L’Egna spegne la stella Dias ed espugna l’Agorà

di Groden

MILANO – EGNA 3-4 (0:0)(2:1)(1:3)

I rossoblu tornano davanti al proprio pubblico per la sesta giornata di campionato senza Hood, al rientro in patria ma recuperano Migliore e Lo Presti. Di fronte l’Egna in gran forma dopo le 2 vittorie consecutive con il Caldaro e l’ev Bozen.

Il primo tempo ha visto le due squadre studiarsi molto senza creare occasioni pericolose. Solo dopo la prima penalità inflitta a Pellettier dopo quasi 8′ il Milano riesce a rendersi pericoloso con Dias, il suo tiro finisce alle spalle di Rizzi ma l’arbitro annulla per spostamento della porta. Dopo il pericolo passato, l’Egna si rende pericoloso con Simonazzi e subito dopo grazie anche una doppia superiorità numerica con Pellettier e Perna ma Della Bella non si lascia sorprendere. Il finale del tempo vede protagonista Johnson con un tiro dalla blu ma senza fortuna.

Il secondo drittel inizia sulla falsa riga del primo, con un paio di tentativi del Milano con Dias e Wunderer ma è bravo Rizzi. La partita si sblocca al 28.10 grazie alla rete di Delfino su assist di Migliore. Il goal sveglia gli ospiti che con due conclusioni, una di Donati e la seconda di Chelodi, provano i riflessi dell’estremo milanese. Al 30.55 è ancora, però, la squadra di casa a passare con la rete di Dias in contropiede. Al 33.08 gli ospiti accorciano le distanze con Donati e il tempo si conclude con ancora Della Bella sugli scudi che para le conclusioni di Zelger, Heikkinen e Bertignoll.

Il terzo drittel si apre con Rizzi che respinge le conclusioni di Delfino e Johnson, prima dell’unica sbavatura del portiere milanese in questa prima parte di campionato, e vede così l’Egna pareggiare grazie alla rete di Gilmozzi al 44.09.
Il Milano accusa il colpo ed è ancora la squadra ospite che si rende pericolosa con Chelodi prima del goal di Pellettier al 40.40. A questo punto esce l’orgoglio Milanese che porta al goal di Peruzzo al 54.35 in superiorità per la penalità inflitta all’ex di turno Betti. La festa sugli spalti dura poco e al 55.57 Perna realizza il definitivo 4 a 3. Vani sono gli ultimi disperati tentativi di Dias e Lo Presti che mettono in mostra ancora una volta le doti di Rizzi.
Ora il Milano ha un turno di riposo utile per ricaricare le batterie in vista della trasferta di Appiano di venerdì prossimo.

Reti: 28.10 Delfino, 30.55 Dias, 33.08 Donati, 44.09 Gilmozzi, 40.40 Pellettier in superiorità, 54.35 Peruzzo in superiorità, 55.57 Perna.

Le foto dell’incontro: https://www.hockeytime.net/foto/serie-a2/?album=33&gallery=405