Il Lugano vince e convince in casa della capolista

(Com. Stampa HC Lugano) – Chiamato ad un exploit in casa della capolista il Lugano convince e conquista a Kloten tre importantissimi punti sia per la classifica che per il morale. Un successo pienamente meritato per i bianconeri, che hanno saputo reagire al meglio alla difficile situazione creatasi dopo la scoppola di Langnau con una prestazione maiuscola.

In una partita giocata ad alto ritmo il Lugano è riuscito a portarsi in vantaggio con Chris Bourque in superiorità numerica al 5. minuto. Un gol importantissimo sul piano psicologico, tanto che la squadra di Bozon non si è fatta prendere dallo sconforto nemmeno dopo il pareggio dei padroni di casa.

Nel periodo centrale sono stati infatti di nuovo i bianconeri ad aprire le danze con la rete di capitan Vauclair, ancora con l’uomo in più, imitato da Murray, bravo a sfruttare una brevissima insicurezza di Rüeger, poco dopo metà gara. Subito dopo è però Rintanen ha di nuovo accorciato le distanze per gli zurighesi.

Nel periodo conclusivo il Lugano ha saputo resistere ai veementi attacchi dei Flyers, che si sono gettati avanti in cerca del pareggio potendo pure usufruire di diverse supriorità numeriche. Ma un Aebischer in grande forma ha più volte evitato la capitolazione, permettendo alla formazione di Bozon di mantenere l’esiguo vantaggio.

A togliere pressione ai bianconeri ci ha poi pensato ancora una volta Julien Vauclair, di nuovo in powerplay, prima della rete realizzata da Domenichelli a porta sguarnita con il Kloten che giocava con due uomini in più di movimento.

Con la vittoria del Lugano ormai certa nell’ultimo minuto di gioco sono arrivati ancora i gol di Hollenstein e di Bourque, che ha coronato con un gran tiro la bella prestazione personale e di tutta la squadra.

Unica nota amara per i bianconeri è stata la perdita di Sannitz alla fine del primo periodo. Dopo uno scontro fortuito con Popovic, il centro – schierato da Bozon in prima linea dopo l’esclusione di martedì – ha dovuto lasciare il ghiaccio a causa di un infortunio al ginocchio.

Sabato alla Resega arriva il Rapperswil e il Lugano, con il sostegno dei propri tifosi, avrà l’occasione di confermare la tendenza positiva e di fare un importante passo avanti in classifica.

www.rsi.ch

Kloten – Lugano 3-6 (1-1, 1-2, 1-3)

Reti: 4.50 Bourque (Domenichelli, Nummelin, esp. Keller) 0-1, 13.32 Jacquemet (Steiner, Rintanen) 1-1, 24.59 J. Vauclair (Genoway, Domenichelli, esp. Lemm) 1-2, 32.54 Murray (Reuille) 1-3, 34.11 Rintanen (Santala) 2-3, 55.27 J. Vauclair (Nummelin, Bourque, esp. Rintanen) 2-4, 58.13 Domenichelli (esp. Popovic, a porta vuota) 2-5, 58.54 Hollenstein (Herren, Dupont, esp. Popovic) 3-5, 59.50 Bourque (Conne, T. Vauclair) 3-6

Lugano: Aebischer; Nummelin, Popovic; J. Vauclair, Nodari; Hirschi, Ulmer; Murray, Sannitz, Genoway; Domenichelli, Romy, Bourque; T. Vauclair, Conne, Reuille; Jörg, Kamber, Kostovic; Bertaggia

Penalità: 6 x 2′ contro il Kloten, 7 x 2′ contro il Lugano

Arbitri: Kurmann, Koch; Dumoulin, Zosso

Note: Kolping Arena, 5’627 spettatori. Assenti HCL: Hennessy (in soprannumero), Kienzle (infortunato), Helbling (sospeso). Dal 17. Lugano senza Sannitz (infortunato). Al 53.09 timeout del Kloten. Dal 57.20 al 58.13 Kloten senza portiere

Tags: