U18 – Ottimo gioco del Cortina

(com. stampa SG Cortina, Luca Dall’Osta) – I Campioni d’Italia del Vipiteno devono accontentarsi del pareggio.
Partita avvincente quella che si è giocata ieri all’Olimpico di Cortina. La formazione ampezzana U 18, allenata da Marco Scapinello e Franco Dell’Osta, ha dato spettacolo violando per ben nove volte la rete avversaria. Dall’altra parte del campo, un Bolzano sottotono è partito bene ma non ha retto di fronte all’attacco dei biancocelesti.

È stata una partita degna dei campioni e vicecampioni d’Italia quella che si è giocata ieri sera sul ghiaccio dell’Olimpico di Cortina d’Ampezzo: le formazioni U 18 rispettivamente di Vipiteno e Cortina si sono date letteralmente battaglia fino all’ultimo secondo di gioco, incassando un sudato pareggio. Risultato forse deludente per i campioni in carica, ma sicuramente incitante per i padroni di casa: il Cortina difettava – almeno sulla carta – di una squadra che potesse tenere testa a un forte Vipiteno il quale, non più di una settimana fa, aveva stracciato 11 a 2 un Torino già vittorioso sugli ampezzani.

La partita ha inizio negli spogliatoi, dove i due allenatori biancocelesti Marco Scapinello e Franco Dell’Osta comunicano ai giovani atleti di voler giocare a quattro linee. L’ordine è imperativo: pressare, essere aggressivi, non lasciare spazio e tempo per ragionare agli avversari.

I ragazzi partono subito bene: il primo tempo si apre subito con un gioco molto serrato, e la strategia di Scapinello e Dell’Osta sembra dare loro ragione: nonostante un gol del Vipiteno, la prima frazione si gioco si chiude con il vantaggio del Cortina che manda il disco in rete per ben due volte con Federico Lacedelli (assist di Patrick Dell’Osta) e con Eric Frison (assist di Riccardo Lacedelli e Luca Barnabò).

Anche durante il secondo tempo gli Scoiattoli lasciano poco spazio al Vipiteno, e dopo i venti minuti di gioco il risultato è ancora fermo sul 2 a 1 per i padroni di casa; veri protagonisti ormai diventano i portieri, che si superano per bravura e capacità.

La terza frazione vede però gli ospiti in rimonta: il Cortina è stanco e subisce prima un gol e poi un altro ancora, finendo in svantaggio per 3 a 2. Ma un ultimo scatto di orgoglio da parte dei biancocelesti fa sì che, quando il cronometro decreta la fine della partita, il risultato si assesti su un pareggio per 3 a 3: Damiano Bravin, assistito da Eric Frison e da Simone Larese, butta in rete il disco del pareggio ma entrambe le squadre non hanno più la forza di reagire e portare a casa la vittoria.

«Siamo molto contenti», ha detto alla fine del match Lorenzo Lacedelli, il responsabile dell’U 18. «Il campionato non era iniziato benissimo – quantomeno rispetto allo scorso anno – e questo pareggio ci fa ben sperare. C’è soddisfazione per una serie di motivi: primo perché nella nostra squadra mancavano ben quattro titolari, fuori Cortina per una partita con la C 26; in secondo luogo perché il Vipiteno campione d’Italia quest’anno gioca con gli atleti dell’EV Bozen 84, giunti terzi in campionato nella scorsa stagione; e poi perché i nostri allenatori hanno deciso di giocare a quattro linee, dando la possibilità a tutti i nostri ragazzi di pattinare e maturare esperienza sul campo. Il Vipiteno è una squadra forte, ma noi gli abbiamo tenuto testa e possiamo guardare al futuro con tranquillità».

Tags: