Il 60° Minuto: Ovechkin da record

Serata ricchissima quella della NHL con ben 14 match in programma; in vetta alla lega continua il buon momento dei Kings, vittoriosi sul ghiaccio dello Staples Center contro i Devils di Kovalchuk. Pesante sconfitta interna per i Flames, sotterrati sotto 7 reti  da Washington. Proprio durante il match dello Scotiabank Saddledome arriva il gol più veloce di sempre: a realizzarlo è Alexander “The Great” Ovechkin che messo a segno il 2-2 al 3’43” del secondo periodo, impiega appena 12 secondi ad andare nuovamente a segno per la rete del vantaggio dei suoi Capitals. Serata anche di Shutout con 5 match terminati con uno dei goalie imbattuto.

I risultati:

New York Rangers
– Toronto Maple Leafs 2-0 (1-0; 1-0; 0-0)
Pittsburgh Penguins – Carolina Hurricanes 3-0 (1-0; 1-0; 1-0)
Florida Panthers – Montreal Canadiens 3-1 (1-0; 1-1; 1-0)

Atlanta Thrashers – St. Louis Blues 3-4 SO (3-1; 0-0; 0-2; 0-0 OT; 0-1 SO)
Columbus Blue Jackets – Colorado Avalanche 1-5 (0-1; 0-3; 1-1)
New Jersey Devils – Los Angeles Kings 1-3 (0-1; 1-2; 0-0)
Boston Bruins – Ottawa Senators 4-0 (1-0; 2-0; 1-0)
New York Islanders – Philadelphia Flyers 1-6 (0-2; 1-4; 0-0)
Nashville Predators – Detroit Red Wings 2-5 (0-2; 1-1; 1-2)
Buffalo Sabres – Dallas Stars 0-4 (0-1; 0-1; 0-2)
Tampa Bay Lightning – Phoenix Coyotes 3-0 (0-0; 1-0; 2-0)
Washington Capitals – Calgary Flames 7-2 (1-2; 6-0; 0-0)
Anaheim Ducks – San Josè Sharks 2-5 (0-2; 0-3; 2-0)

I Rangers espugnano l’ ACC, nella sfida tra Original Six, grazie alla grande prova di Henrik Lundqvist; nel match in cui Colton Orr (ex Rangers) indossa dei pattini dipinti di rosa per sostenere la campagna della NHL contro il cancro al seno, il goalie delle Blueshirts sfodera una grandissima prestazione (36-36 reciterà la statistica relativa ai tiri parati) mentre a mettere i 2 dischi alle spalle di Giguere ci pensano, nel primo periodo Bryan Boyle (Prust – Girardi) su suggerimento di Prust, appena rientrato in pista dal penalty box e nel periodo centrale Ryan Callahan su rigore. C’è da dire che Orr, nonostante la bella iniziativa dei pattini rosa non ha perso l’ occasione di alimentare la sua fama di “tough guy” andando a incrociare i guanti con Prust dopo una carica in ritardo dello stesso Orr su Eminger. Per “Hank” Lundqvist 25esimo shutout in carriera (primo stagionale e primo nei confronti con i Leafs).

Sconfitta interna per gli Habs che al Belle Centre devono lasciar strada a Florida; bisogna attendere oltre la metà del primo periodo per veder sbloccato il tabellino con Frolik (Matthias – Higgins) che di backhand batte Price per l’ 1-0 con cui si arriva fino al primo riposo; ad inizio secondo tempo sono i padroni di casa a raggiungere il pari con Darche (Halpern – Pouliot); il pareggio però dura poco e a dare un dispiacere ai tifosi di casa ci pensa David Booth che su Penalty Shot mette a segno la rete del nuovo vantaggio ospite. La rete del 3-1 che pone fine alla sfida arriva invece nella seconda metà della terza frazione con Matthias (Reinprecht). Da rimarcare la buonissima prove di Vokoun: per il goalie di Florida ben 40 salvataggi che gli valgono la nomina a prima stella del match.

Passiamo adesso al consueto appuntamento con le “3 Stelle” della serata: gradino più basso del podio per Tomas Vokoun, che con 40 salvataggi permette ai suoi Florida Panthers di espugnare il Belle Centre; seconda posizione per Jay McClement, che fa registrare un’ Hat Trick nella vittoria interna dei suoi Blues contro Atlanta. Arrivando al primo gradino del podio, la palma di “First Star” della serata va a “King” Henrik Lundqvist, che nel match dell’ ACC ha abbassato la saracinesca davanti ai Leafs permettendo così ai Rangers di espugnare il ghiaccio canadese.