I rigori fermano il Bolzano

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO  – RITTEN SPORT  3–4dtr (1:2) (0:1) (2:0) (0:0)(0:1)

Stasera al Palaonda è di scena il derby tra i padroni di casa e il Renon. Nel Bolzano debutta il neo acquisto Danny Irmen, mentre tra gli ospiti spicca la presenza del grande ex Rolly Ramoser. La sfida inizia in discesa per i biancorossi che dopo 2 minuti e mezzo vanno in vantaggio grazie ad un gol di rovescio di Marco Insam. Il tiro del giovane attaccante non pare irresistibile ma Cloutier è battuto. Il gol non mette però le ali ai foxes che paiono stanchi e spaesati nonostante la partenza abbastanza timida dei Ritten Buam. A metà frazione è Zaba a salire in cattedra con due ottimi interventi che vanificano due buone occasioni del Renon in power play. Il pareggio però è nell’aria e, come spesso accade, è proprio Rolly Ramoser a siglarlo, con un preciso polso nell’angolino basso. La reazione dei biancorossi è sterile, anzi il Renon prende coraggio e si affaccia più frequentemente nel terzo biancorosso. Questa intraprendenza è premiata al 13:12 allorché Baker sfrutta al meglio un assist di Ansoldi e porta in vantaggio i suoi. Il primo periodo termina con una bella iniziativa della terza linea del Bolzano che però non ha successo.

Nel secondo tempo tutti si aspettano la reazione d’orgoglio della truppa biancorossa, ma lo spreco di un iniziale power play giocato senza quasi tirare in porta non lascia buone sensazioni ai tifosi di casa. I minuti passano e, a parte un bel contropiede condotto da Mazzolini e Insam, si arriva al 15:29, minuto in cui il Renon cala il tris: Higgins è bravissimo a trasformare in gol il lavoro di Gruber e Scelfo e per il Bolzano calano le tenebre. A 10 secondi dalla fine Colton Fretter si divora una ghiottissima occasione, quando l’ottimo Dorigatti (uno dei migliori stasera) recupera caparbiamente un disco che serve nello slot pescando il nr. 28 tutto solo che però mette a lato. Bolzano davvero inguardabile, gli errori non si contano, tra passaggi sbagliati e controlli approssimativi. L’impressione è quella di trovarsi davanti ad una squadra stanca dal punto di vista fisico: forse l’aver giocato finora con soli tre/quattro terzini e otto attaccanti inizia a penalizzare i ragazzi di Insam. Il Renon dà l’impressione di essere una squadra con meno talento dell’anno scorso, ma è messo molto bene in campo e i giocatori lottano su ogni disco, sia in zona neutra che in balaustra e questo consente ovviamente di mettere molta pressione sui portatori di disco avversari.

Terzo drittel che inizia all’insegna degli attacchi bolzanini: poco lucidi ma almeno un po’ più convinti di prima. Nel giro di tre minuti Zisser e Souza hanno due buone chance, ma il power play giocato al quarto minuto ricaccia la compagine di casa nell’insufficienza assoluta riguardo precisione e idee. Al nono minuto Fretter e Irmen (abbastanza incolore il suo debutto) vanno nuovamente vicini al gol, ma Cloutier fa buona guardia. Al 17° Souza colpisce un palo a portiere battuto e forse proprio questo episodio contribuisce a dare la carica ai foxes per l’assalto finale. Assalto che si concretizza al 18:20 con un gol proprio di Souza abile a mettere in rete un assist di Insam. Non è finita! Coach Insam chiama time out e gioca la carta del sesto uomo di movimento richiamando Zaba in panchina e dopo pochi secondi è ripagato proprio da suo figlio Marco che al 19:03 trova il gol dell’insperato pareggio. Insperato e probabilmente nemmeno tanto meritato, anche se è vero che il Renon non ha saputo chiudere la partita.

L’overtime offre al pubblico bolzanino una buona occasione di Ramoser ben sventata da Zaba e una ancora più clamorosa a Borgatello che non riesce a battere Cloutier nonostante Mazzolini lo abbia smarcato proprio davanti al portiere ospite.

I rigori premiano il Renon, grazie alla realizzazione di Tudin, che diventa così l’eroe della serata. Il Bolzano deve assolutamente ritrovare un po’ di brillantezza e sistemare il power play, apparso stasera davvero imbarazzante.

Il Tabellino: 1°Tempo:2:32 Insam (Souza,Mazzolini)-11:32 R.Ramoser (Hafner,Spinell)-13:12 Baker (Ansoldi)
2°Tempo: 15:29 Higgins (Gruber, Scelfo)
3°Tempo: 18:20 Souza (Insam, Mazzolini) – 19:03 Insam (Borgatello, Souza)
Rigori: Watson:out; Souza:parato; Higgins:parato; Egger:parato; Tudin:gol; Insam:parato
Migliori in campo: Bolzano: Marco Insam  –  Renon: Dan Tudin

httpvh://www.youtube.com/watch?v=yZw_YvFEX0U

Tags: