fase c’è da riconquistare dopo un anno di assenza le finali.

  • 29.10.2010
    Aisulu Almaty (Kaz) – Grenoble B. d. L. (Fra) 4-0 (1-0, 3-0, 0-0)
    Milenyum Ankara (Tur) – Terme Maribor (Slo) 5-7 (1-2, 1-2, 3-3)
  • 30.10.2010
    Aisulu Almaty (Kaz) – Terme Maribor (Slo) 16-0 (5-0, 5-0, 6-0)
    Milenyum Ankara (Tur) – Grenoble B. d. L. (Fra) 0-10 (0-3, 0-1, 0-6)
  • 31.10.2010
    Grenoble B. d. L. (Fra) – Terme Maribor (Slo) 7-2 (3-0, 3-1, 1-1)
    Aisulu Almaty (Kaz) – Milenyum Ankara (Tur) 15-0 (6-0, 3-0, 6-0)

Classifica:
         p.ti G V P gol
1. Almaty   9 3 3 0 35-0
2. Grenoble 6 3 2 1 17-6
3. Maribor  3 3 1 2 9-28
4. Ankara   0 3 0 3 5-32

____________________________

Gruppo C, Jelgava (LAT)

Nel girone più incerto passano le norvegesi del Vålerenga che vincendo 2-1 sul Riga evitano di dover ricorrere al pallottoliere. Avesse vinto Riga avrebbe fatto il gioco delle Herlev Hornets che con la goleada contro il malcapitano Polonia Bytom hanno terminato il girone lettone con un’ottima differenza reti. E le lettoni in vantaggio ci sono state con la rete nel primo tempo di Inese Geca-Miljone, pedina della nazionale lettone che agli ultimi mondiali ci punì con una tripletta. Il Vålerenga nel drittel centrale riesce però a riprendersi e conquistarsi il passaggio del turno dopo tre anni di tentativi con le reti di Mari Henn e Janusz Syposz.

  • 29.10.2010
    Herlev Hornets (Dan) – Vålerenga Oslo (Nor) 0-3 (0-1, 0-2, 0-0)
    Laima Riga (Lat) – P. Bytom (Pol) 8-1 (5-0, 1-1, 2-0)
    30.10.2010
    Vålerenga Oslo (Nor) – P. Bytom (Pol) 8-4 (3-2, 3-1, 2-1)
    Laima Riga (Lat) – Herlev Hornets (Dan) 0-6 (0-2, 0-0, 0-4)
  • 31.10.2010
    P. Bytom (Pol) – Herlev Hornets (Dan) 5-15 (0-7, 3-5, 2-3)
    Vålerenga Oslo (Nor) – Laima Riga (Lat) 2-1 (0-1, 2-0, 0-0)

Classifica:
           p.ti G V P  gol
1. Vålerenga  9 3 3 0 13-5
2. Herlev     6 3 2 1 21-8
3. Laima Riga 3 2 1 1  9-9
4. Bytom      0 3 0 3 10-31

____________________________

Gruppo D, St. Pölten (AUT)

Chiudono in gloria le Sabres di Vienna della bolzanina Valentina Bettarini che fanno di un sol boccone anche le rumene del Miercurea. Un computo in tre giorni di nessuna rete subita e qualcosa come 43 reti fatte. Il grazioso bulldozer Sammy Hunt ha realizzato 11 gol e 9 assist.
Le ungheresi del Mailyn hanno dato filo da torcere alle campionesse slovacche dello Spisska Nova Ves che comunque chiudono al secondo posto.

  • 29.10.2010
    Spisska Nova Ves (Svk) – Miercurea Ciuc (Rom) 12-1 (1-1, 0-5, 0-6)
    Vienna Sabres (Aut) – UTE-Marilyn (Ung) 17-0 (5-0, 3-0, 9-0)
  • 30.10.2010
    UTE Marilyn – Miercurea Ciuc 6-0 (2-0, 1-0, 3-0)
    Vienna Sabres – Spisska Nova Ves 11-0 (2-0, 4-0, 5-0)
  • 31.10.2010
    Spisska Nova Ves – UTE Marilyn 3-1 (1-0, 0-0, 2-1)
    Miercurea Ciuc – Vienna Sabres 0-15 (0-8, 0-4, 0-3)

Classifica:
        p.ti G V P  gol
1. Vienna  9 3 3 0 43-0
2. Spisska 6 3 2 1 15-13
3. Marilyn 3 3 1 2  7-20
4. M. Ciuc 0 3 0 3  1-33