Il 60° Minuto: Tavares chiude la striscia dei Leafs

Si chiude dopo 4 gare la striscia positiva dei Leafs; a fermare la striscia positiva degli uomini di Ron Wilson ci pensa con una rete all’ overtime John Tavares; Brutta sconfitta anche per i Rangers che, orfani di 3 uomini di punta quali Drury, Prospal e Gaborik, si devono arrendere per la seconda volta sul ghiaccio di casa: a passare sono gli Avalanche. Vittorie interne invece per Pens, Bolts e Blackhawks, rispettivamente contro Senators, Stars e Blues.

I risultati:

NY Islanders – Toronto Maple Leafs 2-1 OT (0-0; 1-0; 0-1; 1-0 OT)
Colorado Avalanche – NY Rangers 3-1 (1-1; 0-0; 2-0)
Ottawa Senators – Pittsburgh Penguins 2-5 (0-3; 1-2; 1-0)
Dallas Stars – Tampa Bay Lightning 4-5 (1-2; 1-2; 2-1)

St. Louis Blues – Chicago Blackhawks 2-3 OT (0-0; 1-0; 1-2; 0-1 OT)

Come detto all’ inizio, si ferma a 4 la striscia positiva di Toronto che viene fermata, seppure all’ overtime dagli Isles’. Dopo un primo periodo finito pari in tutto, anche nel computo dei tiri (8-8), nel secondo periodo sono gli ospiti ad andare in vantaggio con Matt Moulson (Tavares-Nielsen) che mette il disco alle spalle di Giguere. I Leafs spingono ma trovano sulla loro strada un Roloson forse memore dei trascorsi a Edmonton, in forma che blocca tutti i 10 tiri dei giocatori di casa e accompagna i giocatori di Long Island al secondo riposo in vantaggio. Nel terzo periodo sono ancora i Leafs a comandare le operazioni ma Roloson si erge a muro e il pareggio sembra non arrivare mai; spinti dall’ ACC però i giocatori canadesi trovano la rete dell’ 1-1 in Power Play con Phil Kessel (Phaneuf-Kaberle)al 17’55” che supera il goalie di New York e manda il match all’ overtime. Nel supplementare poi è Tavares, come detto, a gelare l’ Air Canada Center e a dare la prima sconfitta 2010/2011 ai Leafs.

Anche la sfida dello United Center tra Blues e Blackhawks si risolve all’ overtime ma in questo caso sono i padroni di casa a spuntarla; anche a Windy Town il primo periodo è privo di reti e bisogna attendere il giro di boa del match per sporcare per la prima volta il tabellino; ad  andare in vantaggio sono i Blues che con Perron (Pietrangelo-Backes) realizza l’ 1-0 con cui si chiude anche il periodo centrale. Sempre a metà, ma stavolta del terzo drittel, arriva il raddoppio per gli ospiti, sempre con Perron (Oshie-Colaiacovo); sembra tutto facile per la squadra di Missouri ma i giocatori di St. Louis non hanno fatto i conti con Marian Hossa e soprattutto con l’ orgoglio dei detentori della Stanley Cup che nel giro di 2 minuti e mezzo raggiungono il pari grazie a 2 reti, una delle quali in Power Play, della loro stella. Con il 2-2 sul boxscore si va all’ overtime dove ci pensa Patrick Sharp (Kane-Cullimore), alla sesta rete stagionale, a realizzare la rete che vale la vittoria per Chicago.

Veniamo ora alle 3 stelle della serata: al terzo posto Marian Hossa, autore di 2 reti nel successo interno di Chicago su St. Louis, sul secondo gradino del podio troviamo John Tavares, autore del Game Winning Goal (più 1 assist) nella vittoria degli Isles all’ ACC di Toronto. Al primo posto invece Chris Stewart dei Colorado Avalanche che con 2 reti aiuta Colorado ad espugnare il Madison Square Garden di New York.