Lugano a valanga

di Gianpiero Palombo

Ancora una vittoria con punteggio tennistico (6-0) nel secondo derby della stagione alla Resega davanti a circa 7000 spettatori tra cui la ex stella NHL di Boston e Colorado Ray BOURQUE in visita di cortesia al figlio Chris.

Il cambio dell’allenatore all’Ambri non e’servito per dare una scossa alla squadra, peraltro menomata dalle importanti assenze di KARIYA, WESTRUM, BUNDI, MUROVIC e INCIR. Per i bianconeri sono Burki e Popovic ad accomodarsi in tribuna come stranieri in sovrannumero. Un’ovvia scelta per dare piu’ peso ad un attacco ancora inespresso.

In avvio veloce e concreto il Lugano. Si dimostra subito pericoloso con un’azione di GENOWAY (positiva la scelta di confermarlo) non finalizzata da Josh HENNESSY.Dopo aver fronteggiato con successo una situazione di inferiorita’ numerica (fuori HENNESSY), e’ DOMENICHELLI a ispirare con un pregevole assist Chris BOURQUE preciso nell’infilare la porta di BAUMLE (1-0). Prendono sempre piu’coraggio i padroni di casa al cospetto di un Ambri slegato e inconcludente anche in power play. I leventinesi non si affacciano quasi mai dalle parti di AEBISCHER e soprattutto i suoi stranieri non sembrano essere in grande serata. Tuttavia il periodo si chiude con il minimo vantaggio per il Lugano. ROMY alza la mira dopo una buona azione di BOURQUE e due tiri NUMMELIN non hanno buona sorte.

Nel periodo centrale sale in catteda capitan J.VAUCLAIR che in soli 19 secondi realizza la doppietta che stende l’Ambri. Dapprima in power play (fuori WALKER) chiude un’ottima azione di GENOWAY entrato indisturbato nel terzo dei biancoblu (2-0). Poi batte BAUMLE con un preciso diagonale dalla sinistra concludendo un coast to coast (3-0). Alla coppia SCANDELLA-CEREDA non resta che chiamare un time-out per cercare di riordinare le idee. Ma subito dopo e’ DOMENICHELLI a mangiarsi incredibilmente la quarta rete non riuscendo a spingere il disco in rete dopo aver evitato in slalom tutta la difesa leventinese BAUMLE compreso.C’e’ solo il Lugano sul ghiaccio! Vicino all’ HAT TRICK VAUCLAIR ma il suo diagonale e’ parato. Ci provano piu ‘o meno tutti a violare di nuovo la porta di BAUMLE. Da segnalare un gran tiro di ULMER e una caparbia azione di CONNE. Per l’Ambri ci prova il positivo PESTONI (uno dei pochi) ma non trova il tempo giusto per la conclusione e dopo un tiro innocuo di HOFFMANN proprio allo scadere del 40′ minuto la penalita’ sanzionata a DEMUTH mette in luce tutta la frustrazione dei leventinesi.

Inizia cosi’in salita il terzo periodo per l’Ambri! Ottimo il power play dei bianconeri. Dopo un’azione di JORG che non riesce a concludere solo davanti allo slot, ci pensa GENOWAY che si inginocchia per battere alla sua sinistra un colpevole BAUMLE (4-0). E’ poi altruista J.VAUCLAIR bravo a servire un assist al bacio a KOSTOVIC che non aggancia il disco. Ci provano prima PESTONI e poi KUTLAK a salvare l’onore dell’Ambri ma AEBISCHER chiude la saracinesca. Anche LEHOUX (prestazione incolore la sua)  in situazione di power play (fuori JORG) ma senza successo. Cosi’ come GAUTSCHI con un tiro potente dalla blu. Da parte bianconera tutto sembra funzionare alla perfezione. DOMENICHELLI lavora un disco dietro la porta, l’azione sembra finita ma e’ bravo a crederci BOURQUE che soffia il disco dal guanto di BAUMLE e lo infila nella gabbia nonostante il tentativo disperato di KOBACH (5-0). Dopo un salvataggio disperato di AEBISCHER a tu per tu con HOFFMANN per lo shoot-out serale, chiude “set e match” ROMY incrociando in goal uno splendido assist di ULMER (6-0).

Fanno festa i tifosi bianconeri in attesa di allungare la striscia di vittorie venerdi’ sera, quando alla Resega sara’ di scena il Langnau. Molto da fare per l’Ambri, questa sera veramente troppo brutto per essere vero!

LUGANO – HCAP 6.0  (1.0 – 2.0 – 3.0)
08:39  1.0 19.BOURQUE (76.DOMENICHELLI – 8.HIRSCHI)
22:42  2.0  3.J.VAUCLAIR (26.GENOWAY – 8.HIRSCHI) PP
23:01  3.0  3.J.VAUCAIR (16.KIENZLE)
41:57  4.0 26.GENOWAY ( 9.HENNESSY) PP
52:06  5.0  19.BOURQUE (76.DOMENICHELLI)
55.11  6.0  88.ROMY (22.ULMER)

PENALITA’: LUGANO 4X2 MIN. HCAP 6×2 MIN.

Tags: